Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano





mercoledì 13 novembre 2013

Intervista: Giancarlo Piciarelli, autore di "Quando fuori piove"


Buongiorno, amici!
Oggi vi presentiamo l'intervista che abbiamo fatto a Giancarlo Piciarelli, eutore del thriller "Come quando fuori piove", edito da Kimerik.

1) Benvenuto, Ginacarlo!
Cosa significa per lei scrivere?
Forse risponderò con una banalità, ma è come respirare. Io scrivo da quando avevo undici anni e per me, scrivere, è diventato un gesto naturale. Dormo molto poco, quindi la notte è il momento in cui raccolgo pensieri e sensazioni. Ovviamente non tutto quello che scrivo verrà pubblicato e non tutto verrà letto ma il mio PC è come un amico silenzioso e comprensivo a cui raccontare cose che altrimenti mi rimarrebbero dentro e col tempo verrebbero dimenticate.

2) Che generi letterari predilige?
Dipende dal periodo e dagli stati d’animo, per esempio in un periodo della mia vita ho letto molti autori russi tra cui: Valerij Jakovlevič Brjusov, Konstantin Dmitrievič Bal'mont, Michail Aleksandrovič Šolochov e Aleksandr Isaevič Solženicyn ma quello fu un periodo che potrei definire “crepuscolare”, poi sono passato ai scrittori di lingua anglosassone: Peter Cameron, Colum McCann, Jennifer Egan e per finire quelli che maggiormente hanno ispirato la mia vena thriller e noir: John Grisham e Michael Connelly. Tra gli italiani Gianrico Carofiglio, Andrea Camilleri e Marco Malvaldi che ho scoperto da poco ma che trovo scriva cose divertenti e soprattutto con una notevole proprietà narrativa.

3) Quali sono gli autori che hanno contribuito alla sua formazione letteraria?
Non saprei dirlo con esattezza. Ho letto molto ma, a parte quelli che ho appena citato, credo di essere stato influenzato, più di tutti, da George Simenon e dalle sue atmosfere.

4) Cosa l’ha spinta a scrivere il suo primo romanzo?
La voglia di raccontarmi. Non era un romanzo autobiografico in senso stretto ma aveva profumi e toni di ambienti a me molto cari. Ovviamente non lo lesse nessuno (credo che vendette quindici copie!) ma l’esperienza mi insegnò molto e mi aiutò ad evitare, per il futuro, errori che potessero appesantire la narrazione. Non è la quantità e le 600 pagine che fanno un buon romanzo ma le sensazioni che si trasmettono al lettore, e più queste sensazioni sono snelle, più sono fruibili.

5) Da dove trae ispirazione per le sue trame?
Da quello che mi succede intorno, nulla è più fantasioso della realtà.

6) Può darci qualche anticipazione sul prossimo libro?
Dopo “Come quando fuori piove” che mi sta dando molte soddisfazioni, sto lavorando ad altri due romanzi che hanno per protagonista il commissario Leo Blasi. Uno scorbutico ed intrattabile commissario romano ma con una innata genialità investigativa. Completerò questa trilogia poi mi metterò a lavorare sulla sceneggiatura di un mio racconto “Il disappunto del portatore di mirra” i cui diritti televisivi sono stati acquistati dalla casa di produzione MBO di L.A.

Grazie e a presto!

COME QUANDO FUORI PIOVE
Giancarlo Piaciarelli
Casa editrice Kimerik
Prezzo: €19,00
Pagine: 230
Anno: 2013
ISBN: 978-88-6096-955-2
Genere: Giallo, noir



L'AUTORE:
E’ nato a San Michele in Teverina (VT). Vive e la vora a Roma. E’ direttore amministrativo e finanziario di una delle maggiori aziende italiane a partecipazione pubblica. E’ titolare di una rubrica di critica letteraria su un periodico specializzato ed è chiamato a ricoprire il ruolo di giurato in diversi premi letterari.“Come quando fuori piove” e la sua ventunesima pubblicazione ed è la prima di una trilogia che ha per protagonista il commissario romano Leo Blasi.

Nessun commento:

Posta un commento