Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano





venerdì 5 maggio 2017

Recensione: UNA RAGAZZA BUGIARDA di Ali Land - Newton Compton Editori.


Cosa succede quando una bambina cresce con un mostro? Che direzione prenderà la sua vita, quando la madre che dovrebbe proteggerla e farla sentire al sicuro, invece, la rende complice di crimini indescrivibili?
Questo, è il tema centrale di UNA RAGAZZA BUGIARDA di Ali Land, edito da Newton Compton Editori. Un thriller psicologico che vede come protagonista la giovane Annie; una quindicenne testimone dell'omicidio di otto bambini.
Sì, perché la madre di Annie è un mostro, una persona che rapisce bambini molto piccoli, per poi ucciderli.
Annie è vittima, complice e spettatrice delle fantasie perverse della madre. Ormai Annie ha quindici anni, e finalmente decide di ribellarsi, di accusare la madre dei suoi indicibili crimini, denunciandola alla polizia. Non è stata una scelta facile. Annie è molto legata a sua madre. Nonostante le torture, gli abusi, le perversioni e i crimini, il loro legame è forte. Annie la sente parlare, quando è sola. Sente la sua presenza ovunque.
Adesso, Annie ha cambiato nome - si fa chiamare Milly - e vive in una nuova famiglia. La sistemazione è temporanea, fino al termine del processo.
Milly ha incubi, si sente sola ed emarginata. Vuole essere accettata, desidera una vera famiglia, dove qualcuno pensi a lei in modo diverso della sua madre biologica.
Ma chi è Milly? Cosa nasconde? Come si è evoluta la sua psiche, dopo anni di abusi?
Milly vive con la paura di poter essere come sua madre: un mostro che ammazza i bambini.
Milly ha molti segreti.
Nella nuova famiglia, la giovane si attacca particolarmente al padre adottivo, il psicoterapeuta Mike, che deve aiutarla ad affrontare psicologicamente il processo.
Nella nuova famiglia c'è anche un'altra ragazza, Phoebe, la figlia di Mike e la moglie Saskia.
Phobie non sopporta Milly. Seppur non sappia nulla del suo passato e della sua vera identità, Phobie la detesta. Non la vuole in casa. Milly, al contrario, vorrebbe rimanere, essere accettata.
Cosa è disposta a fare Milly per raggiungere il suo obiettivo? Chi è veramente? Qual è la sua vera natura? Anche lei è malvagia, manipolatrice come sua madre? Oppure crescere il quel clima di disagi e abusi, l'ha resa diversa dalla sua aguzzina?
Milly è una vittima o una complice?
Sono molte le domande al quale il lettore si troverà a dover dare delle risposte. Ma sono risposte che riceverà solo alle fine, nelle ultime battute.
Intrigante, coinvolgente e inquietante, questo thriller è un'ottima lettura, che cattura sin dall'inizio.
Lo stile narrativo è molto singolare: i pensieri della protagonista si mescolano con il racconto in modo fluido.
Per quanto riguarda i protagonisti, questi sono molto ben delineati. C'è il padre amorevole, comprensivo, che Milly sogna da anni. C'è la figlia della coppia, la sorella sempre voluta da Milly, che però la detesta, e poi c'è la madre adottiva, che è una figura quasi assente. Tutto il contrario della vera madre di Milly.
"Una ragazza bugiarda" è un thriller originale, una lettura fuori dai soliti schemi, che non vi deluderà.  

UNA RAGAZZA BUGIARDA
Ali Land
Editore: Newton Compton Editori
Pag.: 352
Prezzo: €9,90
Uscita: 30 marzo 2017


                                               


L'AUTRICE:
Dopo la laurea in Psicologia, ha trascorso dieci anni lavorando negli ospedali e nelle scuole di Regno Unito e Australia. Adesso è una scrittrice a tempo pieno e vive nel nord di Londra. Una ragazza bugiarda è in corso di traduzione in venti Paesi.

1 commento: