Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




venerdì 27 giugno 2014

News: KALIPYGIA di Patrizia Petruccione


Amici giallisti,
vi presentiamo KALIPYGIA, un poliziesco di tipo classico di Patrizia Petruccione, edito da E-Edizioni.
Buona lettura!

KALIPYGIA
Patrizia Petruccione
Pag: 272
Genere: Giallo
Prezzo: €15,00
E-Edizioni

IL LIBRO:
Un giallo poliziesco di tipo classico, una vicenda che ha come sfondi il budello di Alassio e la campagna di Albenga, un romanzo che dedica molto spazio alla caratterizzazione psicologica dei personaggi e ai sentimenti che li coinvolgono: tutto questo è Kalipygia. Il termine greco indica un attributo di Venere – significa dalle belle natiche –, ma nella vicenda è il nome di una orchidea rara scomparsa, che si rivelerà chiave della vicenda. Nell'autunno un po' malinconico della riviera ligure, il commissario Paola Franchi indaga sull'assassinio di un professore di greco e latino, appassionato coltivatore di orchidee. Il commissario, che vince lo stress divorando cioccolato, e deve confrontarsi giornalmente con problemi e rapporti familiari non sempre facili, ha al suo fianco, come collaboratori, il sostituto Luisa Consoli, grande lettrice e instancabile interlocutrice, e l'ispettore Malara, aitante e palestrato, animato da rivalità professionale nei confronti del piemme Francesco Martini, il magistrato responsabile dell'inchiesta. Il rapporto con Martini emerge come una nota trascinante della storia. Da un approccio teso e diffidente la collaborazione con il piemme si fa per il commissario Franchi sempre più intrigante e sembra concentrarsi sull'interesse suscitato nella donna dalle scarpe del magistrato, le quali finiscono col diventare un simbolo erotico. I due investigatori indirizzano i loro sospetti sul giovane cognato del professore, un dominicano bello, scontroso ed enigmatico. La moglie della vittima, incinta da alcuni mesi, si mostra, a sua volta, piuttosto reticente a fornire informazioni. Sono i colleghi e gli amici del professore che ne rivelano al commissario i segreti della vita. Dunque, mentre tutti gli indizi indicano come colpevole il giovane cognato del professore assassinato, il ragazzo, d'accordo con la sorella che lo protegge, si allontana, rendendosi irreperibile. Ma il commissario Franchi, non convinta della sua colpevolezza, indaga ancora per ricostruire, per le strade di Genova, l’itinerario del professore e dell’orchidea scomparsa e scoprire, attraverso le frequentazioni e il passato della vittima, altri potenziali sospetti. Un secondo delitto, quello di un assistente universitario che si scoprirà aver dato rifugio e ospitalità al caraibico, ritenuto l'assassino del professore, interviene a confermare i sospetti e in breve il presunto colpevole viene fermato e arrestato. L'ostinazione del commissario - ancora vuole sapere dove sia finita l'orchidea che il professore portava con sé il giorno precedente la sua morte – però alla fine viene premiata e sarà proprio il quasi casuale ritrovamento di Kalipygia a risolvere il giallo.

L'AUTORE:
Nata a Genova il 20/05/1949, si trasferisce con la famiglia ad Alassio nell'adolescenza. Dopo aver frequentato il liceo classico, ed essersi laureata in lettere all'Università di Genova, trascorre la sua carriera di insegnante di italiano e latino al liceo di Albenga. Abita da molti anni ad Albenga. Si dedica all'attività dello scrivere da quando ha lasciato la scuola. Kalipygia è il suo primo romanzo, pubblicato da E-Edizioni di Aosta. Scrive romanzi, favole e racconti. Ha vinto il secondo premio al concorso Les cahiers du Trotskij café con il racconto “Ragazzi di Alassio”, pubblicato da Montegrappa Edizioni di Monterotondo nel volume antologico “Sulla Strada”. Ha ottenuto una menzione d'onore con il 2° posto ex aequo al I Contest Letterario Carlo A.Martigli con il racconto “27 maggio 1967”, che viene puibblicato in raccolta antologica da Aletti Editore.

Nessun commento:

Posta un commento