Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano



martedì 24 aprile 2018

Intervista a STEFANO TURA, autore di A REGOLA D'ARTE - Piemme


Cari amici,
in occasione dell'uscita del suo nuovo thriller, A REGOLA D'ARTE, edito da Piemme (in libreria dal 24 aprile), oggi è nostro ospite il giornalista e scrittore Stefano Tura.

_________________________________________________________

1) Benvenuto su "Il Giallista", Stefano. Grazie per la disponibilità. 
Dunque, in "A regola d'arte", torna il mitico detective McBride. Per chi non lo conoscesse, puoi presentarcelo? 
Alto, nero, possente, carattere impulsivo, grande cuore. Fisicamente ricorda l'attore Idris Elba. Figlio di immigrati anglo-caraibici, cresciuto nel difficile quartiere di Moss Side, nella periferia di Manchester. Da adolescente entra in una babygang dove, a causa della sua stazza, viene soprannominato "BigMac". Il suo battesimo di sangue è l'omicidio di un quindicenne di origine ghanese, membro di una banda rivale, massacrato a coltellate. Peter riesce a sfuggire alla galera grazie ad un pastore di strada che lo manda, d'accordo con la madre, in una comunità di recupero per giovani violenti e disadattati, gestita da un controverso reverendo della chiesa anglicana. Il religioso lo fa vivere per anni come un recluso, studiando ed espiando. McBride cresce con una rabbia dentro che non riesce a dominare nemmeno quando decide di entrare in polizia. Da adulto diventa uno degli investigatori più talentuosi di Scotland Yard ma è un detective fuori dal coro, osteggiato dai colleghi per i suoi metodi anticonvenzionali e violenti, spesso punito e isolato dai suoi superiori. In questo romanzo lo vediamo all'opera a Brixton, quartiere del sud di Londra, spesso teatro di omicidi ed accoltellamenti legati alla guerra tra gang. McBride è il comandante della locale stazione di polizia. E si trova costretto a fare i conti con il suo difficile passato. 

2) Come "Il principio del male", anche in questo tuo nuovo thriller la storia si snoda tra l'Inghilterra e l'Italia. Quanto influisce il tuo lavoro di giornalista, come corrispondente a Londra per la Rai?
In modo sostanziale. Questo romanzo nasce e si sviluppa a Londra, città nella quale lavoro da oltre 10 anni, e che cero di raccontare in tutti i suoi aspetti al pubblico televisivo italiano. E' una storia di fantasia che prende però lo spunto da alcuni fatti reali, come sempre nei miei romanzi. Vi sono almeno tre diverse ambientazioni e molteplici protagonisti: la comunità italiana di Londra, la polizia londinese (dagli austeri uffici di Scotland Yard alle piccole stazioni di quartiere) e i sobborghi violenti del sud della capitale britannica. Inoltre c'è un filone italiano che riprende un'inchiesta mai conclusa su un assassino seriale che si traveste da pagliaccio, condotta dal mio investigatore storico, Alvaro Gerace. 

3) Come è nata l'idea di "A regola d'arte"? 
L'omicidio è un'arte con delle regole precise. Specie se si mostra come un'opera d'autore che dietro alle sue pennellate nasconde un'agghiacciante verità. Il romanzo si apre con il racconto dell'inaugurazione di una mostra d'arte contemporanea iper-realista in una delle gallerie più alla moda di Londra. le installazioni sono talmente curate da sembrare vive. Sono rappresentazioni di morti violente e suicidi. Il pubblico le osserva con un misto di ansia e curiosità. Fino a quando si rende conto che una delle opere è, in realtà, il cadavere di un uomo, ucciso barbaramente proprio durante la vernice. Il suo assassino ha agito a ...regola d'arte. 

4) C'è un episodio del libro che ti è accaduto personalmente, o che comunque ti riguarda da vicino?
Mi sono divertito ad inserire nella storia personaggi che fanno effettivamente parte della Londra che conosco e che frequento. Ho cambiato i loro ruoli e li ho trasformati, a seconda delle esigenze narrative , in buoni e cattivi. E c'è anche un giornalista italiano che vive da anni a Londra... Questa città è un universo variegato di umanità e storie da raccontare. Non è un caso se, oltre agli americani, i più grandi scrittori di thriller del passato e del presente, provengano da questa terra. 

