Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




sabato 10 marzo 2012

Recensione: OMICIDIO ALLO SPECCHIO di Ryan David Jahn

TimeCrime, il nuovo marchio della Fanucci editore, dedicato esclusivamente al mistery, ha fatto nuovamente centro!
Chiudiamo la settimana, infatti, parlandovi di "Omicidio allo specchio" di Ryan David Jahn, un thriller psicologico che vi terrà con il fiato sospeso fino alla fine.
Protagonista di Omicidio allo specchio è Simon Johnson, un giovane che lavora per una grossa società di contabilità di Los Angeles, dotato di una personalità ossessiva e paranoica.
La storia ha inizio quando Simon un giorno viene aggredito nel suo squallido appartamento di Los Angeles e, senza rendersene conto, uccide l'intruso. Sarà in quel momento che guarderà per la prima volta il viso dello sconosciuto, e si renderà conto che è identico a lui. Unica differenza: una cicatrice sulla guancia.
Da qual momento in poi, la fragile psiche di Simon sarà messa a dura prova.
Come abbiamo accennato prima, Omicidio allo specchio è un trhiller che scandaglia la psiche umana, un thriller dalle tinte noir, che coinvolgerà il lettore in un vortice di emozioni.
Ryan David Jahn ha uno stile narrativo coinvolgente, caratterizzato da un ritmo frenetico.
L'autore ha la capacità di immergere il lettore nella mente del protagonista, facendogli rivivere la sua confusione e paranoia. Il lettore seguirà il protagonista in ogni istante della sua vita, conoscerà le sue abitudine, i sui pensieri e i timori che lo perseguitano.
Nel momento, infatti, in cui Simon si renderà conto di aver ucciso un uomo con il suo stesso volto, deciderà di indagare sulla vita dell'intruso e di prendere il suo posto. Ma ben presto, qualcosa si spezzerà! La vita che Simon aveva immaginato dello sconosciuto è totalmente diversa dalle sue aspettative. Inizieranno a perseguitarlo strani messaggi, sarà vittima di allucinazioni e la realtà si confonderà con la fantasia.
Simon inizierà un viaggio surreale nella propria psiche e inconscio alla scoperta della sconvolgente verità; una verità che lo riguaderà da vicino più di quanto potesse mai aspettarsi. Omicidio allo specchio è un romanzo che si legge in un paio di ore e che vi incollerà alle pagine.
Unica nota stonata, a nostro parere, potrebbe essere che la soluzione del mistero è intuibile già parecchie pagine prima della fine. Ma ciò non toglie nulla alla lettura, in quanto, il fine dell'autore in questo libro non è di sorprendere il lettore come in un giallo classico, ma di accompagnarlo in un viaggio surreale, e carico di adrenalina, all'interno della mente umana.

Nessun commento:

Posta un commento