Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




giovedì 26 maggio 2011

Lord Peter e l'altro - Polillo editore - I Bassotti n.95

Carissimi amici, da oggi in libreria un nuovo entusiasmante e intrigante "Bassotto" della Polillo editore, firmato Dorothy L. Sayers

Eccovi la scheda:
Dorothy L. Sayers
LORD PETER E L’ALTRO

“I bassotti” n. 95
Pagine: 400
Prezzo: € 15,40
ISBN: 978-88-8154-376-2
Traduzione di A. M. Francavilla
Nelle librerie da giovedì 26 maggio 2011

Trama:
C’è un nuovo copywriter alla Pym’s Publicity, la stimata agenzia di pubblicità inglese, dopo che il suo predecessore è morto volando dalle scale negli uffici di Londra. Il neoassunto, Death Bredon, è un giovanotto affabile che non trova difficoltà a inserirsi nel nuovo ambiente di lavoro. Bredon, però, non si limita a ideare brillanti campagne pubblicitarie: si tiene al corrente di tutti i pettegolezzi; osserva i colleghi e i loro uffici; fa domande sul morto… Sotto mentite spoglie si cela infatti Lord Peter Wimsey, il celebre investigatore privato, che è stato incaricato dal proprietario dell’agenzia di indagare sulla morte “accidentale” del suo dipendente. La soluzione del caso arriverà solo dopo una serie di sconcertanti scoperte e di ben cinque delitti. Pubblicata nel 1933, Lord Peter e l’altro è considerata una delle opere migliori della grande giallista per la vivida rappresentazione del mondo della pubblicità dell’epoca, in cui la scrittrice aveva lavorato, per l’originalità della trama, i dialoghi brillanti, la fine satira di costume e il finale struggente e memorabile. Non a caso è inserita non solo nella lista dei 100 migliori mystery di tutti i tempi compilata dai Mystery Writers of America, ma anche nel volume 1001 libri da leggere prima di morire del critico inglese Peter Boxall.

L’autrice
Dorothy [Leigh] Sayers (1893-1957), di discendenza anglo-irlandese, nacque a Oxford dove il padre, il reverendo Henry Sayers, era direttore della Christ Church Cathedral School. Imparò il latino a soli sette anni, fu una delle prime donne inglesi a conseguire una laurea e per tutta la vita coltivò molteplici interessi intellettuali: dalla poesia alla religione, dalla filosofia alla letteratura medievale. Ancora oggi la sua traduzione della Divina Commedia di Dante è considerata fondamentale per l’accuratezza del testo e la chiarezza del commento. Nel 1922 la scrittrice entrò come copywriter in un’agenzia di pubblicità londinese che le fornirà lo spunto per Murder Must Advertise (Lord Peter e l’altro), ma l’esordio nella narrativa poliziesca, alla quale si dedicò per motivi strettamente economici, avvenne con Whose Body? (1923, Peter Wimsey e il cadavere sconosciuto). A questo fecero seguito altri dodici romanzi, tutti tranne uno con il suo investigatore per eccellenza, e cinque raccolte di racconti. Nel 1938, all’apice della fama, ritenne di aver guadagnato a sufficienza e abbandonò quasi del tutto l’attività di giallista, lasciando incompiuto il suo ultimo romanzo, Thrones, Dominations. Il libro, completato da Jill Paton Walsh, è stato pubblicato postumo nel 1998. Dorothy L. Sayers è morta nel 1957 a Witham, nell’Essex.

Buona lettura!
Marco Tiano

Nessun commento:

Posta un commento