Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 23 aprile 2012

News: Non si può dimenticare il mare di Giambattista Lazazzera

Salve amici Giallisti,
iniziamo la nostra settimana segnalandovi "Non si può dimenticare il mare" il primo libro di Giambattista Lazazzera, edito da Tindari edizioni.

Il Libro:
Gianni, fresco vincitore di un concorso nel ministero delle imposte, lascia il suo paesino del sud per recarsi a Pizzo del Monte, una ridente, ma oscura e isolata cittadina delle Prealpi bergamasche. Comincia così la sua sofferta avventura professionale e sentimentale, condizionata da una burocrazia cinica e ottusa, che rischia di fare a pezzi i suoi progetti e le sue speranze. La sua esperienza maturerà attraverso un coacervo di situazioni paradossali e grottesche, alle prese con individui meschini e opportunisti, ma anche con personaggi dalla profonda umanità, che lo aiuteranno forse a non soccombere. L’elemento predominante del racconto è l’ironia, a volta amara a volte esilarante, ma che accompagna il lettore nella conoscenza di situazioni che, per quanto caricaturali, rispecchiano con molta verosimiglianza il mondo del pubblico impiego. Non mancano tuttavia tratti di pura poesia, come quando il protagonista avverte la nostalgia dei sapori e dei colori della sua età più felice, interrogandosi se e quando potrà mai ritrovarli.

L'autore:
Giambattista Lazazzera, classe 1962, lucano di origine e napoletano di adozione, è un funzionario dell’amministrazione penitenziaria che, in virtù del lavoro svolto, ha maturato esperienze significative in Sardegna e soprattutto nell’Italia settentrionale, ove è rimasto per molti anni in attesa di fare rientro là dove lo richiamavano le sue radici, ovverossia al sud. Oggi vive con la sua famiglia a Napoli. “Non si può dimenticare il mare”, parafrasi ironica e talvolta grottesca della propria vicenda umana e professionale, è il suo primo romanzo, pubblicato dalla Tindari Edizioni nel febbraio 2012.

Nessun commento:

Posta un commento