Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




giovedì 10 agosto 2017

Intervista: Paulina B. Lawrence, autrice di IN TANGO


Buongiorno, amici!
Oggi, è ospite de Il Giallista la scrittrice Paulina B. Lawrence, autrice del giallo psicologico IN TANGO (qui la scheda del libro).


1) Benvenuta, Barbara, e grazie per essere nostra ospite. 
Cosa significa per lei scrivere? 
Scrivere per me è essenzialmente due cose: prima di tutto un modo di ricreare il mondo. Scelgo delle realtà da trattare, le esamino, le de-costruisco, le ‘correggo’ illuminandole, e poi le ricostruisco. Scrivere poi è anche un modo per essere tutto quello che ho dentro, per tirare fuori parti di me che nella vita quotidiana non vengono fuori, per mettere in gioco le mie fantasie all’interno di un universo parallelo cartaceo. 

2) Che generi letterari predilige? 
Ho scritto sia saggi (col mio vero nome, Barbara De Filippis - Paulina è il mio pseudonimo da romanziera) che romanzi. Decisamente prediligo i romanzi, perché ho modo così di liberare la fantasia. I saggi che ho pubblicato (medicina naturale e cucina vegana) li ho scritti come se mi fosse stata assegnata una ‘missione divulgativa’ dall’alto, a cui ho sottostato con piacere. I romanzi sono altro per me. Creo e disfo realtà, seguo l’evoluzione emotiva dei personaggi, e mi diverto a giocare dietro le quinte col lettore, nascondendo indizi e segni che riportano ad altro.

3) Quali sono gli autori che hanno contribuito alla sua formazione letteraria? 
Ho studiato lingue e letterature straniere all’università, e sono specializzata in traduzione letteraria (poi in seguito anche in altro), perciò ho letto molto in vita mia…sicuramente Shakespeare, Jane Austen, Eduardo De Filippo, ma potrei continuare con una lunga lista…. 

4) Da dove trae ispirazione per le trame dei suoi libri? 
Spesso le trame mi arrivano in sogno, di solito sotto forma di particolari da cui poi io sviluppo una storia. Ma attingo parecchio alla realtà quotidiana, spesso ad esperienze che ho realmente vissuto. 

5) Cosa l’ha spinta a scrivere il suo primo romanzo? 
Il primo romanzo, ‘Sette Gelsomini’, l’ho scritto per gioco. Volevo provare a scrivere un romance, e credo di esserci riuscita, perché, sempre per gioco, l’ho inviato a Rizzoli e a loro è piaciuto molto e me lo hanno pubblicato in una collana di romance….Poi il gioco è diventato la mia strada, nel senso che scrivendo ho ritrovato la me stessa che, fin da giovanissima, scriveva e scriveva e adorava leggere poesie e romanzi…Così ho continuato, ed ho dato vita a ‘L’amante nello Specchio’, e a ‘in TANGO’.

6) Sta lavorando a un nuovo libro? Se sì, può darci qualche anticipazione? 
Per il momento mi godo l’estate. Il mio ultimo scritto ‘in TANGO’ è uscito il 30 giugno; ho già pronto un romanzo breve scritto proprio prima di ‘in TANGO’ e che uscirà a settembre, e poi….ho ideato la collana ‘quadri di città’ - di cui anche ‘in TANGO’ fa parte (è dedicato a Cagliari, la città in cui vivo dal 2011) - e quindi continuerò in questo senso: la prossima città a cui dedicherò le mie parole sarà la mia città natale, Roma, dove ho vissuto fino all’età di 36 anni.

L'AUTRICE:
Paulina B. Lawrence è lo pseudonimo da romanziera della scrittrice Barbara De Filippis. Nata a Roma nel 1973 da genitori calabresi; ha vissuto nella capitale fino al 2010, anno in cui, per amore, si è trasferita in Sardegna; da allora vive a Cagliari, città che adora, col compagno e il figlio. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, specializzata in Traduzione Letteraria, ha poi studiato anche Cooperazione allo Sviluppo Sostenibile, e lavorato per 10 anni alla sede FAO della capitale. Da quando vive in Sardegna, si occupa di guarigione naturale (è master Reiki, Floriterapeuta e consulente Feng Shui) e si dedica attivamente alla scrittura creativa e alla letteratura. Ha pubblicato con lo pseudonimo di Paulina B. Lawrence i romanzi Sette Gelsomini (2016) e L’Amante nello Specchio (2017). Pubblicati con il suo vero nome invece, potete trovare, sia in versione ebook che cartacea, un racconto intitolato Te lo saresti mai immaginato?, e un’ampia varietà di saggi a tema Reiki, Floriterapia e Cucina Vegana.

Nessun commento:

Posta un commento