Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 27 aprile 2015

Recensione: COME UN RICORDO CHE UCCIDE di Sabine Durrant - Sperling & Kupfer


COME UN RICORDO CHE UCCIDE è il primo romanzo thriller di Sabine Durrant, e possiamo dire con convinzione che è un esordio riuscito benissimo!
Edito in Italia da Sperling & Kupfer, "Come un ricordo che uccide" è un thriller psicologico, uno di quei libri dove l'angoscia e la paranoia sono palpabili. Un thriller che insienua il dubbio, che mette ansia. Scritto in modo egregio, con uno stile narrativo lineare, che non si perde in inutili descrizioni, la Durrant ha messo in piedi un romanzo dalla solida struttura narrativa, che colpisce il lettore sin dalla prima pagina. Il sospetto prende subito il sopravvento.
Durante la lettura, non puoi non domandarti se ciò che la protagonista pensa e vede sia reale. La realtà si confonde con la fantasia, con le congetture. Nulla sembra essere ciò che appare. La storia è una continua ricerca della verità.
La protagonista è Lizzie, una donna sciatta, ingenua, incapace di dire no, remissiva e goffa. Ha perso da un anno il marito Zach in un incidente stradale e, finalmente, il giorno del primo anniversario dalla sua scomparsa, Lizzie decide di andare sul luogo della tragedia, per piangere il suo amato. Giunta sul luogo, però, si accorge di un mazzo di fiori. Il bigliettino reca il disegno di un cuore e il nome di una donna. Da quel momento, Lizzie comincia a farsi mille domande. Forse Zach aveva una doppia vita? Amava un'altra donna? La tradiva? Ma quella la domanda che la tormenterà, rendendole la vita un inferno sarà un'altra: Zach è davvero Morto?
Tornata a casa, infatti, inizierà ad avvertire la sua presenza. Ma non solo. Strani eventi sconvongeranno le sue giornate. Comincia a essere certa della sua presenza. Zach la sta spiando, la segue. Vuole vendicarsi, fargliela pagare. Lui è l'unico uomo della sua vita, nessuno potrà prendere il suo posto.
Tramite Flash back, la Durrant ci presenta la passata vita coniugale tra i due. Lizzie è una donna che passa spesso inosservata, ed è onorata quando un uomo bello e attraente come Zack la punti. Lui vuole lei, la desidera. La ama!
Cosa può volere di più. Lui la esorta a migliorare, a essere più sicura, a prendersi cura di sè. La fa sentire donna, amata, desiderata. Però Zach è un uomo difficile, irascibile. Dietro la su maschera, è insicuro, ha avuto un'infanzia difficile, e lei gli perdona tutto. Capisce da dove viene la sua rabbia.
Dal ritrovamento dei fiori, tutte le sue sicurezze iniziano a vacillare. Ha bisogno di conoscere la verità. Di sapere se quello che ha condiviso con suo marito era reale. La ricerca della verità diventerà un'ossessione. La paranoia prenderà il sopravvento. Non si fiderà di nessuno, vedrà complotti dappertutto. Si guarderà le spalle, convinta che Zach voglia vendicarsi di lei. Deve trovare le prove, e dimostrare a tutti che suo marito è vivo. Inizierà a indagare sul suo passato, e quello che scoprirà la sconvolgerà, mandando in frantumi tutte le sue sicurezze. Conosceva realmente l'uomo che aveva sposato? Con chi andava a dormire la notte? Cosa voleva realmente Zach da lei? Perché l'aveva sposata. Perché aveva scelto una donna poco attraente e goffa come lei?
Lizzie entrerà in un vortice dove paranoia e ossessione si impossesseranno di lei. Questo thriller ci mostra cosa può nascondersi in un rapporto di coppia. Fin dove può spingersi l'amore.
L'amore può essere morboso, ossessivo, crudele. In "Come un ricordo che uccide", infatti, la Durrant dà sfogo all'aspetto più malato dell'amore. Quello che spiazza, imprigiona e consuma.
In conclusione, consigliamo questo thriller ricco di atmosfere e suspense - quel titpo di suspense che inquieta - agli amanti del psicologico, del mystery che capovolge e confonde realtà e finzione. A chi ama le storie che si spingono oltre, mostrando aspetti limite della vita.

COME UN RICORDO CHE UCCIDE
Sabine Durrant

Pagg. 384
Euro 17,90
Sperling & Kupfer
Uscita: 17 febbraio 2015

L'AUTORE:
SABINE DURRANT, giornalista, ha collaborato con importanti testate, quali The Sunday Times e The Guardian. Dopo aver scritto quattro romanzi, due dei quali per ragazzi, si è cimentata con il thriller psicologico (Under Your Skin nel 2013 e poi Come un ricordo che uccide), trovandovi la sua vera vena creativa e il meritato successo. Amatissima da pubblico e critica in Gran Bretagna, è ora pubblicata in 13 Paesi. Vive nel sud di Londra con la famiglia.

Nessun commento:

Posta un commento