5) Infine, chi è Stefano Tura scrittore? 
Un uomo appassionato di libri, dipendente patologicamente dalla cosiddetta letteratura di genere, che spera di fare trascorrere ai propri lettori qualche ora di svago.
_________________________________________________________

A REGOLA D'ARTE
Stefano Tura
Editore: Piemme
Pag.: 480
Prezzo: €18,50
Uscita: 24 Aprile 2018
_________________________________________________________

IL LIBRO:
La testa riversa da un lato, appoggiata alla corda ben stretta intorno al collo, la bocca aperta, contorta nella smorfia di un dolore ormai svanito, le braccia distese lungo i fianchi, i piedi inguainati in eleganti scarpe firmate, sospesi da terra. Sul pavimento, poco distante dal corpo, un biglietto: «EFFETTO BREXIT. SUICIDIO DI UN BROKER». Proprio di fronte all'istallazione esposta in una galleria molto in voga della città, sfilano gli esponenti più celebri della comunità italiana a Londra. Diplomatici, imprenditori e aristocratici, presenti più per farsi vedere che per ammirare le opere. A pochi passi da lì, in un angolo nascosto, circondato da un capannello di curiosi, giace immobile un corpo, la gola squarciata da una ferita netta, gli abiti imbrattati di sangue. Apparentemente la più verosimile delle opere d'arte, in realtà si tratta del cadavere di uno degli invitati. Nel corso di pochi istanti tutto cambia, il panico si diffonde e l'elegantissima folla si trasforma in un unico organismo impazzito che per uscire da quel macabro luogo è disposta a tutto. L'indagine, affidata al detective Riddle, non è semplice: la vittima è uno dei più facoltosi e stimati imprenditori italiani espatriati a Londra, e le persone presenti alla serata, vicine a pezzi grossi della politica britannica, non amano che qualcuno si intrometta nelle loro vite. Saranno il detective McBride, ex ragazzo di strada poi riabilitato dalla polizia, e Alvaro Gerace, commissario bolognese, da anni sulle tracce di un serial killer, a collegare quella morte spettacolare a una serie di strane sparizioni di bambini che unisce Italia e Gran Bretagna.
_________________________________________________________

L'AUTORE:
Giornalista e scrittore, nato a Bologna, vive a Londra dove lavora come corrispondente per la Rai. Ha iniziato la carriera come cronista di nera nel quotidiano Il Resto del Carlino. È stato poi inviato di guerra per la Rai in ex-Jugoslavia, Afghanistan, Iraq e Sudan. Come autore di gialli e noir, ha scritto Il killer delle ballerine, Non spegnere la luce, Arriveranno i fiori del sangue, finalista nei premi Fedeli e Scerbanenco, e Tu sei il prossimo, con il quale ha vinto i premi Romiti e Serantini e si è classificato al terzo posto nel concorso letterario Azzeccagarbugli.

lunedì 23 aprile 2018

News: IL GIALLISTA MAGAZINE n.48 - Marzo/Aprile 2018


Buongiorno, amici giallisti!
Iniziamo la settimana con il n.48 Marzo/Aprile 2018 de


_________________________________________________________

Eccoci finalmente con il numero primaverile del nostro magazine, dove abbiamo selezionato le uscite thriller e mystery più accattivanti, e recensito alcuni titoli che non potete assolutamente perdere di leggere.

Vi rinnoviamo ancora la nostra gratitudine per essere in così tanti a seguirci. Abbiamo chiuso il mese di marzo ancora con 90mila visualizzazioni
Grazie mille a tutti!

Augurandovi una buona lettura, vi informiamo che stiamo già lavorando al nuovo numero, e che sono aperte le prenotazioni dei posti sul magazine.
_________________________________________________________

Come sempre, vi ricordiamo che potete scaricare il magazine - cliccando sul link sottostante - su tutti i dispositivi fissi e mobili, come smartphone e tablet, per avere i consigli de Il Giallista sempre a portata di click, anche offline.


