Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




domenica 6 maggio 2012

Recensione: I SONNAMBULI di Paul Grossman - TimeCrime editore

Anche noi siamo dei sonnambuli?
E' questa una delle domande che ci viene in mente dopo la lettura de "I Sonnambuli" di Paul Grossman, edito da TimeCrime editore.
Un thriller intrigante, dallo stile narrativo impeccabile. Il ritmo della storia è coinvolgente sin dalle prime battute, e incolla il lettore alle pagine, spingendolo a proseguire nella lettura fino alla fine.
Tratto fondamentale, e ottimo spunto ideativo dell'autore, è quello di ambientare la storia a Berlino nel periodo immediatamente precedente all'avvento del nazismo.
Questo particolare, che rende la storia affascinante, fa sì che il ritmo della vicenda diventi vibrante, in quanto Grossman descrive (e rievoca benissimo) il momento che precede la tempesta. Si avverte l'ansia, l'odore dell'imminente catastrofe.
Siamo di fronte ad un thriller dalla perfetta ricostruzione storica, che è anche un medical thriller, dove i personaggi sono tratteggiati in modo egregio, sia dal punto di vista psicologico che fisico.
Protagoinista della vicenda è Willi Kraus, il più celebre detective della Kriminal Polizei berlinese, che però è un ebreo. Un ebreo che ricopre un importante carica, alla vigilia del nazismo. Kraus, quindi, non solo dovrà indagare sull'omicidio di una ragazza trovata con le gambe menomate da un intervento chirurgico (i peroni girati al contrario) ma dovrà affronatare anche gli ostacoli che purtroppo le sue origini gli provocano. Ma questa ragazza, soprannominata "La Sirena", sarà solo la prima vittima di una serie di un lungo elenco di giovani donne mutilate e utilizzate come cavie.
Le indagini di Kraus porteranno alla luce nuovi aggiaccianti orrori, opera del Terzo Reich.
"I Sonnambuli" di questo thriller non sono solo le vittime (adescate con un metodo molto particolare) ma anche il resto dei personaggi che guardano senza far niente, o inconsci di quello che sta per accadere.
L'autore riesce a trasportare il lettore all'interno della storia con naturalezza, rendendolo partecipe delle vicende del protagonista, ma anche dei suoi disagi. Il romanzo, inoltre, è ricco di avventura, azione e colpi di scena, che non tarderanno ad allietarne la lettura.
Questa è la prima opera di Grossman pubblicata in Italia, ma siamo sicuri che la sua strada sarà lunga e gloriosa, perchè "I Sonnambuli" è un'ottima e istruttiva lettura che vi consigliamo vivamente!

L'autore:
Paul Grossman collabora come giornalista freelance con Vanity Fair e Details ed è l’autore del dramma The Pariah, un’opera teatrale su Hannah Arendt e il processo Eichmann, rappresentato presso il Center for Jewish History di Manhattan. Alla sua opera d’esordio I sonnambuli hanno fatto seguito altri due thriller che hanno come protagonista l’ispettore della Kripo Willi Kraus, Children of wrath e Finger of guilt, entrambi di prossima pubblicazione presso TimeCrime. Paul Grossman insegna storia della letteratura e scrittura creativa presso la City University di New York.

Nessun commento:

Posta un commento