Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




lunedì 18 agosto 2014

News: WEEKEND AD ARCORE di Giuseppe Barravecchia


Cari amici,
iniziamo la settimana presentandovi il thriller paranormale Weekend ad Arcore. Il delitto dell’enigma di Riemann di Giuseppe Barravecchia, edito da Abeditore.
Vi auguriamo una buona lettura!

Weekend ad Arcore. Il delitto dell’enigma di Riemann
Giuseppe Barravecchia
Abeditore, Milano
Anno di pubblicazione: 2014
Pagine: 379
Prezzo: € 19,90

IL LIBRO:
Come può essere la vita in Italia per una mutante? Molto difficile, come scopre il tenente dei carabinieri Cinzia Allegri. Legge il pensiero, ma non ha il coraggio di usare il suo potere fino al giorno in cui scopre un delitto perfetto commesso ad Arcore. Può fingere di non aver visto nulla, se la sua coscienza glielo permetterà. Può rivelare i suoi poteri telepatici, scatenando forse una caccia alle streghe. O cercare fra questi due estremi una soluzione che le permetta di assicurare alla giustizia gli assassini e di continuare ad essere per tutti un semplice essere umano.

L'AUTORE:
Giuseppe Barravecchia è nato nel 1964 a Milano, dove vive ancora oggi con la moglie e il figlio. Nel 1990 si è laureato in Scienze Politiche e nei sei anni successivi ha lavorato come ricercatore specializzandosi in polemologia e nell'analisi dei fenomeni migratori. Fra le sue pubblicazioni “Immigrazione e Forze Armate” (in “L'elmo di Scipio", Il Mulino, 1992), “L'accoglienza degli immigrati come forma di cooperazione” (in "I problemi della cooperazione allo sviluppo negli anni '90", Il Mulino, 1993), “La guerra con altri mezzi” (in "Relazioni Internazionali", 1994), “Il peace-keeping e la sicurezza europea” (Centro Militare di Studi Strategici, 1995), “Le Forze Armate del XXI secolo. Tra realtà e fantascienza” (in "Rivista Militare", 1995).

1 commento:

  1. Storia originale per la mescolanza fra giallo e paranormale e perché finalmente il protagonista non è il solito maresciallo dei carabinieri alla Don Matteo ma "una tenente". Cinzia Allegri è davvero bella e simpatica.

    RispondiElimina