_________________________________________________________


sabato 21 aprile 2018

Recensione: TI STO GUARDANDO di Teresa Driscoll - Newton Compton


_________________________________________________________

Qual è la cosa giusta da fare?
Ecco, la domanda che si pone Ella Longfield, protagonista di TI STO GUARDANDO, il thriller d'esordio di Teresa Driscoll, edito da Newton Compton. Un thriller intrigante, ricco di bugie, segreti e colpi di scena, che non lascia il tempo di riprendere fiato.
Ella è una madre, una buona moglie, una fioraia, ma anche una donna indecisa, che vuole fare sempre la cosa giusta.
E la sua indecisione e il rispetto delle regole morali, entrano in scena quando nota due uomini flirtare con due adolescenti, sul treno.
Ella percepisce subito che quella situazione è strana, sbagliata. Due ragazze non dovrebbero dare confidenza a due perfetti sconosciuti, appena saliti sul treno. Spinta dalla sua curiosità, e dall'istinto di fare la cosa giusta, si avvicina per ascoltare meglio le conversazioni. Gli uomini hanno conquistato la fiducia delle due giovani, ed Ella, in preda all'ansia, inizia a pensare di intromettersi e mettere in guardia le ragazze. Ma sarebbe la cosa giusta da fare?
Forse la sua è una mentalità all'antica. Forse, oggi i giovani fanno così. Nella mente di Ella si accumulano un sacco di dubbi, e alla fine decide di lasciare perdere, e farsi gli affari suoi.
In fondo, lei non è la loro madre.
Scesa dal treno, non pensa più all'accaduto, fino a quando l'indomani non scopre in TV che una delle due ragazze, Anna, è scomparsa.
Da quel momento, la vita di Ella diventa un incubo.
I sensi di colpa la assalgono, e divorano. Doveva seguire il suo istinto e intimare alle ragazze di lasciare i due uomini. Avrebbe potuto chiamare aiuto.
Adesso, è trascorso un anno, ma Ella si dà ancora la colpa dell'accaduto. Pensa in continuazione alla famiglia della giovane. Di nascosto, senza dire nulla al marito, è anche andata a trovare la madre di Anna per scusarsi.
Ripensa continuamente anche ad Anna. Ancora oggi, non si sa nulla della sua scomparsa. Anna potrebbe essere viva, rapita e tenuta nascosta in qualche sotterraneo, o morta.
Dopo tutto questo tempo, Ella inizia a ricevere degli strani messaggi. Si sente osservata, seguita. Ma forse è solo la sua immaginazione. La scomparsa di Anna è diventata una parte della sua vita. Una parte che nasconde agli altri, anche alla sua famiglia.
Per cercare di mettere fine a questo incubo, chiede a un investigatore di scoprire chi la sta tormentando.
Oltre lei, deve esserci qualcun altro che pensa che sia colpevole, oppure è uno dei due uomini sul treno. Forse uno di loro l'ha riconosciuta, e adesso la sta tenendo d'occhio, minacciandola di non dire nulla, perché forse lei ha visto più di quanto creda.
La narrazione della storia è affidata ai punti di vista dei vari protagonisti. In questo modo, la vicenda risulta ancora più intricata, perché ogni personaggio guarda gli eventi dalla sua postazione, trasformandoli dalle loro emozioni, segreti e sensi di colpa.
La Driscoll crea una trama dove ogni personaggio vicino ad Anna ha un segreto. Un segreto che potrebbe spiegare la scomparsa della ragazza. Segreti che stanno divorando le loro vite.
Con un ritmo narrativo sempre crescente, "Ti sto guardando" è un thriller dove i coli di scena sono sempre dietro l'angolo.
A ogni capitolo, si scopre un pezzetto di verità, ma anziché rendere la soluzione più vicina, questo espediente rende la storia sempre più ingarbugliata e appassionante.
In conclusione, quest'opera è un ottimo esordio. Un thriller con un buon colpo di scena finale, degno delle grandi gialliste, talmente coinvolgente che si legge tutto di un fiato.
Consigliato!
_________________________________________________________

TI STO GUARDANDO
Teresa Driscoll
Editore: Newton Compton
Pag.: 328
Prezzo: €10,00
Uscita: 15 febbraio 2018
_________________________________________________________

L'AUTRICE:
Vive nel Devonshire e lavora come presentatrice televisiva per la BBC da oltre quindici anni. Forte di una lunga carriera da giornalista d’inchiesta, ha deciso di cimentarsi con thriller realistici e dal sapore amaro che analizzano l’impatto che un crimine ha sui familiari delle vittime. Ti sto guardando, il suo esordio nella narrativa, ha ottenuto un grande successo in Inghilterra, Stati Uniti e Australia ed è stato tradotto in sei lingue. 
Per saperne di più: www.teresadriscoll.com

giovedì 19 aprile 2018

News: LA SCRITTRICE DEL MISTERO di Alice Basso - Garzanti


Cari amici,
dopo il successo di L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Scrivere è un mestiere pericoloso e Non ditelo allo scrittore, Alice Basso torna in libreria con LA SCRITTRICE DEL MISTERO, edito da Garzanti.
Grazie a una protagonista unica nel suo genere, Alice Basso si è fatta amare da lettori e librai. Le sue storie a tinte gialle, costellate di citazioni letterarie, creano dipendenza.

_________________________________________________________

LA SCRITTRICE DEL MISTERO
Alice Basso
Editore: Garzanti
Pag.: 320
Prezzo: €17,90
Uscita: 26 Aprile 2018
_________________________________________________________

IL LIBRO:
Per Vani fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché le permette di restarsene chiusa in casa a scrivere, in compagnia dei suoi libri e lontano dal resto dell’umanità, per la quale non prova grande simpatia. Ma soprattutto perché così può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di emulare i loro gesti, di anticipare i loro pensieri, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura. Un’empatia innata dalla quale trae puntualmente vantaggio il capo della casa editrice per cui Vani lavora. Lui sa che solo la sua ghostwriter d’eccezione è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori di thriller del mondo; perché adora i padri del genere giallo, da Dashiell Hammett a Ian Fleming passando per Patricia Highsmith. Del resto Vani è la migliore e, se deve scrivere di misteri, lo è ancora di più. Persino la polizia si è accorta delle sue doti intuitive e ha chiesto la sua collaborazione. E non è un commissario qualsiasi ad averlo fatto, bensì Berganza, la copia vivente dei detective di Raymond Chandler: fascino da vendere, impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che Vani e Berganza indagano a braccetto. Ma tra un interrogatorio e l’altro, tra un colpo di genio e l’altro, qualcosa di più profondo sembra unirli: altrimenti Vani non saprebbe come spiegare i crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l’happy ending va conquistato, agognato, sospirato. E il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Superare l’astio che prova per lui e decidere di aiutarlo è difficile, ma Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e può tessere trame più ordite del più fantasioso degli scrittori.
_________________________________________________________

L'AUTRICE:
Alice Basso è nata nel 1979 a Milano e ora vive in un ridente borgo medievale fuori Torino. Lavora per diverse case editrici come redattrice, traduttrice, valutatrice di proposte editoriali. Nel tempo libero finge di avere ancora vent’anni, canta e scrive canzoni per un paio di rock band. Suona il sassofono, ama disegnare, cucina male, guida ancora peggio e di sport nemmeno a parlarne. Con Garzanti ha pubblicato le altre avventure della ghostwriter Vani, L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Scrivere è un mestiere pericoloso e Non ditelo allo scrittore.

