Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




venerdì 12 aprile 2013

News: In anteprima i titoli di aprile di TimeCrime


Eccovi i nuovi thriller di aprile per i titpi di TimeCRIME editore.
Si tratta di un esordio, quello di Mark Pryor con IL LIBRAIO DI PARIGI, e de I TRE DEMONI, l'ultimo romanzo del noto John Connolly.

Mark Pryor
IL LIBRAIO DI PARIGI
traduzione di Tommaso Tocci
Pagine 400
€ 14,90
in libreria dal 18 aprile

TUTTO RUOTA INTORNO ALLA SPARIZIONE DI UN LIBRO ANTICO DEL VALORE DI 500.000 EURO. RITROVARLO VUOL DIRE SCOVARE L’ASSASSINO.

IL LIBRO:
Max, un anziano libraio di Parigi, viene rapito davanti agli occhi di Hugo Marston, capo della sicurezza presso l’ambasciata degli Stati Uniti. Eppure, nonostante la sua testimonianza, la polizia non sembra intenzionata ad aprire un’inchiesta, neanche quando, di lì a qualche giorno, nella Senna vengono ritrovati i cadaveri di altri due librai. Scavando nel passato di Max Koche, Hugo scopre dettagli inquietanti: perché mai la CIA possiede un dossier sul vecchio libraio? E perché il nome di Max viene accostato a quello di Serge e Beate Klarsfeld, i famigerati cacciatori di nazisti nella Francia del dopoguerra? La sua scomparsa è in qualche modo legata al suo passato, o c’entra uno di quei misteriosi libri antichi che si rifiutava di vendere nonostante le insistenze dei facoltosi bibliofili parigini? Servendosi del prezioso aiuto di Tom Green, un agente dei servizi segreti che conosce dai tempi dell’fbi, Marston cerca di mettere insieme i tasselli del puzzle e di collegare passato e presente, in un’indagine serrata e pericolosa, che lo porterà a scendere a patti con gli ambienti corrotti all’interno della polizia e delle istituzioni, e che finirà per coinvolgere le bande criminali in guerra per il controllo del traffico internazionale di droga.

L'AUTORE:
Mark Pryor è nato ad Austin, in Texas, dove lavora come assistente del procuratore distrettuale della contea di Travis. Questo è il suo romanzo d’esordio.

«La scrittura di un giornalista e avvocato è totalmente aderente ai fatti, spogliata fino all’osso, senza spazio per voli di fantasia o metafore. Ho dovuto imparare a lasciarmi andare e a concedermi di scrivere attingendo un po’ dalla mia immaginazione, di divertirmi con la lingua anziché buttare giù una semplice narrazione fattuale e consequenziale di eventi. Ciò che mi piace di più dello scrivere thriller è che amo mettere insieme i pezzi di un puzzle, creare una sorta di enigma e renderlo facile da seguire ma difficile da penetrare. È davvero una sfida, ma mi piace.» Mark Pryor

John Connolly
I TRE DEMONI
traduzione di Stefano Bortolussi
Pagine 480
€ 9,90
in libreria dal 18 aprile

IL LIBRO:
Con questo titolo esordisce per il marchio Timecrime. Charlie Parker ha da poco riavuto la sua licenza di investigatore privato quando viene interpellato da Bennett Patchett, il proprietario di un diner nei pressi di Portland, piuttosto scettico riguardo alle circostanze del suicidio del figlio, reduce dell’Iraq. Non ci vuole molto perché si scopra che Joel Tobias, ex comandante della squadra di Damien Patchett, conduce uno stile di vita decisamente sopra le righe e che i suoi andirivieni dal Canada sono tutt’altro che innocui viaggi di lavoro. Intanto, con ritmo implacabile, si susseguono i suicidi nell’ex brigata Stryker, responsabile del trafugamento dal Museo di Baghdad di un misterioso scrigno da cui sembrano provenire inquietanti sussurri. Stanno morendo tutti... E due personaggi sospetti si scorgono sullo sfondo. Il primo, Herod, deturpato nell’aspetto da un male incurabile, aspetta di portare a termine il proprio folle percorso di morte e rigenerazione; l’altro, il Collezionista, caccia nell’ombra come sicario di Dio, gloriandosi di macabri trofei. Nel buio, là dove le forze oscure si scatenano, Parker sarà forse costretto a stringere una terribile alleanza, per poi scoprire, ancora una volta, che non c’è soluzione senza ambiguità.

L'AUTORE:
John Connolly nato a Dublino nel 1968, ha lavorato come giornalista, barista e tuttofare nei grandi magazzini Harrods di Londra. Ha studiato Inglese al Trinity College di Dublino e Giornalismo alla Dublin City University, quindi ha passato cinque anni a lavorare come giornalista freelance per il quotidiano The Irish Times, per cui continua a scrivere.

«Fin da piccolo sono sempre stato un appassionato delle classiche storie di fantasmi, ma per me non erano isolate dal resto. Ero in grado di stabilire collegamenti con altre forme di scrittura che mi interessavano, ma anche con la mia stessa immaginazione. È questo che fanno gli scrittori: prendono forme preesistenti e vi aggiungono elementi di sé per creare qualcosa di nuovo. O almeno è quello che dovrebbero fare.» John Connolly

Nessun commento:

Posta un commento