Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




mercoledì 24 maggio 2017

Recensione: GLI EREDI di Wulf Dorn - Corbaccio


Wulf Dorn è in libreria con il suo ultimo thriller GLI EREDI (edito da Corbaccio) e, come tutti gli artisti che si rispettino, l'autore è giunto in un momento in cui desidera esplorare nuovi territori.
"Gli eredi", infatti, è uno psicothriller diverso dai precedenti scritti da Dorn. Questa volta, l'autore ha intinto la penna, con cautela, nel genere horror. Siamo sempre nel thriller, ma ci sono chiari riferimenti all'horror, al soprannaturale, e anche al re Stephen King.
Gli elementi tipici di Dorn ci sono tutti. C'è la scorrevolezza della lettura, la capacità di conquistare subito il lettore e mantenere alta l'attenzione, e la suspense.
Il ritmo narrativo è costante all'inizio, per poi accelerare nelle battute finali, quando l'autore svela l'inquietante verità.
Sì, perché la parte horror del libro non risiede tanto nelle scene, quanto nell'idea vera e propria, nella storia, nella possibilità che lo scenario ipotizzato dall'autore possa accadere.
Seppur frutto di fantasia, con riferimenti al paranormal, la vicenda ha delle sfumature molto inquietanti, soprattutto in quanto legate ai bambini; che sono i veri protagonisti del libro.
Inoltre, l'autore ha introdotto un tema sociale molto sentito. Questo romanzo, oltre un thriller, una lettura di svago, è una forte denuncia sociale nei confronti della generazione moderna. Un libro profondo. Un libro che si interroga sul destino del mondo, che ha come temi di fondo il rispetto, la salvaguardia e la conservazione.
La storia è incentrata sulla misteriosa sparizione di tutti gli abitanti di un piccolo villaggio, e su una serie di efferati delitti.
A raccontare cosa è successo è Laura Schrader, una giovane sopravvissuta. La sua storia è assurda, sfiora il ridicolo, nessuno le crede; soprattutto la polizia, che tiene conto solo delle prove fisiche, reali, dei fatti.
Laura è sconvolta, sotto shock, terrorizzata, e ad ascoltare il suo assurdo racconto viene chiamato il psichiatrico dell'ospedale, Frank Bennell. L'uomo ascolterà l'intero racconto di Laura, per una intera notte, e, seppur conscio dell'impossibilità delle sue rivelazioni, una parte di lui è dubbiosa. Laura sembra molto convinta di ciò che dice, ma la ragione, tutto quello che ha vissuto fino ad adesso, gli suggerisce che è impossibile. Se fosse, vero, il mondo sarebbe arrivato a una tragica svolta.
Estremamente originale, coinvolgente e inquietante, GLI EREDI è una lettura da non perdere.
Con questa storia, Wulf Dorn ha esplicitamente comunicato la sua voglia di percorrere nuove strade narrative, e ci ha dimostrato che è un autore capace di sorprendere il lettore con storie nuove e appassionanti come questa.
Consigliato!

GLI EREDI
Wulf Dorn
Editore: Corbaccio
Pag.:
Prezzo:
Uscita: 18 aprile 2017

Un altro Incubo, radicale, definitivo, ineluttabile, ma anche provocatorio, che ci costringe a riflettere da un altro punto di vista sulle nostre responsabilità verso il mondo dopo di noi

 

L'AUTORE:
Wulf Dorn, nato nel 1969, ama le storie appassionanti, i gatti e viaggiare. Per vent'anni ha lavorato come logopedista in una clinica psichiatrica, e da questa sua esperienza ha tratto grande ispirazione come scrittore. In Italia Corbaccio ha pubblicato La psichiatra, che è diventato un bestseller grazie al passaparola dei lettori, Il superstite, Follia profonda, Il mio cuore cattivo, Phobia, Incubo e Gli eredi.

Nessun commento:

Posta un commento