Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




giovedì 21 aprile 2016

Recensione: NON TORNA NESSUNO di Sophie Littlefield



Una madre farebbe di tutto per ritrovare il figlio scomparso. Immaginatevi cosa farebbero ben due madri, alla ricerca dei loro rispettivi figli; entrambi scomparsi in circostanze misteriose.
Questo è il caso di NON TORNA NESSUNO di Sophie Littlefield, edito da Sperling & Kupfer.
Un thriller che dimostra come l'amore di una madre non abbia ostacoli; di come il volere è potere.
Paul e Taylor sono due ragazzi che lavorano da poco in uno dei tanti impianti petroliferi del North Dakota, aperti dopo il boom petrolifero. Proprio per rispondere alla massa di lavoratori in arrivo, accanto agli impianti, sorgono, come funghi, alloggi per gli uomini ingaggiati. Alloggi fatiscenti, freddi, dotati del minimo indispensabile. È in questo ambiente, che i due giovani spariscono, così, all'improvviso. Negli impianti, spesso le norme di sicurezza sono carenti, e accadono molti incidenti sul lavoro. Incidenti che le le compagnie fanno di tutto per insabbiare. In queste circostanze, i lavoratori, pur di non perdere il lavoro, evitano di parlare di ciò che accade negli impianti, e si allontanano da coloro che vorrebbero rivelare la verità. Nessuno vuole mettersi contro dei colossi, così, a volte, alcuni lavoratori spariscono. Forse è il caso di Paul e Taylor. I due si conoscevano da poco, eppure sembravano già grandi amici. Nati e cresciuti in due realtà completamente diverse, andavano molto d'accordo. Paul era figlio di una famiglia influente del Massachussetts, mentre Taylor proveniva da una famiglia umile della California.
Per i due giovani, però, questa sembra non essere un problema. Nessuno sembra preoccuparsi della loro scomparsa. Tutti sminuiscono l'accaduto, a eccezione di Colleen e Shay, le rispettive madri.
Colleen, la madre di Paul, è ricca e benestante, e non ci pensa due volte a prendere un aereo e volare in North Dakota. Deve ritrovare il figlio.
Giunta nella cittadina, fa subito la conoscenza di Shay, "l'altra madre". Le due non vanno molto d'accordo; sono due personalità completamente diverse. Colleen è introversa, sempre ben vestita, dai modio garbati imposti dal ceto sociale nel quale vive, mentre Shay è estroversa, irascibile, schietta. Non ha problemi a dire ciò che pensa. In circostanze normali, forse non si sarebbero degnate neppure di uno sguardo, ma in questo caso l'amore per i figli, e la loro scomparsa, le accomuna. Uniranno le forze per scoprire la verità, ma non sarà facile. Un muro di omertà le sbatterà in faccia. Nessuno sembra sapere niente, nessuno vuole essere disturbato. Devono andarsene; fanno troppe domande, e qualcuno potrebbe farsi male. Nonostante le minacce, e i pericoli, le due donne non mollano. Non prima di avere ritrovato i loro figli. Non ha importanza cosa dovranno fare, o a quali compromessi scendere, in questo caso, il fine giustifica i mezzi, perché l'amore per un figlio non ha ostacoli. Non potrebbero vivere senza sapere cosa gli fosse successo. Anche nella peggiore delle ipotesi, loro devono sapere.
In un clima freddo, ostile, maschilista, due donne si fanno largo graffiando e mordendo. NON TORNA NESSUNO è un thriller crudo, che scava nell'animo umano. Un thriller che mette a nudo le paure di una madre, che dimostra di come l'amore materno possa abbattere qualsiasi ostacolo. Non ci sono paure più grandi della perdita di un figlio.
Con uno stile narrativo semplice, privo di fronzoli, Sophie Littlefield ha scritto un romanzo carico di sentimenti e coinvolgente. Una lettura consigliata non solo agli amanti del thriller, ma anche a chi ama le storie intense.

NON TORNA NESSUNO
Sophie Littlefield
Editore: Sperling & Kupfer
Pag.:. 324
Prezzo: €19,90 - Versione ebook disponibile
Uscita: 23 febbraio 2016

L'AUTORE:
Sophie Littlefield è nata in Missouri. Scrittrice fin dall’infanzia, i suoi romanzi hanno vinto l’Anthony and RT Book Award ed è stata selezionata per numerosi altri premi, tra cui il Goodreads Choice Award. Inizialmente ha lavorato nel campo della tecnologia, che ha poi lasciato per dedicarsi ai figli. Vive ora in California, dove scrive romanzi per ragazzi e adulti, che le hanno valso una candidatura ai più prestigiosi premi della narrativa gialla, gli Edgar Award.

Nessun commento:

Posta un commento