Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




mercoledì 3 dicembre 2014

News: Le ultime uscite del 2014 della Polillo editore


Amanti del giallo classico,
per voi, i regali di Natale sono già in viaggio!
Da domani 4 dicembre, infatti, saranno disponibili nelle librerie le ultime uscite del 2014 della collana I BASSOTTI della mitica Polillo editore.
Due sensazionali titoli da non perdere; come sempre.

LA ROCCA MALEDETTA
R. C. Ashby
€ 15,90
288 pagine
I Bassotti N.: 152
ISBN: 9788881544707
Titolo originale: He Arrived at Dusk
Traduzione: Sara Caraffini

IL LIBRO:L’incarico che riceve il giovane William Mertoun non sembra complicato. Si tratta di catalogare le opere della biblioteca nella vecchia dimora del colonnello Barr che sorge in una sperduta e nebbiosa landa inglese. Ma appena arriva sul posto Mertoun si accorge di alcune inspiegabili stranezze. Il fratello di Barr, Ian, è da poco morto in circostanze misteriose. Lo stesso colonnello non si vede mai, segregato nella sua camera da un’infermiera estremamente (troppo?) protettiva. E poi c’è quella curiosa leggenda che terrorizza gli abitanti del luogo sul fantasma di un sanguinario centurione romano che infesta un antico torrione in rovina dove nessuno osa entrare. Naturalmente Mertoun, da bravo londinese e uomo di mondo, non crede a simili superstizioni… finché un delitto che nessuno può aver commesso lo costringe a nutrire qualche dubbio. Uno straordinario romanzo del 1933 dove il “soprannaturale” e il terrore si mescolano con la pura detection. “Un piccolo capolavoro”, lo ha elogiato il critico J. F. Norris su Mystery File, il più importante sito di gialli classici del web.

L'AUTORE:
R[uby] C[onstance] Ashby (1899-1966), originaria dello Yorkshire, figlia di un pastore metodista wesleyano, compì gli studi universitari presso il St Hilda’s College di Oxford dove nel 1922 si laureò in lingua e letteratura inglese. Svolse vari lavori – segretaria, insegnante, giornalista, recensore di libri e lettrice per una casa editrice – prima di esordire nella narrativa con The Moorland Man (1926). A questo seguirono altri sette romanzi gialli, di cui He Arrived at Dusk (1933, La rocca maledetta) e l’ultimo, Out Went the Taper (1934), furono quelli di maggior successo. In tutti ricorrono elementi propri della letteratura gotica (dimore solitarie, notti tempestose, leggende, rovine pagane) e, per contrasto, personaggi giovani, moderni e spavaldi. Dopo il matrimonio nel 1934, la scrittrice cambiò completamente stile e genere: come Ruby Ferguson, dal cognome del marito, firmò numerosi romanzi rosa e, a partire dal 1949 fino al 1962, una popolare serie di libri per bambini, tuttora in vendita, incentrata sulle avventure della piccola cavallerizza Jill. Children at the Shop, una sorta di “romanzo autobiografico”, fu la sua ultima opera e uscì postuma nel 1967.

*********************************************

VELENI, PUGNALI E ALTRE AMENITÀ
Autori Vari
€ 15,90
304 pagine
I Bassotti N.: 157
ISBN: 9788881544752

IL LIBRO:
Ci sono molti modi per commettere un omicidio. Il più tradizionale – quello classico, potremmo dire – è il colpo di pistola. Una pallottola nel cuore, se non si sbaglia la mira, ed è tutto finito. Più complicato è se invece che in quell’organo o in qualche altra parte vitale il proiettile finisce altrove, ma questo non è un nostro problema. Poi ci sono altri metodi, alcuni più brutali, altri più “puliti”, quasi che il colpevole volesse agire con una certa discrezione nei confronti della sua vittima. Insomma, di modi per commettere un delitto ce ne sono in abbondanza, ma gli scrittori di gialli, soprattutto quelli dell’età d’oro, anche su questo tema non erano di palato facile. Se gli omicidi dovevano essere ingegnosi, secondo un’abitudine consolidata di quegli anni (camere chiuse, delitti impossibili, ecc.), anche i mezzi dovevano essere non tradizionali. Ed ecco allora il fiorire di misteriosi veleni, di pugnali, di punteruoli da ghiaccio, di attrezzi di fortuna (si sa, la necessità aguzza l’ingegno). E i luoghi? I più impensati, naturalmente. Perfino un ascensore.

Gli autori e i racconti contenuti nell’antologia sono i seguenti:
- John Dickson Carr, L’indizio della parrucca rossa (1940, The Clue of the Red Wig)
- Richard Harding Davis, Nella nebbia (1901, In the Fog)
- Ben Hecht, Delitto senza passione (1933, Crime Without Passion)
- Rufus King, Il cadavere nella piscina (1955, The Body in the Pool)
- Stuart Palmer, L’enigma del Museo Nero (1946, The Riddle of the Black Museum)
- Joel Townsley Rogers, L’assassino (1946, The Murderer)
- Will Scott, Non colpevole (1939, Not Guilty)
- Philip Wylie, Il più grande investigatore degli Stati Uniti (1931, Perkins’ Second “First Case”)
- James Yaffe, Reparto delitti impossibili (1943, D.I.C. – Department Impossible Crimes)
- Loel Yeo, L’inchiesta (1932, The Inquest)

Nessun commento:

Posta un commento