Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




martedì 28 gennaio 2014

News: Il 30 GENNAIO in libreria due imperdibili gialli della POLILLO EDITORE


Cari amanti del giallo,
preparatevi, perché il 30 gennaio 2014 saranno disponibili nelle librerie due imperdibili gialli classici della Golden Age, editi dalla mitica Polillo editore. Come sempre, si tratta di titoli straordinari, che non possono mancare nella biblioteca di un accanito lettore di gialli... e non solo!

Dorothy Cameron Disney
UNA SCIARPA INTORNO AL COLLO
“I bassotti” n. 138
Pagine: 288
Prezzo: € 15,90
ISBN: 978-88-8154-453-0
Traduzione di Giovanni Viganò
Nelle librerie da giovedì 30 gennaio 2014

IL LIBRO:
Quando Margaret Tilbury decide di trasferirsi con la sorella e il cognato in una grande tenuta nel Maryland, a poche miglia da Washington, non sa che quello splendido posto si rivelerà ben presto un luogo da incubo. Prima Margaret si ammala gravemente, e solo grazie alle assidue cure dell’infermiera Dorothy riesce a riprendersi. Poi, durante la convalescenza, un incendio distrugge i pagliai vicino alle stalle. Una tragica fatalità? È quello che tutti pensano, almeno fino a quando non viene rinvenuto, nascosto sotto la paglia, il corpo martoriato di una donna. La sciarpa stretta intorno alla gola non lascia dubbi su quale sia la causa della morte. Ma le sorprese non finiscono qui; domato l’incendio, altre cattive notizie attendono gli abitanti della villa: i fili del telefono sono stati tagliati, i serbatoi delle automobili svuotati – e una di queste è scomparsa – e un membro della famiglia giace a terra, svenuto, dopo essere stato colpito alla testa. Sarà solo grazie all’instancabile attività dell’ingegnoso ispettore Chant che si verrà a capo dei tanti misteri di cui è ricco questo romanzo del 1939 scritto da una delle più rinomate autrici americane dell’età d’oro del giallo.

L’AUTORE:
Dorothy Cameron Disney (1903-1992), nacque nel territorio indiano di Atoka, l’attuale stato di Oklahoma. Dopo aver frequentato la George Washington University e il Barnard College di New York, iniziò a lavorare svolgendo le attività più disparate: da stenografa a hostess di night club, da copywriter a comparsa di film. Sposatasi con Milton MacKaye, nel 1929 cominciò a scrivere racconti per diversi giornali e nel 1936 pubblicò il suo primo giallo, Death in the Back Seat (In viaggio col morto – I bassotti n. 108) al quale fece seguito Strawstack (Una sciarpa intorno al collo). Considerata una seguace della scuola di Mary Roberts Rinehart – quella nella quale l’eroina di turno vive retrospettivamente la vicenda oggetto del racconto rammaricandosi del fatto che “se solo avesse saputo allora quello che sa adesso” certi eventi drammatici non sarebbero accaduti – la Disney fu particolarmente elogiata dalla critica, che ne mise in rilievo le qualità letterarie. Nel 1949, con la pubblicazione di The Hangman’s Tree, il suo nono romanzo, abbandonò la produzione di mystery per dedicarsi al giornalismo. Dal 1953 firmò per The Ladies’ Home Journal una rubrica dal titolo “Can This Marriage Be Saved” sui problemi di coppia che venne pubblicata con grande successo per oltre trent’anni.

*******************************************

Leslie Cargill
LA MORTE VIAGGIA IN AUTOBUS
“I bassotti” n. 142
Pagine: 256
Prezzo: € 15,40
ISBN: 978-88-8154-457-8
Traduzione di Bruno Amato
Nelle librerie da giovedì 30 gennaio 2014

