Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 30 settembre 2013

IL GIALLISTA MAGAZINE N.17 - Settembre 2013


Carissimi Lettori,
terminata l'estate, eccoci tornati con il consueto appuntamento mensile con il mondo del giallo… e non solo. News, concorsi letterari, consigli di lettura e le uscite più interessanti dal mondo del mistery.
In occasione della festa di halloween, inoltre, abbiamo indetto il concorso #BAMBINAIAMANIA (trovate tutte le info a pag. 3) in collaborazione con lo store online Ultima Books.
Non lasciatevelo scappare!

Vi consigliamo di scaricare una copia de “Il Giallista Magazine” anche sui vostri smartphone e tablet, per avere i consigli de “Il Giallista” sempre a portata di Click, anche offline!

Augurandovi buona lettura, vi invitiamo a cliccare su uno dei due link sottostanti per leggere la rivista online o scaricarne la vostra copia gratuitamente.

Il Giallista Magazine n.17 - Settembre 2013 (autunno)

IL GIALLISTA MAGAZINE n.17 - Settembre 2013

venerdì 27 settembre 2013

News: Le uscite di ottobre della Polillo editore


Cari amici,
eccovi in anteprime le uscite di ottobre della Polillo editore, con due autori che non hanno bisogno di presentazioni. Si tratta, infatti, di due grandi della golden age del giallo.
Titoli, come sempre, da non perdere!

Edgar Wallace
IL MISTERO DELLE TRE QUERCE
€ 14,90
224 pagine
I Bassotti N.: 136
ISBN: 9788881544493
DAL 10 OTTOBRE IN LIBRERIA

IL LIBRO:
John Mandle, ispettore di Scotland Yard ormai in pensione, vive con la figliastra in una tenuta di campagna nel Surrey, a pochi passi dal suo vecchio collega e amico Robert Stone. Quando Socrates Smith, antropologo con brillanti trascorsi nel Criminal Investigation Department, accetta l’invito di trascorrere qualche giorno da lui, non sa ancora che si troverà coinvolto in uno dei casi più misteriosi della sua vita. La sera stessa del suo arrivo, nota una luce intermittente nella finestra della casa vicina – un messaggio in alfabeto Morse che significa “Vieni alle tre querce” – e poco dopo scorge una nera figura sgusciare fuori dalla tenuta. Non può trattarsi di Mandle, così malato da non poter più camminare con le proprie gambe… eppure è proprio il suo cadavere quello che, la mattina dopo, penzola da una delle querce. Il foro di proiettile in mezzo alla fronte esclude l’ipotesi di un suicidio, e quando Stone viene trovato legato e imbavagliato nel proprio letto, sembra legittimo pensare alla vendetta di un loro comune nemico. Socrates inizia subito a indagare sugli episodi più oscuri del loro passato, ma dovrà muoversi in fretta, perché l’assassino ha già calcolato ogni mossa e non si fermerà davanti a nulla. Pubblicato nel 1924, questo è il terzo romanzo di Wallace, dopo Maschera bianca (n. 37) e Il cerchio rosso (n. 66), inserito nella collana I Bassotti.

L'AUTORE:
Edgar Wallace (1875-1932), passato alla storia come “the King of Thrillers”, fu il primo scrittore a raggiungere lo status di vera e propria star. Era nato a Greenwich, in Inghilterra, figlio illegittimo di attori. Adottato da una famiglia di pescivendoli che aveva già dieci figli, Edgar crebbe con il nome di Dick Freeman salvo scoprire, all’età di 11 anni, le sue vere origini. Dopo una serie infinita di lavori di vario genere, a 18 anni si arruolò nel Royal West Kent Regiment per poi passare nei Corpi Medici. Corrispondente dal Sud Africa per la Reuters e per vari giornali inglesi e sudafricani durante la guerra dei Boeri, rientrò in patria nel 1900. Dopo vari infruttuosi tentativi di trovare un editore, nel 1905 pubblicò a proprie spese il suo primo romanzo, The Four Just Men (I quattro giusti). In meno di trent’anni scrisse oltre 170 libri, di cui più della metà di genere giallo, una ventina di drammi e centinaia di racconti e articoli. Popolarissimo fra i lettori – si dice che tra il 1920 e il 1930 su ogni quattro libri letti in Inghilterra uno fosse di Wallace – negli ultimi dieci anni di vita arrivò a guadagnare oltre 250.000 dollari l’anno, anche grazie agli innumerevoli film tratti dalle sue storie. Amante del lusso, del gioco e della vita sregolata, morì a soli 56 anni a Hollywood, mentre era al lavoro sulla sceneggiatura di King Kong, lasciando in eredità una montagna di debiti.

John Dickson Carr
IL TERRORE CHE MORMORA
€ 15,90
304 pagine
I Bassotti N.: 134
ISBN: 9788881544462
DAL 10 OTTOBRE IN LIBRERIA

IL LIBRO:
In una villa poco distante dalla cittadina di Chartres, in Francia, vive felice la famiglia Brooke: Howard, proprietario di una florida conceria, la moglie Georgina e il figlio Harry, un giovanotto affascinante e capriccioso che è l’orgoglio dei suoi genitori. La villa si trova vicino a un fiume e a poca distanza da un’antica torre circolare, l’unica parte rimasta in piedi di un castello distrutto in un incendio alla fine del Cinquecento. Al suo interno c’è solo una scala di pietra che sale a spirale fino a una terrazza cinta da un parapetto. In risposta a un’inserzione di Howard, che ha bisogno di una nuova segretaria, si presenta alla villa Fay Seton. È giovane, bella e dolce: è inevitabile che Harry s’innamori di lei. L’idillio è appena sbocciato quando nel villaggio cominciano a circolare voci malevole sul conto della ragazza. Volendo vederci chiaro, il vecchio Brooke la convoca sulla terrazza della torre per un incontro a quattr’occhi, ma lì viene ucciso con una pugnalata alla schiena. Chi ha inferto il colpo mortale? Il problema, come accerterà la polizia, è che nessuno aveva la possibilità di avvicinarsi alla torre e quindi alla vittima nei minuti cruciali della sua morte. Eppure… Solo il mastodontico e geniale dottor Gideon Fell riuscirà a risolvere uno dei delitti più inesplicabili della letteratura gialla di sempre.

L'AUTORE:
John Dickson Carr (1906-1977), indiscusso maestro dei delitti della camera chiusa, esordì nel 1930 con It Walks By Night (Il mostro del plenilunio), un giallo ambientato a Parigi il cui protagonista era il giudice istruttore della Sûreté Henry Bencolin. Dopo il matrimonio, nel 1932 si trasferì dalla natia America in Inghilterra, luogo che riteneva molto più adatto all’esercizio della professione che aveva scelto sin da ragazzo: lo scrittore di gialli. Nel 1933 con Hag’s Nook (Il cantuccio della strega) fece il suo esordio il dottor Gideon Fell, che comparirà in ventitré romanzi. L’anno successivo nacque invece, con The Plague Court Murders (La casa stregata), Sir Arthur Merrivale, per certi versi molto simile a Fell, che sarà il protagonista di ventidue opere. Autore di una ricchissima produzione comprendente raccolte di racconti, radiogialli, saggi, romanzi senza personaggio fisso tra i quali il celebre The Emperor’s Snuff-Box (1942, La tabacchiera dell’imperatore), a partire dagli anni Cinquanta Carr si cimentò anche nei gialli storici. Il più famoso tra questi, The Devil in Velvet (1951, Il diavolo vestito di velluto), fu anche uno dei suoi maggiori best-seller. Nella seconda metà degli anni Sessanta Carr tornò definitivamente negli Stati Uniti e si trasferì a Greenville, nel South Carolina.

martedì 24 settembre 2013

News: La BAMBINAIAMANIA è scoppiata!


Carissimi amici,
è scoppiata la BAMBINAIAMANIA!
In occasione della festa di halloween, parte il concorso BAMBINAIAMANIA.
Lasciatevi ispirare dal racconto horror “LA BAMBINAIA” di Marco Tiano, edito da Fazi Editore, vincitore del challenge "Il Giocattolaio" e divertitevi a fotografarvi, riproducendo una scena tratta dal racconto o un suo personaggio, insieme alla copia dell’ebook. Travestitevi, truccatevi e postate le foto sulla pagina ufficiale La Bambinaia - Thriller di Marco Tiano edito Fazi editore su Facebook con l’hashtag #bambinaiamania, e l’autore della foto più originale, divertente o in tema, vincerà un buono sconto del 10% da utilizzare per il suo prossimo acquisto sullo store online Ultima Books. Tutte le foto, inoltre, saranno raccolte in un video che sarà caricato sul canale youTube de "Il Giallista" e sui vari social network.
Avete tempo fino a VENERDI’ 1 NOVEMBRE.

Che aspettate, la BAMBINAIAMANIA è iniziata!

LA BAMBINAIA
Marco Tiano
Fazi editore
€ 1,99 in tutti gli store online
Amazon: http://goo.gl/nFNINt



Recensione: L'INGANNO DELLA LUCE di Louise Penny - edizioni Piemme


Cari amici,
se avete voglia di leggere un buon giallo contemporaneo, ma dalle tinte classiche, non dovete andare molto lontano nel tempo, vi basta dare un'occhiata alle ultime uscite della Piemme editore, per trovare L'INGANNO DELLA LUCE  di Louise Penny.
Questo romanzo, infatti, è un giallo ambientato ai giorni nostri, ma che riprende i canoni della golden age, e strizza l'occhio anche alla regina del genere Agatha Christie.
L'inganno della luce è una piacevolissima lettura, un romanzo che cattura man mano che ci si avvicina alla fine, e che conquista il lettore, pagina dopo pagina.
La storia è ambientata principalmente a Three Pines, una piccola cittadina del Quèbec, talmente piccolo che pochissimi lo conosco, e non compare neppure nelle mappe. Three Pines è un luogo dove splende il sole, circondato dalla natura, dove tutti i pochi abitanti si conoscono e lasciano le porte aperte. Insomma, un posto da sogno, dove vivere in tranquillità ma, come ci hanno insegnato i gialli classici, questi sono i luoghi ideali per inscenare un omicidio. Quale miglior contrasto? E questo è quello che accade.
Tutto ha inizio dopo la prima mostra personale di Clara Morrow al MAC (Musée d'Art Contemporain) di Montréal.
Clara è una pittrice del posto con un grande talento, che, dopo anni di attesa, finalmente corana il suo sogno, vedendo riconosciuto il suo lavoro. Finalmente si sono accorti di lei; i galleristi, i critici, i collezionisti.
Clara decide di festeggiare l'evento con una piccola festa dopo la mostra nella sua perfetta casetta a Three Pines, insieme al marito Peter, invitando solo gli amici e le persone influenti del mondo dell'arte. La festa procede bene, tutti bevono e si divertono, ma è all'indomani mattina che tutto prende una piega diversa. Clara, infatti, trova un cadavere nel suo idilliaco giardino, accanto al fiume. Il corpo è riverso per terra, prono, e non si riesce a vedere il suo volto. Si intuisce soltanto che si tratta di una donna vestita di un rosso appariscente.
Da quel momento in poi, l'ipettore capo Gamache - uomo dai modi gentili, colto e raffinato - insieme al suo vice Beauvoir, inizierà le indagini per scovare il colpevole; e non sarà un compito semplice.
Ben presto si scoprirà che la donna era una vecchia conoscenza di Clara, la sua migliore amica ai tempi della scuola. Una persona che l'aveva ferita, e che non riveda più da moltissimi anni.
Come ci si aspetta da un buon giallo, tutti hanno un movente per poter aver fatto fuori la vittima, e il campo è abbastanza ristretto. Anche la donna, infatti, lavorava nel mondo dell'arte. Era un critico per una rivista molto importante, "LA PRESSE", ma le sue non erano semplici recensioni, erano attacchi, umiliazioni, stroncature. Grazie alla sua indole velenosa e vendicativa, infatti, la vittima si era fatta molti nemici, e adesso ne aveva pagato il conto; a carissimo prezzo.
Il romanzo è ambientato nello sfavillante e, all'apparenza, meraviglioso e magico mondo dell'arte. Ma ben presto, l'ispettore Gamache scoprirà che dietro a questa facciata di bellezza e fascino, si nascondono rancori, vendette, invidie, bugie. Gamache dovrà indagare su tutto il marcio che resta coperto, in ombra, non toccato dalla luce. Non è un mondo semplice: ci sono rivalità e competizione non solo tra gli artisti, ma anche tra i galleristi, i collezionisti, su chi deve contendersi l'artista del momento, il "caso" dell'anno.
Non è una coincidenza che una vecchia amica/nemica di Clara sia stata assassinata nel suo giardino, il giorno del suo debutto.
Ci sono una miriade di verità nascoste, bugie, tradimenti, su cui Gamache dovrà mettere le mani e scavare fino in fondo. L'ispettore scoprirà che ci sono molti contrasti, chioroscuri, zone di ombra e luce.
Suggestiva e piacevole è l'ambientazione nella piccola provincia canadese. L'autrice riesce a trasmettere il senso di pace e benessere, ma anche l'angoscia e le tensioni che si avvertono appena sotto la superficie. Ottime anche le descrizioni dei personaggi, bizzarri, eccentrici, tipici del mondo dell'arte.
Per quanto riguarda il finale, rispettando pienamente le regole del genere, il lettore dovrà aspettare le ultimissime pagine per conoscere il nome del colpevole, restando con il fiato sospeso.
Questo romanzo è un'ottima lettura che consigliamo con calore, per la scorrevolezza, lo stile narrativo raffinato e la struttura solida.

L'INGANNO DELLA LUCE
Louise Penny
Pagine: 434
€17,50

L'AUTORE:
Louise Penny è nata a Toronto. Ha lavorato a lungo come giornalista e conduttrice radiofonica e televisiva, occupandosi di cronaca e current affairs. Ma è con la scrittura che ha coronato il sogno di una vita: i suoi libri hanno conquistato i lettori di tutto il mondo, l'hanno portata in testa alle classifiche e sono stati insigniti di prestigiosi premi letterari. Vive con il marito in un paesino a sud di Montréal, vicino al confine con il Vermont.

venerdì 20 settembre 2013

News: In anteprima i nuovi thriller TimeCRIME - dal 26 settembre


Dal 26 settembre arrivano in libreria le nuove uscite thriller di TimeCRIME editore.

Barbara Goldstein
Nel segreto dei codici
Traduzione di Taddeo Roccasalda
cartaceo dal 26 settembre
Pagine 512 – 12,90 euro
ebook dal 26 settembre 2013 – 4,99 euro

IL LIBRO:
Un trascinante thriller storico, con una protagonista pronta a rischiare tutto per far luce nel buio delle cripte, nel segreto dei codici, nella nebbia di oscure profezie.

Abbazia di Mont Saint-Michel, 1449. È mezzanotte, Alessandra d’Ascoli viene bruscamente svegliata da un monaco. Uno dei confratelli è stato assassinato. Alessandra è figlia illegittima di un inquisitore, grande erudita e contessa del Patrimonium Petri. Confidente e fiduciaria del papa, è stata inviata da lui al monastero con il compito di trovare il testamento di Satana, una reliquia che i monaci stanno cercando in ogni modo di nascondere. Eppure acume, cultura e coraggio non le impediscono di diventare un capro espiatorio perfetto per la violenza che si sta scatenando tra quelle mura. Ma gli omicidi non si fermano, e intorno ai corpi ogni volta si scorgono misteriosi segni tracciati con il sangue. Sono vittime di una maledizione del passato? Non appena l’abbazia viene separata dal resto del mondo da una violenta tempesta, comincia una lotta drammatica che sembra obbedire a un’unica legge: chiunque cerchi il testamento di Satana deve morire.

L'AUTORE:
Barbara Goldstein è nata nel 1966. Dopo aver lavorato come responsabile delle risorse umane per una grande banca tedesca, ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Studiosa di filosofia e scienze comportamentali, quando non viaggia per effettuare le sue ricerche risiede a Monaco di Baviera. È autrice di altri sette thriller storici, le cui protagoniste sono sempre donne forti e indomite, che hanno avuto ottimi riscontri di critica e di pubblico. Barbara Goldstein ha già pubblicato per Timecrime L’ultimo Vangelo, un’altra avventura della protagonista Alessandra d’Ascoli.

«Alessandra, per me, è una specie di alter ego grazie al quale mi muovo nel mondo virtuale del Rinascimento italiano; rispecchia il lato più audace, avventuroso e temerario della mia personalità, una donna capace di osare là dove io mi limito a sognare. È la personificazione della fermezza d’animo, del gusto d’avventura, della curiosità intellettuale e della tolleranzaBarbara Goldstein

Jonathan Kellerman
LA COLPA
traduzione di Janet L. Dubbini
cartaceo dal 26 settembre
Pagine 512 – 12,90 euro
ebook dal 26 settembre 2013 – 4,99 euro

IL LIBRO:
Jonathan Kellerman torna a raccontarci una nuova e appassionante avventura animata dai suoi eroici personaggi: Delaware e Sturgis.

