Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




mercoledì 5 maggio 2010

ITALIAN SHARIA di Paolo Grugni


Paolo Grugni (autore di gialli, thriller, tra cui il celebre "Let it be") torna nelle librerie e lo fa con un tema di grande attualità. Il suo ultimo libro, Italian Sharia (edito da PerdisaPop editore), infatti, tratta dell'uccisione di una giovane ragazza marocchina da parte del padre perchè aveva deciso di seguire usi e costumi occidentali.
La storia, ambientata nella provincia toscana, pochi giorni dopo la morte di Michael Jackson, frutto di un approfondito lavoro di ricerca e documentazione da parte dell'autore, ci riporta alle vicende di Hina e Sanaa, uccise in Italia dai familiari per non aver rispettato le leggi dell’Islam.
Sicuramente, anche in quest'opera ritroviamo parte dell'autore, soprattutto nella voce del protagonista.
Ancora una volta il Grugni ci stupisce e affascina con il suo modo graffiante e unico di narrare e scuote nel profondo le nostre coscienze. Italian Sharia è una denuncia sociale, un modo per interrogarci sulla nostra indifferenza.
Immigrazione musulmana in Italia, Islamismo, integralismo, estremismo, sono questi alcuni dei toccanti e difficili temi trattati dall'autore. Il libro, anzichè un saggio, è impostato come un romanzo noir, ma questa scelta del Grugni scaturisce sicuramente dal voler riuscire a raggiungere un vasto pubblico e diffondere il suo messaggio, la sua provocazione.
Non aggiungo altro perchè "Italian Sharia" è un libro da leggere (e rileggere). E' un titolo che non può mancare nelle nostre librerie ed è soprattutto una lettura che merita la nostra attenzione per riflettere.

Grazie Paolo!

Italian Sharia
Paolo Grugni
Prezzo: euro 14,00
Pagine: 206
Isbn: 978-88-8372-478-7

Dalla Quarta:
Scendo come sono salito, a piedi, al secondo piano sento delle grida in arabo, un uomo urla qualcosa che non translittero, strilli di ragazzina, mobili rovesciati, oggetti rotti, la maniglia della porta che si piega, colpi sordi, versi soffocati, non so che fare, d'improvviso l'assenza di suono si fa presenza, esce una donna che si avvolge il viso al velo, sul mento ha un alone di smacchiatore, mi passa accanto come non fossi lì e scende le scale di corsa, la seguo anche se non so perché, in un attimo è in strada, allungo il passo, lei si mette a correre, la perdo tra le quinte della notte.
Nella provincia toscana, una ragazza marocchina viene uccisa dal padre. Il motivo? Non era una buona musulmana. Durante i giorni che succedono al decesso di Michael Jackson, un italiano scopre che anche la sorella della defunta è stata condannata a morte e per questo ricondotta a Marrakech. Sarà per lui inevitabile tentare di salvarla.
Negli ultimi anni l’opinione pubblica italiana è stata colpita dalle vicende di Hina e Sanaa, uccise dai familiari in provincia di Brescia e di Pordenone, con l’accusa di non aver rispettato le leggi dell’Islam. Eccezionalmente documentato, Italian Sharia racconta un’inedita quanto terribile verità: altre ragazze sono state ricondotte nei loro paesi d’origine per subire la stessa condanna sotto silenzio.
Libro di eccezionale interesse e già destinato a far parlare di sé, scandito da un estro linguistico che spesso sfi ora il registro satirico, il romanzo fonde il drammatico più teso con l’affresco graffi ante della nostra realtà interrazziale, tanto violenta quanto ottusa.

Paolo Grugni è nato a Milano nel 1962. Ha pubblicato i romanzi Let it be (Mondadori, 2004; Alacran, 2006; Jackson Libri, 2008; Giallo Mondadori, 2009), Mondoserpente (Alacran, 2006; Giallo Mondadori, 2010), Aiutami (Barbera, 2008). Il suo racconto 12/9 è apparso nella raccolta Anime nere reloaded (Mondadori, 2008).


Marco Tiano

1 commento:

  1. Lo compresò sicuramente!
    Grazie per la bella recensione Marco ;-)))

    Very

    RispondiElimina