IL LIBRO:
La grande passione di Morrison Shape, solitario e benestante signore inglese, è l’enigmistica. Cruciverba, rompicapi, astrusi problemi scacchistici o matematici non hanno segreti per lui tanto che fa man bassa dei premi messi in palio dai giornali per chi riesce a risolvere i loro complicati enigmi. Così, quando sull’autobus che come ogni martedì lo sta portando da Colborough a Netherton viene commesso un delitto, a Morrison non par vero di poter mettere le sue incredibili doti al servizio della polizia e provare a risolvere quello che da subito appare come un vero e proprio mistero. Se infatti è pacifico che Caleb Wainwright, uno dei passeggeri dell’autobus, è stato ucciso da un colpo di pistola, non è per nulla chiaro chi sia stato a sparare: nessuno della dozzina di persone che era a bordo ha visto qualcosa, l’arma non si trova e l’autobus, nel momento fatale, era in movimento. Oltre a tutto un guasto al motore causava continui ritorni di fiamma con conseguenti scoppi che hanno impedito di distinguere il rumore dello sparo. Insomma, un vero e proprio rebus per il sergente Matthews e il sovrintendente Maxley incaricati del caso. E quindi il terreno ideale per il nostro geniale enigmista.

L’AUTORE:
Leslie Cargill (1895-1964), pseudonimo di Leslie Clarke, è uno degli autori della cosiddetta golden age del giallo di cui si hanno meno notizie. Nonostante abbia scritto ventuno romanzi in diciotto anni di attività, la sua vita appare avvolta nel mistero. È probabile che sia stato lo stesso autore a non voler alcun tipo di pubblicità visto che nelle edizioni dei suoi libri, tutti pubblicati in Inghilterra da Herbert Jenkins, un editore che all’epoca andava per la maggiore (tra i suoi autori c’era anche P. G. Wodehouse), non compare alcuna nota biografica. A parte il fatto che era nato in Inghilterra, di lui si conosce solo la bibliografia. Il suo primo romanzo – inedito in Italia come tutta la sua produzione – fu The Yellow Phantom (1935) al quale fecero seguito Death Goes by Bus (1936, La morte viaggia in autobus) e Murder in the Procession (1937). Tra le opere successive, oltre a gialli tradizionali, ci sono anche libri di spionaggio o comunque di genere più avventuroso, quali Gestapo Gauntlet (1939), Matrimony Most Murderous (1949) e Death Sets the Pace (1950). L’ultima sua opera, The Lady Was Elusive, risale al 1952, dopodiché Leslie Cargill ritornò definitivamente nell’ombra.
 

News: UNA VITA QUALUNQUE di Dario Ghiringhelli


Cari amici,
siamo lieti di segnalarvi la nuova edizione di UNA VITA QUALUNQUE, il primo libro dello scrittore Dario Ghiringhelli, un autore che conosciamo soprattutto per le sue opere di genere giallo e noir. Si tratta di un'autobiografia, che segna l'inizio del percorso letterario di questo egregio scrittore.
Vi auguriamo una buona lettura!

UNA VITA QUALUNQUE
Dario Ghiringhelli
Edizioni Tracce
Anno: 2013
Biografia
pp. 288
€ 18,00
ISBN 978-88-7433-932-7

IL LIBRO:
Recensione di Roberto Sarra
L'amore per la famiglia, per le cose semplici, per la vita nell'accezione più ampia del termine, sono il leit motiv, il filo conduttore di "Una vita qualunque" opera sensibile e delicata dai tratti garbati scritta in punta di penna con stile elegante e raffinato, vergata con una dolcezza incredibile da un Ghiringhelli che trascende se stesso sfoderando un' onestà intellettuale senza pari. Un'opera spontanea, affrontata senza maschera che mette a nudo le intimità più recondite. Un piccolo gioiello, riproposto in questa nuova edizione, che omaggia il proprio mondo, il vissuto, un quotidiano limpido, libero da convenzioni di ogni sorta e che in particolare celebra le donne, le sue donne, la moglie Lorenza e la figlia Simona che qui assumono un ruolo salvifico, fondamentale, l'essenza stessa del suo essere. Seguono altri personaggi femminili che hanno contribuito in un modo o nell'altro all'arricchimento di un'esistenza già di per sé satura di valori e sentimenti. Le grandi passioni per la letteratura, per il calcio, il teatro e la Città della sua giovinezza, quella stessa ruffiana Legnano che ha sempre custodita nel cuore, trapelano in tutta la loro spontanea unicità con una forza detonante, divenendo occasione dalla quale estrarre nuova linfa, sciorinando un linguaggio che conquista, affascina e nel contempo commuove, coinvolgendo il lettore in un turbinio di sensazioni ed emozioni dalle quali è davvero impossibile esimersi. L'autore traccia un sentiero ricco e variegato, che man mano prende forma, dando vita ad un caleidoscopio di colori quelli intensi, caldi e variegati che hanno contraddistinto tutta la sua straordinaria avventura.

L'AUTORE:
Dario Ghiringhelli è nato a Varese ed ha trascorso l'infanzia e la giovinezza a Legnano, città  cui è sempre rimasto profondamente legato.
A Legnano, infatti, hanno avuto origine due “grandi amori” della sua vita: il teatro (ha fatto parte della Compagnia Dialettale Legnanese di Felice Musazzi) e la squadra di calcio della città, che ha continuato a seguire appassionatamente anche dopo essersi spostato prima a Saronno e poi a Turate (Co).
Conclusa la sua attività di  dirigente di un’azienda del largo consumo alimentare, si è dedicato all'altra grande passione: lo scrivere. Dopo un esordio autobiografico, si è dedicato al genere “giallo-noir”, conseguendo svariati riconoscimenti in numerosi concorsi letterari ed è presente in diverse antologie.
Autore prolifico, ha pubblicato tutti i suoi romanzi con la Casa editrice La Riflessione, Davide Zedda – Cagliari :


*Una vita qualunque
(2009), autobiografico.
*Era un'alba o era un tramonto (storie di provincia negli anni '60) (2009).
*Ambigui intrighi di provincia (2009), un giallo legato ad un quadro e alla torbida storia del suo pittore.
*L'amica scomparsa (2010), un'intricata vicenda con protagonista una donna misteriosa.
*Facezie, intemperanze e astruserie di famiglia (2010). Una travolgente giostra comica di personaggi e accadimenti.
*Una minuscola chiave (2010). La protagonista indaga per ritrovare il marito scomparso.
*Due inseparabili vedettes (2010). I ricordi di teatro dell'autore, trascorsi all'ombra di due insuperabili comici: Felice Musazzi e Tony Barlocco.
*Crimini in palcoscenico (2011). Le vicende del commissario Del Vecchio alle prese con un maniaco omicida.
*Bizzarrie famigliari (2011). Divertente satira sulle vicende di una famiglia dei giorni nostri.
*Delitti in fuorigioco (2011). Un'indagine di Del Vecchio su delitti che si abbattono sull'ambiente del calcio di provincia.
*Sentimenti e delitti (2011). Le indagini del commissario Del Vecchio nello sconosciuto mondo di una società farmaceutica.
*Un liceo e velenosi misfatti (2011). Questa vplta il commissario Del Vecchio deve risolvere un caso ambientato nel liceo classico della città.
* Un ricordo per mio papà (2012). Una rimpatriata tra amici. Il fulcro della storia è la presunta paternità di uno dei tre amici e la foto di una ragazza misteriosamente scomparsa.
* La cornice del quadro (2012). E' ambientato nelle misteriose vicende del palio di Legnano, con capitani e castellane di contrada alle prese col solito commissario Del Vecchio che indaga, ma si innamora.

* Veleni di colore candido (2012). L'ultimo romanzo di Dario. Del Vecchio ritrova una vecchia zia in una casa di riposo.... ma anche lì si trova a dover fronteggiare un misterioso “angelo vendicatore”....
Dario ci ha lasciato il 3 dicembre 2012, ma i suoi libri continueranno a tenere vivo il ricordo delle sue qualità umane e letterarie.

mercoledì 22 gennaio 2014

News: DOPPIA OMBRA di Roberta Gallego - Tea Editore


Buongiorno, amici!
Oggi vi presentiamo DOPPIA OMBRA, il nuovo thriller della scrittrice Roberta Gallego, uscito per i titpi di TEA editore, edito sia in edizione cartacea che digitale.

UNA STORIA DI FAMIGLIA DAI TRATTI GOTICI SI INTRECCIA AI CASI DI ORDINARIA FOLLIA DI UNA PROCURA (IMPERFETTA)

Roberta Gallego
DOPPIA OMBRA
Pagine: 288
Prezzo: 13,00 Euro
TEA editore

IL LIBRO:
Questa volta il sostituto procuratore Alvise Guarnieri e il suo team di investigatori affrontano il mistero di un delitto consumato nell’alta società della piccola provincia di Ardese: la vittima è un noto farmacista, trovato morto nella sua villa. Apparentemente il crimine sembra di facile interpretazione: il corpo torturato e mutilato, gli ambienti depredati con feroce determinazione, un caso analogo avvenuto poche settimane prima sull’altra sponda del lago… tutto sembra indirizzare le indagini verso la criminalità organizzata di origine straniera. Ma spesso le apparenze ingannano, e così l’indagine si addentra fra ombre e misteri della vita della vittima, in una ragnatela gotica di relazioni inconfessabili e drammatici segreti. Intanto, nell’ambiente naturalmente accidentato della Procura di Ardese, una serie di personaggi minori è protagonista di storie minori, ma non meno incisive: il maresciallo Alfano, dopo la disperazione seguita alla morte della figlia, si interessa di nuovo alla vita, e alle donne; l’ispettore della Squadra mobile Manlio De Oliveira scandaglia il pozzo nero della vecchiaia abbandonata negli istituti per anziani; il sostituto procuratore Agostina Arcais si misura con un delicato caso di obiezione di coscienza; e la collega Silvana Grimaldi affronta una giornata professionale di ordinaria follia…

L'AUTRICE:
Roberta Gallego, magistrato, è nata a Treviso. Ha esordito nel 2013 con la pubblicazione di Quota 33, col quale ha inaugurato la serie dedicata alle «Storia di una procura imperfetta». Doppia ombra è il secondo episodio.

venerdì 17 gennaio 2014

News: IL MISTERO DEI COSMATI di Roberto Ivaldi - Exòrma Edizioni


Buongiorno, amici!
Oggi vi segnaliamo un'interessante novità, edita da Exòrma Edizioni. Si tratta del giallo storico IL MISTERO DEI COSMATI, dello scrittore Roberto Ivaldi.
Vi auguriamo una buona lettura.

IL MISTERO DEI COSMATI
Roberto Ivaldi
Exòrma Edizioni
collana Narrativa
pp.240
euro 15.90
ISBN 9788895688930
http://www.exormaedizioni.com/catalogo/il-mistero-dei-cosmati/

"La base storica di questo appassionante romanzo è sicuramente più seria, più scientifica e più onesta di quella di tanti best-seller medievali e rinascimentali". Andrea Sartori

ESTRATTO:
Quando Alda si svegliò, quel viandante era già sparito da un pezzo. Dopo aver indossato il saio ancora umido, era partito alla ricerca della basilica, dove sperava di incontrare papa Gregorio. Non sapeva che il Guiscardo l’aveva rapito e lo teneva in ostaggio in Laterano, né che da lì a poco avrebbe abbandonato definitivamente la città. Demetrio si sarebbe trovato di fronte Clemente, l’antipapa […]”

IL LIBRO:
Roma, seconda metà del ‘400. Braccio del Poggio, amico di Coluccio Salutati, è un umanista di fama e un filologo. Diplomatico e segretario pontificio, è però anche un abile e spregiudicato uomo d’affari: in segreto trascrive antichi e preziosi manoscritti per venderne le copie alle biblioteche, dopo averne accuratamente occultato gli originali. È a lui che si presenta un giorno Luc’Antonio dei Mellini, discendente della confraternita dei marmorari romani (i Cosmati del titolo), con una misteriosa tavoletta di alabastro la cui decifrazione pare essere legata alla soluzione di una lunga scia di delitti inspiegabili e a un mistero ancora più grande… Ma chi perseguita i magistri doctissimi e perché? E qual è il messaggio celato dalla tavoletta e dal manoscritto anonimo Historia magistrorum doctissimorum romanorum rinvenuto nella soffitta della chiesa di Santa Maria in Cosmedin? Sulle tracce di un segreto antico quanto la discendenza dei Cosmati e di morti misteriose che la accompagnano fin dalla sua origine - da quando Demetrio Anghelopulos venne incaricato dall’abate di Montecassino, Desiderio, di portare a Roma l’arte del mosaico bizantino e ridare così splendore alla città devastata dai Normanni - prende avvio l’inchiesta. Momento dopo momento, piccoli indizi, coincidenze casuali ed episodi inattesi concorrono uno dopo l’altro, proprio come le tessere di un mosaico, alla soluzione dell’enigma.