Una serie crime tradotta in venti paesi e costantemente ai primi posti della classifica bestseller del New York Times. Una serie di eventi terrificanti si verificano in rapida successione in un quartiere di lusso di Los Angeles. La ristrutturazione di un cortile porta alla luce il corpo di un bambino, sepolto sessant’anni prima. Subito dopo, un’altra macabra scoperta di ossa vicino al corpo di una donna uccisa spinge il detective Milo Sturgis a richiedere l’aiuto dello psicologo Alex Delaware. Ma sembra che neanche la sua vasta esperienza sia sufficiente a disseppellire la disturbante verità legata ai ritrovamenti. L’indagine dovrà scavare nel passato, nella storia d’amore tra un’infermiera e un medico in un ospedale dalla cattiva fama. Ma non solo. Arriverà a irrompere nel mondo privilegiato e protetto delle celebrità hollywoodiane, che sotto la sua superficie scintillante e frivola nasconde riti violenti e sinistri. Alex e Milo stanno per confrontarsi con una delle menti più depravate e pericolose con cui abbiano mai avuto a che fare, in una storia di morte e follia, sognatori e predatori, innocenza assoluta e colpa profonda.

L'AUTORE:
Jonathan Kellerman è nato a New York nel 1949. Specializzato in Neuropsichiatria infantile, ha utilizzato le proprie conoscenze in molti dei suoi romanzi così come nella serie dedicata ad Alex Delaware, di cui sono stati pubblicati anche Ossessione (2009), Una prova schiacciante (2011), L’inganno (2011) per Fanucci Editore e Vittime per Timecrime. Tradotto in venti Paesi, è stato insignito dei premi Goldwyn, Edgar e Anthony, e ha concorso per lo Shamus Award. Attualmente professore di Pediatria e Psicologia presso la Keck School of Medicine della University of Southern California, Kellerman vive tra la California e il New Mexico con la moglie Faye, anche lei scrittrice, e i loro quattro figli. Per Timecrime sono usciti anche Vittime (2012) e l’edizione tascabile di Ossa (2013).

mercoledì 18 settembre 2013

Recensione: USCENDO DI CASA UNA MATTINA di George Belairs - Polillo editore


Uscendo di casa una mattinaTorna l'appuntamento con il giallo classico, e protagonista di sempre è la Polillo editore.
Della loro collana "I Bassotti" - ormai un porto sicuro per tutti gli amanti del mistery della golden age - abbiamo letto USCENDO DI CASA UNA MATTINA di George Bellairs.
Questo romanzo del 1962, finora inedito in Italia, è una detection story coinvolgente e piacevolissima da leggere.
La storia scorre molto bene e i protagonisti conquistano subito la simpatia del lettore; in particolar modo il protagonista, l'spettore di Scotland Yard Littlejohn. Un polizziotto dai modi cortesi, istruito e dalla mente acuta. Particolarmente affascinate - e che cattura la curiosità del lettore - è il modo di come prende vita la storia. Tutto, infatti, ha inizio quando Mrs Jump - un'anziana che si occupa di lavori domestici - una mattina di novembre sta percorrendo le vie di Willesden, una zona di Londra, per andare in chiesa ad assistere alla prima messa, vede un cadavere riverso per terra. Ma mrs Jump non può permettersi di fermarsi - e sprecare parte del suo tempo prezioso, per prestare soccorso o chiedere aiuto. La messa la attende, e poi ha anche altri appuntameti, impegni di lavoro, che altrimenti slitterebbero, creandole disagi. Pensando a tutto ciò, quindi, decide di proseguire dritto e di pensare al cadavere al ritorno. Avviserà qualcuno dopo. Ma il problema è proprio questo: al suo ritorno il corpo è scomparso!
Dapprima, Mrs Jump non ci fa caso, pensa che forse ha visto male, ma in cuor suo sa che non è vero. quello era un corpo, un uomo, un uomo morto.
Fortunatamentefa le pulizie in casa di Littlejohn (anche se lui non l'ha mai vista) quindi decide di raccontare tutto alla moglie dell'ispettore, dando così inzio ad un'indagine serrata per le strade del quartiere di Londra. La storia si sposta per qualche tratto anche a Parigi, dove Littlejohn verrà a conoscenza di particolari importanti per la risoluzione del caso, soprattutto l'identità del morto, che verrà scoperto dopo qualche giorno nel fiume.
Questo romanzo è un perfetto esempio di poliziesco classico, con indagini a tutto tondo sulla vita della vittima e dei suoi conoscenti. Naturalmente, trattandosi di un giallo, non mancheranno i colpi di scena, gli enigmi da risolvere e le verità nascoste - molto ben nascoste.
Niente è come sembra e, soprattutto, nessuno è chi dice di essere. Ci sono parecchie identità da svelare, e un bel po' di misteri da portare alla luce. Il quartiere di Willesden ha parecchio da raccontare, e gli intrighi non mancano.
"Uscendo di casa una mattina" è sicuramente una piacevole lettura, dal buon ritmo e dalla lettura veloce, che consigliamo!

George BellairsUSCENDO DI CASA UNA MATTINA
“I bassotti” n. 133
Pagine: 224
Prezzo: € 14,90
ISBN: 978-88-8154-438-7
Traduzione di Bruno Amato

L'AUTORE:
George Bellairs (1902-1982), pseudonimo di Harold Blundell, nacque in Inghilterra a Heywood, Lancashire. Dopo la laurea alla London University trovò lavoro presso la Martins Bank dove rimase per tutta la vita. Come giornalista freelance collaborò con il Manchester Guardian scrivendo racconti e articoli sui vini e i cibi francesi. Andato in pensione nel 1962, si trasferì nell’Isola di Man, la terra natale della moglie, e si dedicò a tempo pieno alla scrittura di mysteries, un’attività che aveva iniziato nel 1941 con Littlejohn on Leave. Autore molto prolifico, scrisse 58 romanzi tutti tranne uno con protagonista Tom Littlejohn (ispettore e in seguito sovrintendente capo di Scotland Yard), un uomo estremamente garbato, dotato di grande pazienza e ricco di umanità. La produzione letteraria di Bellairs nei primi anni fu quasi frenetica: alla fine del 1943 erano già stati dati alle stampe ben otto suoi libri, l’ultimo dei quali, Turmoil in Zion (Death Stops the Frolic nell’edizione americana) è quello in cui non compare Littlejohn. Negli anni successivi, dal 1944 al 1973, l’autore continuò a scrivere e a pubblicare in maniera regolare uno o due romanzi all’anno. Da allora fino alla sua morte, avvenuta nel 1982, le opere realizzate furono solo tre, di cui l’ultima, Old Man Dies, uscì nel 1980.

lunedì 16 settembre 2013

News: Arriva in libreria il primo episodio dei "Casi di Precious Ramotswe" - Tea editore


Cari amici,
iniziamo la settimana segnalandovi un inedito molto atteso. La nascita di un grande e amatissimo personaggio e di una serie di enorme successo internazionale.
Finalmente il primo episodio dei «Casi di Precious Ramotswe» di Alexander McCall Smith per le edizioni TEA.
Giunta al nono titolo, è la serie più amata dell'eccentrico scrittore di origine scozzese, un inconfondibile mix di giallo, umorismo e sensibilità.

PRECIOUS RAMOTSWE, DETECTIVE
Alexander McCall Smith
Pagine: 224
Prezzo: 9 euro
Genere: Giallo
Editore: TEA
In libreria: 19 settembre 2013

IL LIBRO:
Dopo aver lavorato una vita nelle miniere sudafricane di diamanti, e averci perduto la salute, il padre di Precious Ramotswe torna a casa, in Botswana. La giovane figlia gli sta vicino nei suoi ultimi giorni, e raccoglie i racconti, la saggezza, il testamento di un uomo buono. Con la piccola eredità che le lascia, il padre avrebbe tanto desiderato che la figlia aprisse una macelleria, una piccola attività sicura. Ma Precious ha già preso un'altra decisione: aprire un'agenzia investigativa privata. La sua missione, dice, sarà quella di aiutare le persone normali nei loro problemi quotidiani. Precious è irremovibile, e alla fine riceva la benedizione paterna. Nasce così la N. 1 Ladies' Detective Agency del Botswana: un semplice bungalow, una macchina per scrivere, uno schedario e una teiera sempre pronta. E il primo caso non tarda ad arrivare...

