Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano





mercoledì 5 aprile 2017

Recensione: UNA PERFETTA SCONOSCIUTA di Alafair Burke - Piemme


Alafair Burke (autrice de "La ragazza nel parco" - libro che avete votato come MIGLIOR THRILLER 2016 su IL GIALLISTA) è destinata a diventare una regina del thriller moderno. Con il suo nuovo romanzo UNA PERFETTA SCONOSCIUTA, edito da Piemme editore, la Burke ci regala un thriller dove nulla è come sembra. Un thriller dove ogni personaggio ha segreti da nascondere, dove le verità nascoste sono più di quelle svelate.
Dietro ogni pagina, si nasconde un pezzetto della realtà, un nuovo tassello che avvicina al finale e alla scoperta della verità.
Costruito come un giallo classico, "Una perfetta sconosciuta" è un mix di intrighi e misteri.
Bisogna dubitare di tutti e tutto.
La protagonista è Alice, la giovane figlia di un famoso regista cinematografico.
Alice ha sempre sentito il peso del suo cognome, e vuole affermarsi nel mondo del lavoro solo con le sue forze. Non vuole che la reputazione del padre la preceda. per questo motivo, quando le capita l'offerta di lavoro della sua vita, accetta senza tanti tentennamenti. Certo, sembra tutto troppo facile e bello, per essere vero. Un perfetto sconosciuto, incontrato a una mostra, le offre di aprire una galleria tutta sua. Una galleria dove lei sarà la responsabile, e potrà organizzare e rappresentare gli autori che ritiene più meritevoli.
Nutre subito qualche dubbio, ma la voglia di essere indipendente e di dire "ce l'ho fatta sa sola", è più forte di lei. Non ha dato retta ai tanti campanelli di allarme. Come il fatto che quest'uomo affascinante sta aprendo una galleria d'arte per conto di un investitore misterioso. Anche il primo artista che deve ospitare è celato nell'ombra. Si può entrare in contatto con lui solo tramite messaggi o e-mail.
Accettare questo incarico si rivelerà il suo sbaglio più grande, perché la catapulterà in un vortice di morte e terrore.
Pochi giorno dopo l'apertura, infatti, recandosi in galleria, trova l'uomo misterioso che le aveva offerto il lavoro morto.
La prima sospettata è proprio lei. La polizia le mostra una foto che la ritrae insieme a lui, mentre si baciano. Ma Alice non l'ha mai baciato, lo conosceva da pochi giorni, e non sapeva nulla sul suo conto. Non aveva alcun motivo per volerlo morto, ma gli indizi dimostrano il contrario. Tutte le prove raccolte dalla polizia, infatti, puntano su di lei.
A questo punto, decisa a riprendersi la vita che le hanno tolto, e dimostrare la sua innocenza, Alice inizierà a indagare per conto suo, scoprendo segreti sepolti nel passato riguardanti la sua famiglia, che la sconvolgeranno. Segreti che la riguarderanno da vicino più di quanto possa immaginare.
La Burke ha costruito un thriller perfettamente strutturato, con un ottimo stile narrativo, che agguanta subito il lettore, lasciando la presa solo dopo aver letto l'ultima pagina.
Il colpo di scena finale è una piacevole sorpresa, e i lettori più smaliziati, quelli che amano i classici, ne rimarranno soddisfatti, perché l'autrice dissemina numerosi indizi per intuirlo prima, dimostrando quindi la sua lealtà.
In conclusione, "Una perfetta sconosciuta" è una lettura che consigliamo agli amanti del mystery in generale, classico e moderno, e a tutti gli appassionati delle storie piene di suspense e intrighi.
Consigliato!


UNA PERFETTA SCONOSCIUTA
Alafair Burke
Genere: thriller
Editore: Piemme
Pag.: 384
Prezzo: €18,50
Uscita: 14 marzo 2017

                                                        

L'AUTRICE:
Alafair Burke, autrice de La ragazza nel parco, bestseller pubblicato in Italia da Piemme, è un avvocato penalista, con una grande esperienza di processi. I suoi romanzi, sia crime che thriller psicologici, sono bestseller del New York Times, elogiati da autori come Michael Connelly e Dennis Lehane.

Nessun commento:

Posta un commento