L'AUTORE:
Roberto Ivaldi. Studioso di storia romana e del Medioevo, esperto di storia del colonialismo, ha pubblicato diversi saggi, tra i quali Storia del colonialismo, La via delle Indie e Le mura di Roma (Newton Compton), e il romanzo La bottega della seta di Giò.

martedì 14 gennaio 2014

Recensione: LA NOTTE DI PRAGA di Philip Kerr - Piemme editore


Buon inizio settimana, amici!
Oggi vi parliamo de LA NOTTE DI PRAGA di Philip Kerr, edito da Piemme, un noir ambientato nella Germania del 1941, durante il periodo della guerra.
Questo romanzo fa parte della serie che ha per protagonista il disincantato commissario Bernie Gunther, che questa volta si ritrova a indagare sulla morte del capitano delle SS Kuttner, un aiutante del generale Keydrich, appena nominato governatore del protettorato di Boemia e Moravia.
Gunther è un personaggio segnato dagli anni della guerra, dal periodo in cui ha presato servizio come agente segreto delle SS sul fronte orientale. Durante la notte è spesso vittima del desiderio di uccidersi, di spararsi alla testa. Ha ucciso molti soldati e innocenti, durante il periodo nelle SS, e questo lo ha cambiato. Ha cambiato il suo modo di vedere il mondo, le cose, le persone. Sa di non poter tornare più come prima, ma è felice di potersi occupare nuovamente di crimini e delitti "normali", almeno questo lo distrae dai ricordi, mantenendogli la testa occupata; per questo ha accettato di ritornare a occupare il posto di commissario della Polizia Criminale di Berlino, la Kripo.
L'omicidio del Capitano Kuttner avviene durante il soggiorno di Gunther al ricevimento del generale, per festeggiare la sua nuova nomina.
Questo noir mostra alcuni titpici ingredienti del giallo classico, a partire dall'omicido. Il corpo della vittima, infatti, viene ritrovato nella sua camera da letto, chiusa a chiave dall'interno. Come in qualunque giallo che si rispetti, il castello è  pieno di ospiti e, quindi, possibili sospettati. Inoltre, trattandosi di un ricevimento del genarale Heydrich, gli invitati sono tutte alte peronalità appartenenti al mondo della politica o dell'esercito, quindi, Gunther dovrà indagare poggiando i piedi su un terreno molto delicato. Nonostante ciò, Gunther non ha timore di loro - non è neppure un nazista nell'animo - e non si preoccupa affatto di fare le domande più scomode e inconvenienti; è solo deciso a scovare l'assassino, chiunque sia.
A complicare il caso, si aggiunge il fatto che tutti, oltre ad averne avuto l'opportunità, sono dotati anche di un buon movente, per volere la morte dell'uomo.
Questo romanzo, che presenta anche un tipico impianto del giallo classico, è una piacevolissima lettura. La stile narrativo, infatti, è scorrevole e ben definito. Kerr, ancora una volta, di dimostra un abile narratore, un egregio intrattenitore, catturando l'attenzione del lettore sin dalle prime pagine.
Punti forti di questo libro sono sicuramente i personaggi, l'ottima ricostruzione storica e il ritmo.
Oltre ad essere un ottimo noir, questo libro è anche una lettura divertente e piacevole grazie al senso dell'humor del protagonista.
Se dovessimo trovare un punto debole, questo forse sarebbe il colpo di scena, l'identità dell'assassino.
Infatti, per il lettore più smaliziato, quello abituato a leggere gialli classici - che conosce l'intera produzione di Agatha Christie - intuire il nome del colpevole non sarà molto difficile. Gli indizi sono ben disseminati, ma l'occhio più allenato, saprà ben riconoscerli. Questa è una leggera ingenuità dell'autore, che, ripeto, potrà notare solo il giallista incallito.
Ciò non toglie che la scelta dell'assassino è perfetta, e non manca la sorpresa. Per il resto, "La notte di Praga" è un noir che consiglio vivamente. Una lettura affascinate, intrigante e a tratti anche divertente.
Da non lasciarsi sfuggire!