L'AUTORE:
Alexander McCall Smith, nato e cresciuto in Africa, è stato per anni professore di diritto presso l’Università di Edimburgo ed è stato vicepresidente della commissione per la genetica della Gran Bretagna. Ha al suo attivo tre serie di romanzi di grandissimo successo internazionale: «I casi di Precious Ramotswe, la detective n° 1 del Botswana», «I casi di Isabel Dalhousie, filosofa investigatrice» e «Le storie del 44 Scotland Street».

venerdì 13 settembre 2013

News: COME QUANDO FUORI PIOVE di Giancarlo Piciarelli - Kimerik editore


Cari amici,
oggi vi segnaliamo l'uscita per la Casa editrice Kimerik del giallo COME QUANDO FUORI PIOVE di Giancarlo Piaciarelli.
Buona lettura!

COME QUANDO FUORI PIOVE
Giancarlo Piaciarelli
Casa editrice Kimerik
Prezzo: €19,00
Pagine: 230
Anno: 2013
ISBN: 978-88-6096-955-2
Genere: Giallo, noir

IL LIBRO:
È quella regina di cuori tra l’indice e il medio a colpirlo, a ghiacciarlo più di ogni altra cosa. Le braccia della vittima sono state sezionate con cura, allontanate dal corpo e disposte a formare un angolo ben preciso… ma è proprio la carta da gioco fra quelle dita senza vita a rendere insonne il commissario Blasi. Come se ci fosse un richiamo preciso alla sua malattia per il poker, al suo lato oscuro, alla sua vita piena di contraddizioni. E nonostante il poliziotto sia prossimo alla pensione, per qualche strano motivo il caso del serial killer dell’Isola Sacra viene affidato proprio a lui. E mentre le regine calate dal killer si susseguono nel caos di Roma, Leo Blasi si ritrova a fare i conti con se stesso, con i due matrimoni falliti, con la sua incapacità di essere fedele, col rapporto monco messo su con sua figlia, e un caratteraccio che a sessant’anni non vuole saperne di smussarsi.
Giancarlo Piciarelli dà vita a un personaggio memorabile, gestendo con abilità un mix di noir e detection degno delle migliori firme internazionali.

BOOKTRAILER:


L'AUTORE:
E’ nato a San Michele in Teverina (VT). Vive e la vora a Roma. E’ direttore amministrativo e finanziario di una delle maggiori aziende italiane a partecipazione pubblica. E’ titolare di una rubrica di critica letteraria su un periodico specializzato ed è chiamato a ricoprire il ruolo di giurato in diversi premi letterari. “Come quando fuori piove” e la sua ventunesima pubblicazione ed è la prima di una trilogia che ha per protagonista il commissario romano Leo Blasi.
 

martedì 10 settembre 2013

News: Le uscite thriller di settembre dell'editore Longanesi


Buongiorno, amici!
Eccoci con le anteprime delle nuove uscite in libreria dell'editore Longanesi.

Ritorno a Niceville.
Siete pronti a scoprire i segreti più torbidi della città dove il male è nato molto prima degli uomini?

CARSTEN STROUD
CONFINI DEL NULLA
»La Gaja Scienza«
472 pagine
16.40 euro
IN LIBRERIA 12 SETTEMBRE 2013

IL LIBRO:
Il sole la inonda di luce dorata che filtra tra le querce e i salici e si rifrange sulle acque turbolente del fiume. Un paesaggio idilliaco... se non fosse per le ombre. E per i sussurri. E per le sparizioni. E le morti inspiegabili. Il detective Nick Kavanaugh è un forestiero, andato a vivere e lavorare in quella cittadina del Sud degli Stati Uniti per amore verso la moglie, Kate Walker, discendente di una delle famiglie fondatrici. E oggi si ritrova ad affrontare eventi non soltanto criminosi, ma anche inspiegabili. Sul lavoro - è un detective della Omicidi - ma anche nel personale. C’è un’energia oscura, in quella città, e Nick teme di non poterla affrontare. Perché a Niceville le conseguenze dei crimini commessi si rincorrono in un vortice di male sempre più spietato ed efferato. A Niceville, ogni famiglia ha un segreto che mormora dai confini del nulla, affilando gli artigli. A Niceville, nessuno può sfuggire al vuoto.

L'AUTORE:
Carsten Stroud è autore di bestseller in cima alle classifiche del New York Times e vincitore di numerosi premi letterari. Vive e lavora a Thunder Beach, in Canada.

«L'autore conosce bene quel pozzo scuro che ognuno di noi si porta dentro. Attinge a piene mani acqua fatta di ombra. Racconta miserie umane, piccole cattiverie e ci accorgiamo che non ci sta semplicemente parlando: parla di noi.»
Donato Carrisi, Corriere della sera

«Una trilogia di orrori nell'apparentemente idilliaca provincia americana, sulla scia di Stephen King o della serie cult di David Lynch Twin Peaks.»
Raffaella Silipo, TTL-La Stampa


Torna il maestro italiano dell’avventura con un nuovo implacabile romanzo

MARCO BUTICCHI
LA STELLA DI PIETRA
»La Gaja Scienza«
322 pagine
IN LIBRERIA 26 SETTEMBRE 2013

IL LIBRO:
È il 1487. Michelangelo Buonarroti è a bottega dal Ghirlandaio. Come nel suo carattere, tramandatoci da scritti e memorie, si dimostra insieme l’allievo più talentuoso e indisciplinato della Scuola. Michelangelo ancora non sa che il suo genio indiscusso sarà riconosciuto patrimonio dell’umanità e che le sue opere ispireranno nel bene e nel male le esistenze che calcheranno le sue stesse vie. È il 1980. Sara Terracini, giovane laureanda in Storia dell’arte, nelle sue ricerche sul grande architetto, pittore e scultore Michelangelo Buonarroti, si trova di fronte a una verità sconvolgente. Qualcosa che molti studiosi avevano già ipotizzato, senza però avere conferme a riguardo. Il complesso statuario del Laocoonte, attribuito alla produzione romana come copia di un’antica statua greca, appartiene in realtà a un’epoca diversa. Lo dimostra la complessità della sua struttura, la fedele riproduzione anatomica e il fascino mistico e spaventoso che si sprigiona dal vecchio avvolto nelle spire dei serpenti. Sara Terracini sa che esistono alcuni bozzetti, secretati agli occhi della Storia, che proverebbero la paternità dell’opera, per mano del grande Michelangelo. Ma quello che Sara non sa è che questi bozzetti potrebbero essere tenuti nascosti per un motivo: e se questo tesoro fosse servito a finanziare oscure trame del terrorismo nei terribili Anni di Piombo?

L'AUTORE:
 
Marco Buticchi è nato a La Spezia e ha viaggiato moltissimo per lavoro, nutrendo così anche la sua curiosità, il suo gusto per l’avventura e la sua attenzione per la storia e il particolare fascino dei tanti luoghi che ha visitato. È il primo autore italiano pubblicato da Longanesi nella collana «I maestri dell’avventura», accanto a Wilbur Smith, Clive Cussler e Patrick O’Brian. A dicembre 2008 è stato nominato Commendatore dal Presidente della Repubblica per aver contribuito alla diffusione della lingua e della letteratura italiana anche all’estero. Con La voce del destino, suo ultimo romanzo (Longanesi, 2012) ha vinto il Premio Salgari 2012 ed è entrato nella rosa dei finalisti al Premio Bancarella.

lunedì 9 settembre 2013

News: l'horror arriva in edicola!


Cari amici,
oggi ci allontaniamo un po' dal nostro genere abituale, segnalandovi il debutto in edicola domani, 10 settembre, di una rivista dedicata aesclusivamente al mondo dell'horror, in tutte le sue forme.
Domani, infatti, avete un appuntamento in edicola con il primo numero di Horror Time, un magazine di 84 pagine a colori, diretto da Andrea G. Colombo, e dedicato interamente a tutto quello che fa paura!
Il mensile sarà in tutte le edicole, con un numero inaugurale che sarà solo un antipasto di quanto la redazione ha intenzione di mostrare, numero dopo numero. Il progetto alla base di Horror Time sottintende un’idea di magazine a tutto tondo per gli amanti del genere, una rivista di riferimento per il mondo dell’orrore, da leggere dalla prima all’ultima pagina, dove si possa fare il punto della situazione, dove si abbia la possibilità di riflettere sugli argomenti senza alcun timore reverenziale per niente e per nessuno. Horror Time non ha tra i suoi obiettivi quello di fare “concorrenza” alla rete, perché i linguaggi e il modo di fornire le informazioni sono troppo diversi. La redazione si occuperà di tutto quello che fa paura con rubriche che affrontano i diversi aspetti di questo multiforme e oscuro ambito della cultura contemporanea, con la serietà e la professionalità necessarie, curando ogni aspetto della rivista a partire dal progetto grafico ricco e complesso come una rivista del settore merita di avere.

