Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 4 giugno 2012

News: Lo Strano furto di Savile Row - Vincenzo Monfrecola - Cavallo di ferro editore

Cari amici,
apriamo questa settimana con la segnalazione di un giallo insolito e ricco di humor inglese, edito da Cavallo Di Ferro editore. Si tratta di Lo strano furto di Savile Row di Vincenzo Monfrecola, disponibile nelle librerie dal 21 giugno.

Cavallo di Ferro
pp.256
euro 16,00
in libreria dal 21 giugno 2012

Dal romanzo :
"Savile Row era parallela a Regent Street e non fu difficile arrivarci. Il signor Spencer aveva un debole per le buone storie, per gli annali della «Bow Street Magistrates» e per quelli dell’«Old Bailey» che già ne producevano parecchie, quindi durante il tragitto avevo cercato di farmi un’idea di come avrei organizzato la mia prima buona storia da giornalista del «Daily Mirror». Di idee me ne erano venute anche tante, ma il problema era e restava soltanto uno: la giacca. Fosse stato un bell’omicidio oppure una rapina finita male, avrei avuto non uno ma mille spunti interessanti da cui partire. Ma cosa si poteva mai dire sul furto di una giacca?
La mia ultima speranza era che nel rubarla avessero almeno ammazzato il sarto. I lettori andavano pazzi per le storie di omicidi. Quella speranza crebbe ancora di più quando vidi all’esterno della Goodge & Son un gruppetto di poliziotti tutti presi a parlare tra di loro; notai anche che quella sartoria si trovava in mezzo ad altre due: la Gieves & Hawkes e la Henry Poole che, a differenza di quella a cui ero diretto, erano famose per la clientela raffinata e in vista. Fu allora che mi chiesi perché una personalità come il primo ministro non avesse scelto loro. A ogni modo questo ragionamento ormai non aveva più molta importanza e varcai l’ingresso deciso e determinato a soddisfare le aspettative del signor Spencer, constatando subito che purtroppo in giro non si vedevano corpi di sarti assassinati
".

Il Libro:
Londra 1910. Quando dalla sartoria Goodge & Son di Savile Row sparisce la giacca portata a riparare dal Primo Ministro, al «Daily Mirror» ci sono solo il redattore capo e il giornalista alle prime armi Peter Daleslow. Toccherà a lui occuparsi di una notizia destinata, a prima vista, a occupare solo un trafiletto a fondo pagina… quando infatti si scopre che sul caso sta indagando anche il governo la faccenda prende tutta un’altra piega.
Daleslow coinvolge nell'indagine il commesso della sartoria, l'italiano Eliodoro e gli spiega che per essere un bravo giornalista - e dunque aiutarlo nella risoluzione del caso della giacca scomparsa - dovrà ascoltare chi ha molto da dire, e chi meglio delle donne, dunque? Così Eliodoro si metterà alle calcagna di tre suffragette, che scambieranno il suo interesse professionale per interesse sentimentale e cercheranno di farsi sposare. Ma questo gruppetto di donne «sediziose» verrà sospettato del furto della giacca dai funzionari governativi, i quali - a loro volta - metteranno in piedi un giornale solo per farsi aiutare da Eliodoro. E da qui prende il via una serie di equivoci a catena che finiranno per coinvolgere tutti, incluso il Primo Ministro, in un enorme malinteso.
In una Londra distratta dal rischio di un'invasione della Germania, dall'apparizione della cometa di Halley e dai movimenti di protesta per il suffragio universale, lo strano caso della giacca rubata al Primo Ministro si trasforma, man mano che si procede nella narrazione, in una commedia sempre più buffa, dove lo humor inglese si mescola con successo e naturalezza alla vivacità e all'arguzia partenopea, come è nello stile di questo autore.

L'autore:
Vincenzo Monfrecola, giornalista napoletano, ha collaborato con «Napolinotte», il «Roma» e l’«Avanti!» ed è stato responsabile della sede di Londra dell’Osservatorio sui Beni Culturali, Faldbac Trade Union. Attualmente lavora per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali occupandosi del restauro di libri antichi. Cavallo di Ferro ha pubblicato nel 2010 il suo primo romanzo Il Decisionista.

Di Il Decisionista, romanzo d'esordio dell'autore, hanno scritto:

"Il Decisionista è un divertente esordio italiano" IL VENERDÌ
"Il Decisionista è una colossale macchina delle beffe che consegna al lettore un divertente ritratto dell’Inghilterra dell’800" ANSA
"Le pagine di Il Decisionista traboccano di humor" LA REPUBBLICA

1 commento:

  1. la trama sembra molto intrigante. Lo leggerò

    RispondiElimina