Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano





lunedì 22 aprile 2013

Recensione: SHERLOCK HOLMES E IL MORBO DI DRACULA di Stephen Seitz - Gargoyle books


Cari amici,
apriamo la settimana parlandovi di un titolo che sicuramente susciterà la curiosità di molti lettori appassionati del giallo classico e dell'occulto. Si tratta di SHERLOCK HOLMES E IL MORBO DI DRACULA di Stephen Seitz, edito da Gargoyle Books.
Ci sono in commercio numerosi pastiche sul famoso investigatore di Baker Street, ma questo merita sicuramente la nostra attenzione. Seitz, infatti, ha dato vita ad un'indagine ben costruita e ricca di mistero mettendo insieme due personaggi opposti: Sherlock Holmes e Dracula.
Leggendo il romanzo, ci si accorge all'istante che l'autore è un grande conoscitore dell'intera produzione di Doyle, e questo è un punto in più, perché rende l'apocrifo maggiormente veritiero.
La storia si snoda tra Londra e la Transilvania, regalandoci uno scorcio suggestivo e ben documentato del territorio rumeno.
Tenendo fede alla tradizione, la storia è raccontata dal preciso dottor Watson che, in questa avventura, ci dimostrerà come anche lui riesce a risolvere gli enigmi, uscendo per un po' dalla figura del compagno dall'intelligenza ordinaria, che scompare accanto il genio brillante di Holmes.
Watson, infatti, ricoprirà un ruolo fondamentale sia nella risuoluzione del mistero, che nel salvare la vita del suo migliore amico.
Il tutto ha inizio con la scomparsa del giovane avvocato Jonathan Harker, inviato in Transilvania, presso il castello di Dracula, dal suo capo Bram Stoker. Non ricevendo più sue notizie, la fedele fidanzata del giovane, Mina Murray, si rivolge ad Holmes per ritrovarlo. Sherlock non ci pensa due volte ad accettare il caso, e in breve, insieme a Watson, saranno in viaggio verso la Romania.
Qui Holmes si ritroverà a combattere contro Dracula e i suoi vampiri ma, come sempre, lui troverà una soluzione razionale per tutto questo. Andrà contro le credenze locali, indicando una spiegazione per ogni evento e attacco.
Seitz riesce a creare una storia avvincente, uno scontro tra due personaggi opposti (Homes rappresenta la razionalità, mentre Dracula l'occulto, il mistero e la suggestione) includendo anche temi politici, sullo sfondo di intrighi internazionali.
Rispettando però la tradizione, l'autore inserisce anche nomi molto noti agli amanti del genere, come il celebre nemico Moriarty, che non tarda anche questa volta di metterci il suo zampino.
La narrazione scorre piacevolmente, così come la lettura. I personaggi sono ben delineati e si percepisce la sensazione di leggere un Doyle originale. L'unica nota stonata che potremmo incontrare lungo il cammino, è che l'autore ad un certo punto si è allontanato dal filone principale della trama, per poi riprenderlo magistralmente sul finale.
Siamo di fronte ad un apocrifo che lascerà il segno, e che possiamo sicuramente inserire tra i migliori del genere.
Un mistery dal sapore horror, dove l'occulto ne è protagonista.
Una lettura che vi consigliamo vivamente, per trascorrere un paio di ore in buona compagnia, all'insegna dell'avventura e della buona letteratura.
Consigliato da Il Giallista!

L'AUTORE:
Nato nel 1954, Stephen Seitz è giornalista e scrittore. A eccezione di tredici anni trascorsi a Washington, dove ha lavorato per il Dipartimento di Giustizia e dell’Energia del Governo Federale, è sempre vissuto in Vermont. Sherlock Holmes è il morbo di Dracula è il suo primo romanzo. www.stephenseitz.net

Sherlock Holme e il morbo di Dracula
Stephen Seitz
Gargoyle Books
ean 9788898172009
12,90 euro
pp. 200
traduzione Francesco Riezzo

Nessun commento:

Posta un commento