martedì 17 aprile 2018

Recensione: SE LA NOTTE TI CERCA di Romano De Marco - Piemme


_________________________________________________________


Mai, sottovalutare qualcuno.
Ecco, cosa pensi quando finisci di leggere SE LA NOTTE TI CERCA, il nuovo thriller di Romano De Marco, edito da Piemme (la nostra mini-intervista all'autore). Sì, perché nessuno è al di sopra di ogni sospetto, e anche la persona più improbabile e all'apparenza insospettabile (come ci insegnano i grandi gialli della golden age) può essere l'artefice di efferate atrocità. Come la scia di omicidi che si sta consumando nell'alta società di Roma.
"Se la notte ti cerca" è un thriller raffinato, ambientato nella capitale. Ma De Marco non ci descrive la capitale europea che siamo abituati a vedere nelle cartoline o in TV. No, l'autore ci mostra la Roma nascosta, quella corrotta. Non quella dei bassi fondi, ma la Roma marcia che si cela dietro gli abiti firmati, e le case di milionarie dei quartieri di lusso.
Come sempre, De Marco ha uno stile narrativo che coinvolge il lettore; asciutto e scorrevole. la sua scrittura è sottile, elegante.
Dopo una pausa con "L'uomo di casa", ritorna il commissario Laura Damiani, una donna disposta a tutto, pur di trovare la verità. Damiani è single, la sua vita è pienamente assorbita dal suo lavoro, ma in questa avventura avrà modo di riflettere su se stessa, e su ciò che vuole.
Laura Damiani non ha peli sulla lingua, sa di essere brava nel suo lavoro e, anche a costo di apparire impopolare, non scende a compromessi.
In questa avventura, la troviamo impegnata a indagare sulla morte di numerose donne, tutte clienti di un sofisticato locale di incontri, nel quartiere Eur, il Single.
In una società quasi dominata sai social media, sembra quasi impossibile che qualcuno possa avere problemi a trovare un partner (anche occasionale), eppure gli schermi di pc e smartphone hanno creato una barriera. Una barriera dove nascondersi e fingersi qualcun altro, più interessante e attraente (sia dal punto di vista fisico, intellettuale che sociale). In questo modo, uscire allo scoperto diventa più difficile, perché bisogna dimostrare di essere realmente chi si dice di essere, ed essere all'altezza delle alte aspettative. La solitudine aumenta, e le persone insicure, diventano sempre più sole. Per questo motivo, esiste il Single. Un locale nella vita reale, dove potersi incontrare e fare ciò che si vuole in totale anonimato. Un posto riservato, aperto ai soci, che assicura la privacy ai suoi iscritti.
All'apparenza, il Single si presenta solo come un casto locale per incontri, ma quando Laura deciderà di infiltrarsi che scoprire cosa realmente succede, si ritroverà davanti un mondo lussurioso, fatto di trasgressioni e vizi.
La prima vittima a mettere Laura sulle tracce del Single è Claudia Longo, una cinquantenne del quartiere Parioli. Claudia Longo è una donna divorziata, ossessionata dalla forma fisica, e desiderosa di attenzioni. Claudia farebbe di tutto pur di sentirsi desiderata. E sarà proprio questa sua debolezza, a portarla alla morte.
Laura Damiani, da testarda, si butterà a capofitto nel caso, e intuirà che Laura Longo non è la prima vittima di questo serial killer. Altre donne, collegate al Single, sono state già uccise, ma la loro morte è stata classificata come incidente o morte occasionale. A tal proposito, Laura non dovrà indagare solo sulle morti che si susseguiranno, ma anche su quelle già avvenute, e pur di inchiodare il colpevole, metterà a rischio la sua stessa vita, e per un attimo abbasserà la guardia.
Una delle caratteristiche di De marco è di creare personaggi reali, non supereroi. Sia Laura Daminai, che la sua squadra, sono persone reali, con pregi, difetti, e battaglie personali da combattere, giorno per giorno.
Dosando sapientemente elementi del giallo classico, del thriller e del poliziesco americano, SE LA NOTTE TI CERCA è una lettura elegante che scava nelle problematiche della società contemporanea, regalandoci un sorprendente colpo di scena finale, che lascerà soddisfatti anche i palati più esigenti.
Consigliato! Aspettiamo già il nuovo caso di Laura Damiani.
_________________________________________________________

SE LA NOTTE TI CERCA
Romano De Marco
Editore: Piemme
Pag.:
Prezzo:
Uscita: 27 marzo 2018
_________________________________________________________

L'AUTORE:
ROMANO DE MARCO, classe 1965, esordisce nel 2009 nel Giallo Mondadori con Ferro e fuoco, ripubblicato in libreria nel 2012 da Pendragon. Nel 2011 esce il suo Milano a mano armata (Foschi, Premio Lomellina in Giallo, 2012). Con Fanucci pubblica, nel 2013, A casa del diavolo e con Feltrinelli Morte di Luna, Io la troverò (finalista Premio Scerbanenco 2014) e Città di polvere (finalista Premio Scerbanenco 2015). Per Piemme, nel 2017, esce L’uomo di casa, che ottiene un grande successo di pubblico, con cinque ristampe, e di critica, finalista del Premio Scerbanenco e vincitore del Premio dei Lettori. I suoi racconti sono apparsi su giornali e riviste, tra cui Linus e il Corriere della sera, e sui periodici del Giallo Mondadori. Vive tra l’Abruzzo, Modena e Milano.

lunedì 16 aprile 2018

News: CAUSA DI MORTE SCONOSCIUTA di Tess Gerritsen - Longanesi



Amici,
la coppia Rizzoli & Isles torna in libreria.
Il 19 aprile, infatti, esce CAUSA DI MORTE SCONOSCIUTA, il nuovo thriller di Tess Gerritsen, edito da Longanesi.
Da non perdere!

