Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




sabato 6 aprile 2013

Intervista a EUGENIO MARINELLI, la voce italiana di POIROT


Buon inizio week end, amici!
Abbiamo una sorpresa per tutti gli amanti del giallo classico, di Agatha Christie, e soprattutto di Hercule Poirot. Oggi, infatti, è ospite del nostro blog Eugenio Martinelli, la voce italiana di Hercule Poirot, della celebre serie televisiva POIROT, interpretata dal grande David Suchet.

1) Benvenuto, Eugenio, e grazie per aver accettato di essere nostro ospite. Come abbiamo scritto nella presentazione, tu sei la voce italiana dell’investigatore Hercule Poirot (nato dalla penna della scrittrice Agatha Christie), della serie televisiva Poirot, quanto lavoro c’è nell’interpretare questo personaggio?
Come dico ai miei allievi dei corsi di doppiaggio, l'unico lavoro che c'è da fare è quello di riproporre ciò che ha fatto l'attore di presa diretta, senza aggiungere nulla di personale. Insomma, fare carta carbone della presa diretta anche perché, un attore bravo come Suchet, ha impiegato mesi di preparazione per arrivare al personaggio di Poirot.

2) C’è un episodio di questa serie che ti è piaciuto doppiare particolarmente?
Un episodio che mi è piaciuto doppiare è stato Assasinio sull'Orient Express, per la capacitá espressiva e la verità che ha saputo trovare Suchet.

3) Avendo lavorato all’intera serie Poirot, conosci tutti i romanzi della Christie, ne hai anche letto qualcuno?
No, non ho mai letto i suoi romanzi, li ho conosciuti doppiandoli.

4) Quale è il tuo rapporto con il mistero e i gialli?
E' un genere letterario che mi affascina e mi intriga, adoro risolvere, scoprire, indagare.

5) Eugenio, ricordi quale è stato il tuo primo lavoro da doppiatore?
Il mio primo lavoro fu doppiare un film chiamato Dogs, e la direzione del doppiaggio era del grande Emilio Cigoli, la voce di Gary Cooper, John Wayne, ecc. Fu un grande onore iniziare con un attore-doppiatore così prestigioso.

6) Cosa consiglieresti ad un giovane che desiderasse intraprendere la tua stessa carriera?
Di fare una buona scuola di recitazione e un corso di doppiaggio, magari con me, non lo dico per niente ma sono uno dei pochi che ama e rispetta i colleghi in erba e penso di poter dare un buon contributo per una crescita artistica, vista i grandi con i quali ho lavorato e ho avuto l'onore di essere diretto. Dico tutto questo senza presunzione, i miei lavori lo testimoniano.

7) Per concludere, puoi dare qualche anticipazione ai nostri lettori sull’uscita dei nuovi film della seria televisiva?
So che in Inghilterra sta filmando gli ultimi 5 racconti, ma non so quali siano. Verso Luglio ne saprò di più, visto che dovrò doppiarli e dirigerli e magari potrò darvi qualche chicca.

Grazie mille per la disponibilità, e per le belle emozioni che ci fai provare, Eugenio.
A presto!
Marco Tiano

3 commenti:

  1. Davvero un mare di complimenti a questo bravissimo doppiatore! Una volta mi è capitato di vedere un episodio della serie con Poirot doppiato da un'altra voce, non ce l'ho fatta a continuare a vederlo, non mi concentravo. La voce che gli da Marinelli è bellissima e inconfondibile. Bravo!
    Patrizia L.

    RispondiElimina
  2. Eugenio, Poirot senza la tua voce non sarebbe se stesso.... il tuo amico Riccardo.

    RispondiElimina
  3. PS

    Eugenio sei grande, sempre il tuo amico Riccardo

    RispondiElimina