LA NOTTE DI PRAGAPhilip Kerr
Pagine: 462
€ 18,50
Piemme editore

L'AUTORE:
Philip Kerr è nato a Edimburgo, vive tra Wimbledon e il Cornwall. Dopo la laurea in Legge, ha cambiato strada e ha lavorato per anni come copywriter in alcune tra le più importanti agenzie pubblicitarie inglesi. È autore di diversi romanzi di successo in cui compare Bernie Gunther, indimenticabile protagonista de La notte di Praga.
www.philipkerr.org
www.berniegunther.com

giovedì 9 gennaio 2014

News: LA LEGGE DEL DOLORE di Chris Carter - Editrice NORD


Il 23 gennaio (ci siamo quasi) sarà disponibile nelle librerie italiane LA LEGGE DEL DOLORE, il primo thriller di Chris Carter pubblicato nel nostro Paese dalla casa editrice NORD.

Chris Carter
LA LEGGE DEL DOLORE
ISBN9788842922193
Traduttore: Molinari Susanna
Narrativa Nord
464 pagine
libro - cartonato con sovraccoperta
Disponibile: dal 23 gennaio 2014

««È nata una stella del thrillerDaily Express»

QUANDO L’ASSASSINO CONOSCE LE TUE PAURE, NON PUOI NASCONDERTI…

QUANDO IL BUIO È GIÀ DENTRO DI TE, NON PUOI SFUGGIRE ALLA LEGGE DEL DOLORE…

IL LIBRO:
un sacerdote torturato e ucciso nella propria chiesa, il corpo legato accanto all’altare e il numero 3 tracciato col sangue sul suo petto: è questa la scena raccapricciante che, una fredda mattina di dicembre, si presenta ai detective Hunter e Garcia. Dalle prove rinvenute, sembrerebbe un omicidio a sfondo religioso, forse opera di una setta. Tuttavia, quando pochi giorni dopo vengono trovati altri due cadaveri, contrassegnati coi numeri 4 e 5, Garcia si convince che il responsabile sia un serial killer sadico e perverso: una donna infatti è stata arsa viva in una villa di Malibu, mentre l’altro uomo è stato lentamente dissanguato usando centinaia di siringhe. Per Hunter, invece, le azioni dell’assassino sono state dettate da un movente ben più complesso: trasformare in realtà gli incubi peggiori delle vittime, le loro fobie, le loro paure più profonde. Ma come poteva conoscere fin nei minimi dettagli ciò che spaventava a morte quelle persone? E cosa avevano in comune un prete, un’agente immobiliare e un venditore d’auto? Per scoprire la verità, Hunter dovrà farsi strada tra le ombre del loro passato, avanzando a fatica lungo un sentiero disseminato di oscuri segreti e peccati inconfessabili, un sentiero in cui il confine che separa vittime e carnefici è sempre più sottile…

L'AUTORE:
Chris Carter è nato in Brasile da genitori di origini italiane. Si è trasferito negli Stati Uniti per studiare Psicologia e Criminologia e, dopo aver lavorato come psicologo criminale per diversi anni, ha deciso di rivoluzionare la propria vita, dedicandosi alla musica e suonando in giro per il mondo con alcune tra le rock band più celebri degli anni ’90. Infine si è stabilito in Inghilterra per coltivare quella che è sempre stata la sua grande passione: la narrativa. Il successo è arrivato fin dagli esordi e, da allora, ogni suo nuovo thriller raggiunge la vetta delle classifiche di vendita. La legge del dolore è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.
Il suo sito è www.chriscarterbooks.com

News: Le uscite di febbraio della PIEMME EDITORE


Buongiorno, amici!
Continuiamo con la segnalazione delle nuove uscite in libreria.
Oggi vi presentiamo in anteprima quelle di febbraio della PIEMME EDITORE. Due titoli che solleticheranno sicuramente la vostra curiosità!