Dettaglio dei contenuti del n.1 in edicola dal 10 settembre
CINEM:, vengono dedicate più di 30 pagine distribuite tra news, rubriche di curiosità, anteprime (Insidious 2, Machete 2), recensioni (You’re next, L’evocazione), film italiani (Wrath of the crows), ai film mai distribuiti al cinema (It’s Alive), ai DVD e ai Blu- Ray. Viene fatto il punto della situazione nello “specialone” di Danilo Arona sul cinema dei remake e dei mockumentary, e viene poi proposta un’intervista inedita in due puntate di Paolo Zelati all’icona del cinema italiano (e internazionale) Catriona MacColl. Completerà l’offerta uno speciale sulle saghe al cinema (Scream), uno sul film cult del mese (La notte dei morti viventi), la rubrica sui Body Count (Evil dead).

SERIE TV con due speciali: il primo dedicato alla serie di culto The Walking Dead e alla quarta stagione ormai in arrivo; il secondo alla nuova serie Hannibal presto in onda anche in Italia.

Ampio spazio anche alla LETTERATURA con ben 10 pagine del magazine riservate ai libri: news e segnalazioni, un’anteprima del libro più atteso della stagione proposta da Giovanni Arduino (il traduttore), di Doctor Sleep il seguito di Shining scritto da Stephen King. Una recensione di L’ira dei giusti di Manel Loureiro e una rubrica sui libri scomparsi dai cataloghi italiani (Demoni amanti – Shirley Jackson). Gianmaria Contro invece ci propone nella rubrica Cult Book uno speciale su Carrie, dal libro al film. Completano la visione sul mondo dell’horror una serie di rubriche su videogame, musica (band e colonne sonore), sugli artisti “macabri”, l’Almanacco sulle ricorrenze storiche del mese, il Dizionario dell’Horror e per finire la rubrica dedicata ai gadget e ai maniaci collezionisti. In ogni numero poi, sarà presente una piccola chicca: una foto ad alta risoluzione di una locandina rara.

Completano il magazine due aree non meno importanti. La prima è quella che potremmo definire Real Horror (parafrasando il nome di un canale della piattaforma SKY), formata dalla rubrica dedicata ai SERIAL KILLER curata da Giuliano Fiocco, dalla rubrica Phobia, a cura di Giovanni Arduino, che raccoglie e spiega le più incredibili fobie che hanno ispirato scrittori e registi, e dalla rubrica X-Files curata da Paolo Zelati, che va alla caccia di miti e leggende delle nostre città.

Chiude il magazine EVENTO ZERO un romanzo “zombesco” a puntate scritto da Andrea G. Colombo che prevede anche un progetto di scrittura collettiva in collaborazione con il contenitore editoriale Hbooks (http://hbooks.horror.it). L’idea è quella di proporre sì un romanzo a puntate, ma anche di creare con la complicità dei lettori un universo popolato da molte storie oltre quella che saranno narrate sulle pagine di Horror Time.

Email: redazione@horrortime.it
 Sito Web (In allestimento): http://www.horrortime.it
Pagina Facebook: http://www.facebook.com/itshorrortime
Prezzo: € 5,90

venerdì 6 settembre 2013

Recensione: ALEX CROSS - LA MEMORIA DEL KILLER di James Patterson - Longanesi


Scegliere di leggere Patterson, significa andare sul sicuro.
Come sempre, anche in ALEX CROSS - LA MEMORIA DEL KILLER (edito da Longanesi), ritroviamo lo stile narrativo scorrevole dell'autore, caratterizzato da capitoli brevi, che rendono la lettura molto più leggera e veloce.
Protagonista di questa avventura è naturalmente il detective dell'FBI Alex Cross, alle prese con la cattura di uno stupratore e killer seriale, chiamato il macellaio.
Non è difficile intuire il perchè di questo soprannome. Il killer, infatti, non si limita a far furoi le sue vittime, ma deve anche sfigurarle - a volte tagliarle a pezzi - e fotografare l'opera per ricordo.
Ma non finisce qui, il macellaio, infatti, si inchina di fronte alle sue vittime. C'è qualcosa di ironico nella sua figura, qualcosa che lo rende anche attraente agli occhi del lettore.
Anche in questo caso, Patterson riesce a dare vita a due personaggi che catturano il lettore (Alex Cross e il macellaio) e offre a loro la possibilità di scegliere da che parte stare. La narrazione, infatti, alterna i punti di vista dei due protagonisti, ad ogni capitolo.
Questo caso per Cross è diverso. Il modus operandi dello stupratore, infatti, ricorda ad Alex l'assassino di sua moglie Maria.
Alcuni particolari del caso, gli fanno riaffiorare alla mente l'omicidio della moglie, trovando dei punti in comune. Alex adesso lavora in proprio, ha aperto uno studio di psicoterapia, ma non riesce a dire di no al suo amico, il detective Sampson, quando gli chiede aiuto per l'indagine. A quel punto, Alex è deciso a trovare il macellaio, a chiedergli se è stato veramente lui a uccidere sua moglie. Non sa come si comporterà quando se lo ritroverà davanti, ma è un rischio che deve correre. Comincerà così una corsa serrata all'assassino. Il thriller aumenta di intensità, accelerando il suo ritmo narrativo.
Unico punto fermo è che: Alex deve catturalo vivo. Deve sapere, deve mettersi l'animo in pace. Deve vendicare Maria!
Ma Alex non deve pensare solo al suo lavoro, o ad acciuffare uno spietato killer e stupratore, ha anche una famiglia a cui badare. Tornando a casa, infatti, lo aspettano tre figli e sua nonna Nana (che tiene le redini della famiglia).
Il ricordo di Maria è sempre acceso - soprattutto guardando i suoi figli - e Alex non ha ancora superato e razionalizzato l'accaduto.
La memoria del killer è un thriller che si legge con piacere, che non ha rallentamenti e che mantiene alta l'attenzione. Unico neo, forse, è che sul finale poteve offrire qualcosa i più.
Per il resto, questo romanzo rimane una lettura ricca di suspense e consigliatissima!

ALEX CROSS LA MEMORIA DEL KILLER
JAMES PATTERSON

La Gaja Scienza
288 pagine
9.90 €
IN LIBRERIA 20 GIUGNO 2013

IL LIBRO:
Ha affrontato serial killer, psicopatici, criminali di altissimo livello. Si è addentrato nelle pieghe più oscure della psiche umana per snidare il male. Eppure c’è una sfida che per Alex Cross rimane ancora in sospeso, da anni: l’omicidio della moglie Maria, morta tra le sue braccia in seguito a un colpo di pistola, forse diretto a lui, o forse no… Quando il detective John Sampson, suo amico da una vita, gli chiede aiuto per il caso di uno stupratore seriale, le cose si complicano. Perché quel caso sembra avere alcuni agganci con l’omicidio di Maria. E basta questa possibilità per far riaffiorare il dolore per quella tragedia e l'angoscia per il mistero che ancora l'avvolge. C'è davvero un legame tra l'assassinio della moglie e il mostro? La risposta è nella memoria del killer e solo catturandolo vivo Alex Cross potrà ottenerla. O, forse, la risposta è nella memoria stessa di Alex Cross, e solo mettendola a tacere lui potrà trovare finalmente pace.

L'AUTORE:
JAMES PATTERSON è l'autore di thriller più venduto al mondo. In questa collana sono apparse le sue serie di maggior successo: i romanzi del detective Alex Cross e quelli delle Donne del Club Omicidi.

Negli Usa, ogni 15 libri venduti uno è di James Patterson, per un totale di oltre 16 milioni di copie vendute all'anno. In Italia, i suoi romanzi hanno venduto oltre 3,5 milioni di copie.

giovedì 5 settembre 2013

News: ACQUA ALTA di Enrico Calenda

Cari amici,
oggi vi segnaliamo l'uscita di ACQUA ALTA di Enrico Calenda, un giallo ambientato nella laguna di Venezia, edito da Arduino Sacco Editore.
Buona lettura!

Autore: Enrico Calenda
Titolo: Acqua alta
Editore: Arduino Sacco editore
Genere: Giallo
Prezzo: € 18.00
Pag. 238
ISBN – 978-88-6354-468-8

IL LIBRO:
Un preside ritiene che l’attacco criminale subito dai docenti, pochi giorni prima del carnevale veneziano, rappresenti in qualche modo un gravissimo danno alla scuola che ama con vera passione, dandole tutto l’impegno professionale di cui è capace. Sente molto intensamente il bisogno di giungere alla soluzione del caso, per ridare alla scuola quegli stimoli profondamente culturali, quel senso di pulizia morale e di giustizia di cui tanto si sente bisogno nella società d’oggi e s’impegna, con la polizia di Venezia, in una collaborazione destinata a manifestarsi intelligente e proficua. Si tratta di un romanzo giallo, la cui la drammaticità è in parte legata alle ambiguità misteriose dell’antica città di Venezia e delle sue calli e dei suoi pozzi e delle sue corti, dalle luci tenuamente soffuse e da quel silenzioso strisciare qua e là per la città dell’acqua alta quando pian piano l’invade quasi annegandola e in parte è attenuata dal respiro profondo della laguna da cui Venezia sorge e dalle stupende barene e dalle segnalazioni così significative delle bricole, gli antichi pali di distinzione e di attracco, che inducono all’approfondimento meditato dei problemi. Così la narrazione, fra realtà e sogni, finisce con l’aprire uno squarcio sul rapporto tra una scuola pubblica e una città così particolare e in fondo così rara e difficile e con il mondo anche lontano della Cina, in cui il preside Cantucci e il suo staff le proiettano.
Bisogna assolutamente scoprire chi l’ha uccisa, Caterina. Lo dobbiamo a lei, per rendere giustizia alla sua memoria, ma anche per proseguire nel processo di sviluppo positivo di un istituto come questo. La scuola coincide con l’educazione di tanti giovani. A migliaia me ne sono passati. Ciò che si fa in una scuola non ha l’eguale in nessun tipo di attività umana.
Un dramma si svolge in una Venezia dal fascino inquieto, dove silenziosa dilaga l’acqua alta.

L'AUTORE:
Enrico Calenda si è laureato in Storia della Lingua Italiana presso l’Università di Padova, con il prof. Gianfranco Folena (tesi sulla lingua della poesia di Camillo Sbarbaro). Esercitatore presso detta Università nei primi anni settanta, Docente di Lettere di Liceo e Assistant Professor per un anno accademico al New York University (NYC), Preside dal 1977 di Istituti Superiori. Dal 1990 preside del Professionale Turistico - Alberghiero ‘ Barbarigo-Sarpi’ di Venezia. Autore di quattro libri di poesie (di cui l’ultimo ‘Brividi di mare’, del 2003), di un Commento al VI Libro dell’Eneide di Virgilio, di un articolo sulla ‘Rassegna della letteratura italiana’ sulla lingua dei ‘Trucioli’ di Camillo Sbarbaro, dell’Antologia ‘Cultura e Tecnica’ per il biennio dell’istruzione secondaria. Ha inoltre collaborato alla revisione del Dizionario Palazzi e alla Lemmatizzazione della Divina Commedia (Garzanti). Ha vinto tre concorsi nazionali di poesia (Concorso Nazionale ‘Vernato Arte’ 2002, Concorso Nazionale Le ‘Nuvole – Peter Russel’ 2004 e Concorso Nazionale ‘Fiera di Casalguidi’ 2006 per libro edito) ed è risultato ai primi posti in parecchi altri concorsi letterari. Ha pubblicato nel 2012, il romanzo ‘Acqua alta’, (Arduino Sacco Editore, Roma), che è risultato ai primi posti nel concorso Operauno, I dieci Protagonisti del 2012.

martedì 3 settembre 2013

V° Ed. concorso per opere edite "IoScrivo"

Carissimi amici, lettori e autori,
dopo aver oggi comunicato i nomi dei vincitori della IV Edizione del concorso, date le numerose richieste, e il successo che la nostra iniziativa ha riscosso, diamo subito il via alla V Edizione del Concorso letterario per opere edite IoScrivo.

Il concorso, indetto dal Blog “Il Giallista”, è aperto agli autori che hanno pubblicato o autopubblicato la propria opera e premierà il vincitore con la distribuzione nelle librerie.
Per chi ha avuto la fortuna di vedere realizzato il proprio sogno, e cioè la pubblicazione del suo libro, si sarà presto reso conto di un problema importantissimo: la distribuzione, anzi, la mancata distribuzione. Molto spesso, infatti, le opere degli autori sconosciuti (o autopubblicate) si riescono a vendere soltanto tramite le librerie online. Sì, possono essere ordinate in tutte le librerie tradizionali, ma i tempi sono lunghissimi e non vi è la comodità di avere subito il libro disponibile.
A questo proposito, è nato “Io Scrivo”!
Un concorso che premierà il vincitore con la visibilità del proprio libro negli scaffali delle librerie aderenti alla nostra iniziativa. L’opera vincitrice, infatti,(ringraziando tutte le libreria che hanno già aderito, e quelle che presto lo faranno) sarà ospitata nelle librerie del nostro elenco. In questo modo, l’opera classificata al primo posto avrà una maggiore possibilità di vendita e potrà essere notata e letta da un maggior numero di lettori.
Per qualsiasi informazione potete contattarci al seguente indirizzo: igiallisti@virgilio.it
Qui
, l’elenco delle librerie aderenti al concorso, che sarà aggiornato periodicamente.

Di seguito, il Bando:
1) Il concorso è aperto a tutte le opere edite (anche auto pubblicate online con editori come ilmiolibro.it, boopen, lulu…) in lingua italiana;

2) Possono partecipare opere di tutti i generi: romanzi, saggi, gialli, narrativa, biografie, raccolte di poesia, antologie di racconti.

3) Ogni autore può partecipare con un massimo di quattro (4) opere, e la quota di partecipazione è riferita ad ogni singolo dattiloscritto.

4) I partecipanti dovranno inviare una copia dell’opera in formato cartaceo (oppure digitale al seguente indirizzo e-mail: igiallisti@virgilio.it), allegando dati anagrafici, indirizzo, numero di telefono, piccola biografia dell’autore e una sinossi dell’opera;

5) Le opere dovranno essere spedite entro martedì 7 gennaio 2014 (per i manoscritti inviati in formato cartaceo, per posta tradizionale, farà fede il timbro postale)

6) La quota di iscrizione, per ciascuna opera, è di € 10,00, relativa a spese di gestione.

7) Non vi è un alcun limite di battute.

Premio
Primo classificatoL’opera vincitrice sarà ospitata (in max 5 copie per libreria) in tutte o in alcune (a completa scelta dello scrittore) librerie aderenti all’iniziativa, con la formula commerciale conto vendita. Segnalazione sul blog "Il Giallista";

Secondo e terzo classificato:Segnalazione sul blog "Il Giallista";
Segnalazione dell’opera alle librerie aderenti all’iniziativa.

Per partecipare, ricevere informazioni e inviare le copie
Scrivere a igiallisti@virgilio.it

Concorsiletterari.net banner

News: Vincitori IV Ed. concorso IoScrivo


Con l'inizio di settembre, come avevamo anticipato prima delle vacanze estive, siamo lieti di comunicarvi i nomi dei vincitori della IV edizione del concorso per opere edite IoScrivo.

 
1° Posto:
I RACCONTI DEL SANGUE E DELL'ACQUA
di Daniele Picciuti
 
2° Posto
IL SUONO DI UN'ANIMA CIECA
di Alessia Braia
 
3° Posto
MURDER - Omicidi a Natale
di Antonella Polenta
 
Complimenti vivissimi a tutti i vincitori!

Petizione per "LA BAMBINAIA" in formato cartaceo.

Buongiorno, amici!
Oggi vi segnaliamo la petizione online aperta da una lettrice di "LA BAMBINAIA", a favore della sua pubblicazione cartacea. Come ben sapete, il mio thriller-horror "LA BAMBINAIA" è edito esclusivamente in e-book da Fazi editore, a €1,99 in tutti gli store online.
La petizione riporta il seguente messaggio:

Ben volentieri, ormai gli e-book stanno occupando un posto di rilievo anche nel nostro Paese (soprattutto per lo loro comodità) ma è innegabile la sensazione e il piacere che si prova nel possedere il libro cartaceo, soprattutto per poterlo conservare e ammirare nella propria libreria dopo averlo finito di leggere. Questo piacere, però, è ancora maggiore se si tratta di un libro che ci è piaciuto, e per questo motivo apro la presente petizione: VOGLIAMO "LA BAMBINAIA" DI MARCO TIANO - EDITO DA FAZI EDITORE - ANCHE IN FORMATO CARTACEO. "LA BAMBINAIA", infatti, è uscito per Fazi editore solo in formato e-book, dopo aver vinto il challenge letterario "Il Giocatolaio" indetto da Fazi e Horror channel, e noi invece vogliamo anche il cartaceo, vogliamo l'autografo dell'autore sulla nostra copia, da conservare gelosamente in libreria! Per tutti quelli che lo hanno letto, o per chi deve ancora farlo, chiedo gentilmente di firmare questa petizione per convincere la Fazi alla realizzazione del formato cartaceo di "LA BAMBINAIA" disponibile in tutte le librerie. MARCO TIANO, oltre a essere uno scrittore di gialli, è anche il caporedattore del prestigioso blog "IL GIALLISTA" dedicato al mondo del giallo. Grazie mille a tuti!!!

Se volete sostenere e firmare l'iniziativa, la procedura è semplice e veloce:
1) andare al seguente link PETIZIONE LA BAMBINAIA,
2) cliccare su firma petizione
3) compilare i campi "nome e cognome" e "email"
4) confermare cliccando in basso du "firma petizione".

Ringrazio già da adesso tutti coloro che decideranno di sostenere e condividere la causa.
A presto!

lunedì 2 settembre 2013

News: Novità di settembre Edizioni Piemme


Terminate la vacanze estive, eccoci con le prime segnalazioni delle uscite in libreria di settembre, e iniziamo con quelle della Piemme edizioni.

LA VOLONTA' DI DIO
Marco Bettini
Pagine: 406
€16,50
Piemme edizioni

IL LIBRO:
Il Comune di Bologna ha organizzato un convegno destinato a suscitare un lungo dibattito. L'iniziativa, che mette a confronto autorevoli rappresentanti delle grandi religioni monoteiste - cattolica, ebraica e islamica -, viene elogiata da molti come una preziosa occasione di dialogo, ma allo stesso tempo desta scetticismo e preoccupazione: c'è chi teme possa alimentare tensioni, se non addirittura creare terreno fertile per azioni terroristiche. Con il Movimento Nordista che non perde occasione di soffiare sul fuoco e i centri sociali pronti a reagire alla minima provocazione, l'ispettore Massimo Galassi, incaricato di sorvegliare e prevenire derive pericolose, non ha vita facile. A maggior ragione quando viene rinvenuto il cadavere di un ricco industriale, ucciso nella sua villa con un crocifisso conficcato nel petto. Ora a Galassi restano pochi giorni per cercare di rimettere ordine, prima che Bologna esploda sotto il peso delle proprie contraddizioni.
Un noir che mescola suspense e indagine sociale.

L'AUTORE:
Marco Bettini vive e lavora a Bologna. Si occupa di giornalismo, comunicazione e insegna all'Università di Bolzano. Ha pubblicato Color sangue, Lei è il mio peccato e, con Piemme, Pentito, Mai più la verità e Polvere rossa. Con Mai più la verità ha vinto il premio Fedeli per il miglior poliziesco del 2007. I suoi libri sono tradotti in 5 lingue. www.marcobettini.it

L'INGANNO DELLA LUCE
Louise Penny
Pagine: 434
€17,50

IL LIBRO:
A Three Pines, piccola cittadina del Québec che neppure compare sulle mappe, Clara Morrow, pittrice di grande talento, festeggia insieme ad amici e personaggi del mondo dell'arte il successo della personale tenutasi al Museo di Montréal. La mattina seguente viene ritrovato nel giardino di Clara il corpo senza vita di Lillian Dyson, critica d'arte un tempo legata a lei da profonda amicizia. Quando Armand Gamache, ispettore capo della Omicidi e uomo di raffinata cultura, avvia le indagini, scopre un mondo fatto di invidie, gelosie e antichi rancori in cui la verità sull'assassinio è offuscata da molte ombre. Un giallo in perfetto stile Agatha Christie, con un protagonista che si è conquistato un seguito di fedeli lettori in tutto il mondo.

L'AUTORE:
Louise Penny è nata a Toronto. Ha lavorato a lungo come giornalista e conduttrice radiofonica e televisiva, occupandosi di cronaca e current affairs. Ma è con la scrittura che ha coronato il sogno di una vita: i suoi libri hanno conquistato i lettori di tutto il mondo, l'hanno portata in testa alle classifiche e sono stati insigniti di prestigiosi premi letterari. Vive con il marito in un paesino a sud di Montréal, vicino al confine con il Vermont.

LA NOTTE DI PRAGA
Philip Kerr
Pagine: 462
€ 18,50
In libreria dal 24 settembre

IL LIBRO:
1941. Appena congedato dal fronte orientale, l'ispettore Bernie Gunther fa ritorno nella sua città natale, Berlino, per riprendere le proprie mansioni nella squadra Omicidi. Nel frattempo molte cose sono cambiate: i blackout, il razionamento... perfino bere un bicchiere di scotch sembra un atto sovversivo. Dopo poco tempo, però, l'ispettore viene mandato a Praga, da Heydrich, il gerarca nazista che ha conosciuto anni prima e che sperava di non dover rivedere. Nella città boema, Gunther è chiamato a un duplice ruolo: da una parte risolvere l'omicidio a porte chiuse di un attendente del generale; dall'altra, proteggere lo stesso Heydrich, appena sopravvissuto a un attentato. È una posizione difficile, soprattutto per un uomo che non ha mai fatto mistero dell'avversione che prova nei confronti del Reich. E questa volta in gioco c'è molto più della sua reputazione.

L'AUTORE:
Philip Kerr è nato a Edimburgo, vive tra Wimbledon e il Cornwall. Dopo la laurea in Legge, ha cambiato strada e ha lavorato per anni come copywriter in alcune tra le più importanti agenzie pubblicitarie inglesi. È autore di diversi romanzi di successo in cui compare Bernie Gunther, indimenticabile protagonista de La notte di Praga.
www.philipkerr.org
www.berniegunther.com

L'EREDITA DI HIDE
Enzo Verrengia
Pagine: 392
€ 16,50

IL LIBRO:
Londra, 1885. Il dottor Jekyll è riuscito nel suo esperimento e ha dato vita a Hyde, essere demoniaco e malvagio, puro distillato del male. Ma la storia non è come ce l'ha raccontata Stevenson. Perché Hyde non è morto nel laboratorio di Jekyll: è sopravvissuto per architettare un piano diabolico. Di fronte a una tale minaccia, la polizia di Scotland Yard, con l'aiuto di uno zelante medico di nome Conan Doyle, si mette sulle sue tracce. Un romanzo raffinato e colto, che cattura con una trama dagli sviluppi davvero sorprendenti.

L'AUTORE:
Enzo Verrengia è uno scrittore e giornalista, collabora con "L'Unità" e "La Gazzetta del Mezzogiorno" per cui si occupa di costume, società e recensioni. Oltre ad aver pubblicato alcuni romanzi e racconti, contribuisce alla serie a fumetti Martin Mystère, dove ha firmato Zeppelin!, sull'incendio inspiegato dell'Hindenburg. Vive tra Pescara e la Puglia.

 LONDONGRAD
Alan S. Cowell
Pagine: 490
€: 19,50

IL LIBRO:
Come in un racconto di Le Carré, il capo cronista del "New York Times" che ha seguito il caso mette in scena la storia della vita pericolosa e della morte di Sasha Litvinenko, la spia uccisa con un audace attentato con il polonio-210 nel centro di Londra: il più misterioso assassinio dell'era post-Guerra Fredda. Le indagini di Sasha sull'omicidio di Anna Politkvoskaya, le trame degli oligarchi della nuova Russia, i segreti della guerra cecena, gli intrighi del KGB, il club dei dissidenti anti-Putin in esilio nelle capitali europee, i rapporti con l'italiano Marco Scaramella... disegnano la trama di una straordinaria spy story. L’autore non trae conclusioni certe, solleva nuovi quesiti e sottolinea la necessità di fare chiarezza sul caso, per cui Marina Litvinienko sta ancora chiedendo giustizia.

L'AUTORE:
Alan Cowell è nato in Gran Bretagna nel 1947. Corrispondente del "New York Times", ha scritto importanti reportage dall'Europa, dalla Turchia, dal Medio Oriente e dal Sud Africa. È stato nominato per il premio Pulitzer.

Intervista: Luca Tom Bilotta


Buongiorno, amici!
Oggi vi presentiamo la nostra intervista a Luca Tom Bilotta, autore di BIOGRAFIA ARANCIO SANGUE.

