Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 13 febbraio 2012

Recensione: Segreti di mafia - Francesco Billeci

Segreti di mafia è il terzo romanzo dello scrittore palermitano Francesco Billeci, edito da La Zisa editore.
Si tratta di un thriller che affonda i suoi artigli nel mondo della mafia e dei suoi loschi traffici, trattando un tema molto delicato e attuale. Ancora una volta ritroviamo il personaggio del commissario siciliano Federico Dilluvio, che dovrà indagare su una truffa milonaria, dovendo fronteggiare il muro di omertà che solitamente avvolge il racket. Protagonisti di questo romanzo sono il boss Pietro Vaccaro che, appena scontata la sua pena, ritorna alla precedente attività mafiosa, richiedendo il pizzo ai commercianti di Alamo; e uno spietato assassino, che semina panico con un macabro rituale: amputare la mano destra delle sue vittime.
La lettura di questo giallo è scorrevole, il ritmo incalzante e la struttura stabile. Forse l'autore si sofferma su qualche descrizione, ma questo non ne rallenta la lettura.
Il romanzo è ricco di colpi scena e lo stile narrativo è coinvolgente.
Sicuramente una piacevole lettura per gli amanti del genere.
Complimenti all'autore!

L'autore:
Francesco Billeci nasce nel 1973 a Borgetto, paese della provincia di Palermo dove tuttora vive e lavora come imprenditore edile, e di cui in passato è anche stato consigliere comunale. Da sempre appassionato di thriller e gialli, ha già pubblicato due romanzi per la casa editrice Il Filo, Il passato non si dimentica (2010) e La biglia verde (2011).

Nessun commento:

Posta un commento