Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 26 novembre 2012

Recensione: IL GIOCATTOLAIO di Stefano Pastor - Fazi editore

Cari amici,
apriamo questa settimana con la recensione de IL GIOCATTOLAIO di Stefano Pastor, uno degli autori vincitori del torneo letterario “Io Scrittore”. Il Giocattolaio è edito da Fazi editore ed è il primo romanzo dell'autore ferrarese.
Con IL GIOCATTOLAIO, Pastor ci regala un thriller-horror inquietante, che non tarderà di sconvolgere il lettore. Ma non si tratta di un'inquietudine data da scene macabre o sanguinarie, al contrario, il romanzo, infatti, è quasi privo di violenza gratuita. L'angoscia che l'autore provoca nel lettore è di tipo psicologico, ed è data dalla presenza dei bambini che, come spesso accade quando sono protagonisti di film o libri thriller, e ancora peggio vittime, colpiscono nell'anima.
Elemento interessante è che Pastor gioca sapientemente con lo scambio dei ruoli. Infatti, ne "Il Giocattolaio" troviamo adulti che sono rimasti bambini - vittime della famosa sindrome di Peter Pan - e bambini che hanno avuto la sfortuna di crescere troppo in fretta. Sono dovuti diventare adulti e responsabili per le mancanze dei "grandi".
Il romanzo è ambientato nella periferia di una grande città, ma l'autore non specifica quale, lasciando libera l'immaginazione di chi legge. Una periferia grigia, ormai degradata, piena di vecchi palazzi vuoti, dove si annida il male.
I protagonisti indiscussi sono proprio i bambini, e la storia è incentrata principalmente sulla scomparsa improvvisa di alcuni di loro. Sparizione che termina con il ritrovamento dei loro cadaveri. La scomparsa di questi bambini però sembra non interessare a nessuno. Nessuno degli adulti, almeno. Ad indagare sulle misteriose sparizione, infatti, sarà Mina - una quindicenne un po' troppo adulta per la sua età - e alcuni suoi coetanei, tra cui un ragazzo straniero. Alle indagini, si aggrega anche Peter - un personaggio bizzarro e estroverso, che verrà accusato di abuso su minori.
Pastor ha uno stile narrativo che "prende" e costruisce un thriller ben strutturato dove il male non è tra le strade, ma dentro le mura domestiche. Un male che nessuno vede, o finge di farlo. Un male che tutti cercano di ignorare, perché "i panni sporchi si lavano in casa".
Massimo, Marco, sono solo alcuni dei nomi dei protagonisti di questo romanzo, che sono vittime degli adulti. Vittime di quelle persone che dovrebbero aiutarli e guidarli nella crescita. "Il Giocattolaio" non è soltanto un thriller, ma è anche una denuncia sociale sugli abusi e maltrattamenti sui minori.
Inoltre, questo libro allieterà anche gli amanti del giallo ad effetto, perché il colpo di scena è assicurato!
Infatti, il mostro sarà un personaggio insospettabile, una piacevole sorpresa.
In conclusione, IL GIOCATTOLAIO è una lettura piacevole, coinvolgente e ricca di suspense che vi consigliamo vivamente!

Titolo: Il Giocattolaio

Autore: Stefano Pastor
Editore: Fazi Editore
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 397

L'AUTORE:
Stefano Pastor è nato a Ventimiglia e vive in provincia di Ferrara. Dopo aver lavorato a lungo nel commercio di musica e film, ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Il Giocattolaio è il suo primo romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento