Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




sabato 27 marzo 2010

Il Tesoro di Agatha Christie


Il tesoro di Agatha Christie

Il giallo della valigia venduta per sbaglio

La notizia è dell’inizio di marzo, ma l’epopea continua. La casa d’aste che ha compiuto il misfatto sta ancora combattendo per riavere ciò che imprudentemente ha venduto. Si tratta di una piccola collezione di tesori appartenuti ad Agatha Christie, venduti per sbaglio in una valigia per un milione di volte meno rispetto al suo valore effettivo.

Gli oggetti preziosi appartenuti alla scrittirce di gialli più famosa del mondo sono stati acquistati da un’ammiratrice della regina del crimine, che ha comprato la valigia per 100 sterline presso la casa d’aste Bearnes Hampton & Littlewood nel 2006. L’asta era seguita alla morte dell’unica figlia della Christie, avuta dal colonnello Archibal Christie dal quale la scrittrice aveva divorziato. La fortunatissima acquirente, tale Jennifer Grant, ha aperto solo dopo qualche anno dall’acquisto la piccola scatola all’interno della valigia e via ha trovato gioielli dal valore approssimativo di 100.000 sterline! Le iniziali incise sul prezioso scrigno sono C M M, con ogni probabilità quelle della madre della Chritie, Clara Margaret Miller.

“Quando l’ho comprata ho notato lo scrigno, ma siccome la casa d’aste non mi aveva dato la chiave, non lo avevo aperto fino a pochi mesi fa...” ha dichiarato la Grant, mettendo in imbarazzo i vertici della casa d’aste che avrebbero dovuto ispezionare la valigia prima di venderla. La curiosità della Grant è venuta fuori dopo un po’ di tempo e... voilà, ecco i gioielli della mamma della Christie. Trentacinque monete d’oro, un anello di fidanzamento con tanto di diamante e una spilla. Niente male. Ma la Grant ha dichiarato che non le importava un bel niente del valore, quanto di poter toccare qualcosa appartenuta alla sua amatissima autrice. Sarà vero?

La Bearnes Hampton & Littlewood Auction House non sembra affatto entusiasta all’idea di dover combattere per riprendersi un oggetto che di fatto ha acquistato la signora Grant. Un ulteriore mistero nella vita della Christie? Ci verrebbe voglia di parafrasare un titolo della Christie: Perchè non lo hanno chiesto a Grant?

Da SherlockMagazine, autore Cinzia Giorgio
http://www.sherlockmagazine.it/notizie/3915

Nessun commento:

Posta un commento