Benvenuto, Luca!
Cosa significa per lei scrivere?
Scrivere è un piacere, un hobby. Ma è anche un modo di svagarsi, rilassarsi e allargare la propria mente. Diciamo che avere la tastiera del pc sottomano per me rappresenta davvero tutto. Permette di lanciarsi in un’avventura diversa giorno dopo giorno, di costruire qualcosa d’importante ogni volta che si accende il computer. Da sempre è stata la mia attività, prima come giornalista (Luca Tom Bilotta ha lavorato in settori quali la cronaca nera, ma soprattutto sport ed economia di cui ha diretto per sei anni un magazine mensile, n.d.r.) poi come scrittore. Di gran lunga più appagante l’ultima professione: non tutti possono fregiarsi di lavorare scrivendo. Mi ritengo un privilegiato rispetto a tanti miei coetanei.

  Che genere letterario predilige?
I miei libri, sotto certi punti di vista, sono l’esatta espressione dei miei gusti letterari. Adoro la storia moderna (intesa dai primi Novecento ad oggi) e gli intrighi internazionali. Passo dai saggi di Renzo De Felice a Giampaolo Pansa al genere thriller psicologico internazionale. Adoro Giorgio Faletti “prima versione” e Ken Follet. Insomma, amo spaziare e soprattutto in questo ultimo periodo leggo molto per questioni professionali: sto componendo il mio secondo thriller e in fase creativa leggere stimola l’intelletto.

Quali sono gli autori che hanno contribuito alla sua formazione di scrittore?
Come detto in precedenza, De Felice e Pansa hanno il giusto piglio narrativo storiografico - con dettagli imprescindibili per uno storico -da cui mi piace prendere spunto. Mi hanno accostato spesso a Faletti in “Io Uccido”, ma a dire il vero l’ho scoperto solo post composizione di “Biografia Arancio Sangue”. Quindi non potrei inserirlo nel “pacchetto formativo” anche se lo ritengo un grandissimo autore. Chi altro? Forse Wilbur Smith e Agatha Cristie.

Quando, e come, è nata l'idea per scrivere il suo primo romanzo?
Diventare uno scrittore è sempre stato un mio sogno. Ma l'idea è nata un anno fa circa, mentre stavo componendo su commissione una biografia di un noto imprenditore lombardo. Due anni fa ho abbandonato il mondo del giornalismo e ho deciso di dedicarmi a tempo pieno alla realizzazione di libri storici e biografici su commissione, oltre che di sceneggiature: diciamo un mix fra ghostwriter e autore ad ampio spettro. Poi, un giorno, così per caso ho iniziato a scrivere e a far leggere a persone del settore una bozza del mio primo thriller e visti i pareri positivi è nata questa bella avventura... Un cammino molto rapido e positivo, culminato con un numero davvero buono di vendite in prima stampa e la firma con la mia nuova agenzia letteraria Editfloor di Roma proprio in questi giorni di luglio.

A che tipo di lettore sono indirizzate le sue opere?
Non sono particolarmente cruento quindi “Biografia Arancio Sangue” è adatto a tutti, gli omicidi sono più psicologici e criptici che splatter. Più che altro mi piace svelare gli intrighi internazionali e far riflettere il lettore, in questo caso si narra delle lobbies farmaceutiche che governano il mercato mondiale. Le mie sono opere di pura finzione, ma credo che la narrativa generalista possa essere un modo per indagare aspetti della nostra società meno conosciuti od approfondire ambiti storici sconosciuti ai più come l’agente arancio utilizzato nella guerra del Vietnam”.

Può darci un'anticipazione sul suo prossimo lavoro letterario?
Ho avuto il piacere di visitare Bruxelles e il parlamento Europeo in visita privata a maggio. Ho trovato l’ambiente davvero interessante e stimolante per scrivere il sequel di “Biografia Arancio Sangue”. Sarà ambientato proprio nel mondo politico ed economico europeo, anziché il mondo farmaceutico si parlerà di chimica ed agricolura: le famose colture OGM. Uscirà probabilmente a Natale, dipenderà molto dalla mia nuova casa editrice. Comunque sia tranquilli, il giornalista Joe Brigati non si fermerà con “Biografia Arancio Sangue”.

Recensione: NATURA MORTA IN RIVA AL MARE di Jean-Luc Bannalec - Piemme


Cari amici,
IL GIALLISTA è tornato, ed eccoci con la prima recensione di settembre.
Iniziamo parlandovi di NATURA MORTA IN RIVA AL MARE di Jean-Luc Bannalec, edito da Piemme.
Un giallo dalle tinte classiche, elegante e raffinato.
"Natura morta in riva al mare" è una lettura piacevole, rilassante, ma che al tempo stesso, sa conquistare e catturare l'atenzione del lettore.
La storia è ambientata a Pont- Aven, nella provincia della Bretagna, il pittoresco borgo di pescatori e luogo di soggiorno di numerosi artisti, tra cui il celebre Gauguin, e al ritrovamento di un quadro inedito al mondo dell'arte.

"Pont-Aven è l'idillio puro. Doveva essere passata un'eternità dall'ultimo omicidio nel pittoresco villaggio... che era divenuto celebre alla fine dell'ottocento per la sua colonia di artisti, soprattutto per Paul Gauguin, e che si ritrovava ora in ogni guida turistica della Francia e in ogni volume di storia dell'arte moderna."

Tutto ha inizio quando la tranquillità del borgo viene disturbata da un omicidio. Monsierur Pennec, proprietario del mitico Hotel Central, infatti, viene ritrovato morto nel suo ristorante.
Ma non è l'unico, a seguire le sue sorti, appena dopo l'inizio delle indagini da parte dell'ispettore Dupin, tocca ad un altro abitante di Pont-Aven.
Subito è chiaro che le morti sono collegate all'eredita di Pennec e, soprattutto, al quadro sconosciuto di Gauguin, del valore di oltre quaranta milioni di euro; un ottimo movente per uccidere!
La trama del romanzo è ben congegnata, e ricorda i raffinati noir di Maigret, soprattutto per il ritmo narrativo lineare e tranquillo, le atmosfere e i luoghi.
I personaggi sono ben costruiti, soprattutto il protagonista, Dupin; che entra facilmente nelle grazie del lettore. Dupin, infatti, ha le sue piccole manie, è a volte scostante e privo di tatto, ma sa benissimo come raggiungere il suo scopo; grazie anche ad un buon intuito.
Spalleggiato da due ispettori, Labat e Le Ber, e con l'aiuto di un'affascinante e giovane critica d'arte, Dupin arriverà puntualmente alla soluzione del caso, regalando al lettore un piacevole colpo di scena; nella migliore tradizione del giallo.
Punto di forza del romanzo: sono le descrizioni dei paesaggi di mare, il borgo di Pont-Aven e altre piccole province della Bretagna, le atmosfere e il sottile umorismo che caratterizza i personaggi.
Per concludere, "Natura morta in riva al mare" è una buona lettura, che consigliamo agli amanti dei classici, della raffinatezza e delle buone storie.

NATURA MORTA IN RIVA AL MARE
Jean-Luc Bannalec

Collana: Narrativa
Pagine 308
Data di pubblicazione giugno 2013
ISBN 978-88-566-3111-1
Prezzo: € 16,90  

L'AUTORE:
Jean-Luc Bannalec è uno pseudonimo. Divide il suo tempo tra la Germania e il Finistère meridionale, in Bretagna.
Ad aprile 2013 è uscito per l'editore tedesco Kiepenheuer & Witsch il suo secondo romanzo: una nuova indagine del commissario Dupin che ha già superato le 100.000 in Germania.

IL LIBRO:
C’è una cosa che il commissario Dupin detesta più di ogni altra: essere disturbato mentre beve il caffè. Da qualche tempo – cioè da quando è stato trasferito dalla capitale in Bretagna, in seguito a “certe controversie” – associa quel rito mattutino alla lettura dei quotidiani locali: fonti preziose per studiare l’animo bretone e i costumi insoliti di quella gente ai confini del mondo (e della civiltà, per i suoi standard di parigino fino al midollo).Ma è proprio mentre si gode una generosa dose di caffeina che il più zelante dei suoi ispettori lo disturba per comunicargli una notizia che ha dell’inaudito: un omicidio a Pont-Aven, il pittoresco borgo di pescatori che sta per riempirsi di villeggianti in quell’estate insolitamente calda. E la vittima è nientemeno che Pierre-Louis Pennec, novantunenne proprietario del mitico Hotel Central, segnalato su tutte le guide come luogo di soggiorno di celebri artisti, tra cui Paul Gauguin.Il commissario Dupin dovrà districarsi tra le pressioni delle autorità locali, che temono di veder compromessa la stagione turistica, e l’ostinato silenzio degli autoctoni, seguendo una pista che sembra condurre proprio a una tela del famoso pittore.