_________________________________________________________

CAUSA DI MORTE SCONOSCIUTA
Tess Gerritsen
Editore: Longanesi
Pag.: 384
Prezzo: €19,90
Uscita: 19 Aprile 2018
_________________________________________________________

IL LIBRO:
Due omicidi, due scene del crimine, due vittime che non sembrano aver nulla in comune. L’enigma sembra irrisolvibile per la detective Jane Rizzoli e il medico legale Maura Isles. Perché entrambi i cadaveri presentano mutilazioni agghiaccianti, ma non letali. E la causa di morte pare impossibile da determinare. Dentro di sé, Jane Rizzoli ha una sola certezza: quello non è che l’inizio. Eppure, la verità è là fuori, da qualche parte, qualcuno la sa. Ma chi? La risposta, che in realtà nasconde altre domande ancor più inquietanti, giunge dalla voce più sconvolgente di tutte: quella di Amalthea Lank. Pluriomicida spietata, incarcerata e ora messa di fronte all’ultimo dei traguardi, poiché afflitta da un male inguaribile, Amalthea non rinuncia a un’ultima manipolazione psicologica, crudele e perversa. E a esserne vittima è proprio sua figlia, Maura Isles. Amalthea lascia cadere un indizio ermetico sulle strane morti che Jane e Maura stanno cercando disperatamente di spiegare. Qualunque cosa Amalthea sappia, però, non è che una tessera del puzzle: l’indagine sembra portare a un oscuro personaggio, sopravvissuto a una tragica storia di abusi… ma cosa lega quelle morti ai martiri della storia cristiana? Rizzoli e Isles stanno per mettere l’assassino alle corde, quando il passato le travolge, minacciando di falciare altre vite innocenti, oltre alle loro stesse esistenze…
Con un romanzo dal ritmo implacabile, dove i capovolgimenti di fronte tengono il lettore incollato dalla prima all’ultima pagina, Tess Gerritsen torna alla sua serie più amata, che ha stregato i lettori di tutto il mondo ispirando anche una celebre serie televisiva.
_________________________________________________________

L'AUTRICE:
Tess Gerritsen (1953) è una scrittrice statunitense di thriller: i suoi libri sono stati tradotti in 31 lingue con oltre 15 milioni di copie vendute. Ha abbandonato la carriera di medico per dedicarsi completamente alla scrittura. Ha vinto il Nero Wolfe Award con Vanish e il Rita Award per il Chirurgo. Attualmente vive nel Maine.

giovedì 12 aprile 2018

News: L'ALTRA MOGLIE di Kerry Fisher - Casa Editrice Nord


Buongiorno, amici!
Da oggi, 12 aprile, è disponibile nelle librerie un thriller psicologico che si preannuncia come una lettura molto intrigante. Si tratta di L'ALTRA MOGLIE di Kerry Fisher, edito da Casa Editrice Nord.

_________________________________________________________ 

L’ALTRA MOGLIE
Kerry Fisher
Editore: Casa Editrice Nord
Pag.: 350
Prezzo: €18,00
Uscita: 12 aprile 2018
_________________________________________________________ 

IL LIBRO:
Per Maggie, una madre single che non ha mai avuto una relazione stabile, il matrimonio con Nico è un sogno. Anche perché finalmente farà parte di una vera, grande famiglia. Suo marito infatti vive nella casa di fronte a quella del fratello Massimo e a pochi passi dalla madre, considerata da tutti il loro nume tutelare. Eppure è proprio lei ad accogliere Maggie con estrema freddezza. Invece di vederla come la persona che ha aiutato Nico a superare la morte della prima moglie Caitlin, la giudica un indegno rimpiazzo. Perché Caitlin era più sofisticata, più bella e certamente più adatta a Nico. Maggie se lo sente ripetere così tante volte che inizia quasi a crederci. Finché non trova un fascio di lettere nascoste in soffitta, lettere scritte a Caitlin da un uomo che non era suo marito. E allora cambierà ogni cosa… L’immagine che tutti hanno di Massimo e Lara è quella di una coppia solida e felice. Brillante professionista lui, impeccabile donna di casa lei, entrambi amorevoli genitori del figlio Sandro. Eppure dietro l’apparenza si celano ombre che Lara non ha il coraggio di condividere con nessuno. Almeno fino a quando non arriva Maggie, la nuova cognata. Potrebbe essere lei la chiave per evadere dalla prigione del suo matrimonio. Ben presto, però, Lara si renderà conto che, in una famiglia tenuta insieme da ipocrisie e segreti, rivelare la verità conduce a conseguenze devastanti.
_________________________________________________________ 

L'AUTRICE:
Kerry Fisher ha studiato francese e italiano all'università di Bath. Ha viaggiato a lungo, prima in Spagna e in Corsica, poi in Toscana, dove ha svolto i lavori più disparati, dall'insegnante d'inglese all'accompagnatrice turistica. La sua passione, però, è sempre stata la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno. Attualmente vive nel Surrey col marito e i due figli.