Michael Connelly
IL QUINTO TESTIMONE
19.90 €
408pagine
Piemme

IL LIBRO:
Sono tempi duri per Mickey Haller: nonostante il crimine non sia diminuito, pare che nessuno possa più permettersi un avvocato. E così non gli resta che dedicarsi ai casi di pignoramento delle abitazioni, che invece, a causa della crisi, abbondano. Quello di Lisa Trammel è il primo caso del genere di cui si occupa. Lisa non è un personaggio facile. Combattiva, ficcanaso, è stata persino diffidata dall’avvicinarsi alla banca che sta per portarle via la casa. Le cose si complicano, e di molto, quando viene accusata di aver ucciso Michael Bondurant, il dirigente che segue la sua pratica. Per Mickey significa tornare a quello che ha sempre fatto, cioè occuparsi di diritto penale, ma se pensava che difendere Lisa fosse una passeggiata, si sbagliava di grosso. Non solo scoprirà qualcosa di esplosivo sulla sua cliente, ma la sua vita finirà per prendere una piega del tutto inaspettata.

L'AUTORE:
Michael Connelly negli Stati Uniti è una star, tanto che il “New York Times” gli tributa sempre il massimo degli onori, e ogni suo thriller raggiunge il primo posto in classifica. Al detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di molti dei romanzi di Connelly, si è affiancato negli ultimi anni Mickey Haller, avvocato penalista, protagonista anche di questo thriller. www.michaelconnelly.com

************************************************

Régis Jauffret
L'INFERNO E IL RITORNO
19.50 €
518pagine
Uscita: Febbraio 2014

IL LIBRO:
Amstetten, Austria, 1984. Angelika compie diciotto anni: è l’ultimo compleanno che festeggerà al piano di sopra della villetta in cui vive con la famiglia. Perché quella sera suo padre, Josef Fritzl, la rinchiuderà in cantina: un bunker costruito sotto gli occhi di tutti da lui stesso, ingegnere, senza destare sospetti. Per la ragazza è l’inizio di un incubo: ventiquattro lunghi anni di segregazione e abusi che il padre infliggerà ad Angelika e ai figli che avrà da lei, esercitando su quel “popolo della cantina” il proprio desiderio di onnipotenza. Nel silenzio più totale: nessuno ha mai sentito né visto nulla. Un romanzo-verità in cui Régis Jauffret ricostruisce un fatto di cronaca che ha fatto il giro del mondo e il caso giudiziario che ne è seguito. Alla ricerca di spiegazioni e verità che solo dentro un romanzo sembrano tollerabili.

L'AUTORE:
 
Régis Jauffret è nato nel 1955 a Marsiglia, è considerato una delle voci più significative della narrativa francese contemporanea. Le sue opere, che scavano nelle zone d’ombra della psiche, gli hanno valso numerosi premi letterari.

mercoledì 8 gennaio 2014

News: Le uscite di gennaio 2014 LONGANESI EDITORE


Carissimi amici,
con l'entrata del nuovo anno, nelle librerie fioccano un sacco di interessanti e nuovissime uscite. Iniziamo con i titoli mistery della LONGANESI EDITORE di gennaio 2014.

KOETHI ZAN
DOPO
» La Gaja Scienza «
368 pagine
14.90 €
In libreria dal 2 gennaio 2014

IL LIBRO:
Sono passati dieci anni da quando Sarah è scappata, dopo tre anni di prigionia in uno scantinato, esposta alle torture di Jack Derber. Sarah ha cambiato nome, vita, ma non riesce a cambiare il proprio destino: ancora oggi, vive in una prigionia autoimposta, in preda a mille fobie, vittima delle proprie notti insonni, rinchiusa da mesi nel proprio appartamento di Manhattan. Fino a quando l’FBI la informa dell’approssimarsi di una scadenza importante. L’udienza per il rilascio di Jack Derber... E l’uomo, accusato solo di rapimento, potrebbe davvero tornare libero. Sarah non può consentirlo, perché lei sa. Sa che Derber non è soltanto un rapitore. È un assassino. Lo sa perché lei non era da sola, in quello scantinato. Con lei c’erano altre due ragazze, Christine e Tracy, e per i primi mesi ce n’era anche una terza: Jennifer, la sua migliore amica. E Sarah sa, con certezza, anche se non l’ha mai rivelato a nessuno, che Jennifer è morta per mano di Derber. C’è una sola speranza, per tenere il mostro in prigione: ritrovare il corpo di Jennifer. Per questo, Sarah troverà la forza di riallacciare i contatti con le altre sopravvissute, nonostante l’odio che loro provano per lei e nonostante i segreti che le dividono. Ma ad attenderle c’è un segreto ancora più terribile…

L'AUTORE:
Koethi Zan è nata e cresciuta in un piccolo villaggio dell’Alabama e si è poi trasferita a New York per frequentare l’università. Per oltre quindici anni ha svolto la professione di avvocato presso gli uffici legali di case di produzione cinematografiche, televisive, teatrali e, di recente, presso MTV. Attualmente vive nello stato di New York colmarito e le figlie. Dopo, il suo romanzo d’esordio, è stato tradotto in oltre 20 Paesi e sta per diventare una serie televisiva.

*******************************************

La nuova indagine di Alice Allevi. Il personaggio creato da Alessia Gazzola sarà presto protagonista di una serie televisiva

ALESSIA GAZZOLA
LE OSSA DELLA PRINCIPESSA
» La Gaja Scienza «
350 pagine
17.60 €
In libreria dal 16 gennaio 2014

IL LIBRO:
Ambra Negri Della Valle – la collega carogna per antonomasia, la ragazza perfetta che non fa che mettere la pasticciona e simpaticissima Alice Allevi di fronte ai suoi numerosi limiti – è scomparsa. Alice e Claudio Conforti (il perfido e affascinante ricercatore in medicina legale, ex di Ambra e legato ad Alice da un complicato e sfuggente rapporto) temono il peggio quando vengono chiamati dalla procura per esaminare un cadavere ritrovato in un campo. Per fortuna non si tratta di Ambra, ma di una giovane archeologa scomparsa anni prima, mentre stava per partire per una missione di scavo nei territori palestinesi. Chi l’ha uccisa e sepolta come in un rituale con accanto una coroncina di plastica?

L'AUTRICE:
Alessia Gazzola è nata a Messina nel 1982. Medico chirurgo dal 2007, si è specializzata in Medicina legale nel luglio 2011. Ha scritto il suo primo racconto all’età di cinque anni e da quel momento non ha più smesso. L’allieva, il romanzo con cui ha esordito nel 2011, ha avuto un grandissimo successo: 4 edizioni, 60.000 copie vendute, in corso di pubblicazione in 4 paesi europei (Germania, Spagna, Turchia e Francia) e diritti venduti per la produzione di una serie televisiva. Le avventure di Alice allevi hanno continuato a divertire in Un segreto non è per sempre e Sindrome da cuore in sospeso, entrambi pubblicati da Longanesi nel 2012.

******************************************

La nuova avventura dell’ex SAS, amato dai lettori di tutto il mondo

ANDY MCNAB
ORA ZERO
» La Gaja Scienza «
350 pagine, 17.60 €
In libreria dal 16 gennaio 2014

IL LIBRO:
Lilian Edinet, vent’anni appena, figlia di un imprenditore moldavo e studentessa in Inghilterra è scomparsa nel nulla da una settimana. Un caso come un altro, una delle migliaia di persone che ogni giorno vengono inghiottite nel nulla, a volte per sempre… Ma questo caso sembra interessare in maniera particolare i servizi segreti britannici. Perché? Che cosa nasconde questa scomparsa per differenziarsi così da tutte le altre? C’è una sola persona che può ritrovare Lilian, ed è Nick Stone, l’ex SAS pluridecorato, sempre pronto a nuove missioni, anche non convenzionali. Ma per la prima volta Stone non vuole scendere in campo…

L'AUTORE:
Andy McNab, pseudonimo dietro il quale l’autore si nasconde per motivi di sicurezza, è entrato nel SAS nel 1984 e da allora ha partecipato a operazioni in ogni parte del mondo, fino al 1993, quando ha cominciato a scrivere, dapprima raccontando le sue esperienze di soldato in Pattuglia Bravo Two Zero e Azione immediata, poi dedicandosi alla narrativa di azione. Con Controllo a distanza, suo primo romanzo e grande successo internazionale, ha regalato agli appassionati del genere un nuovo eroe: Nick S tone. Alla serie di Nick Stone appartengono anche: Crisi quattro, Fuoco di copertura, Bersaglio in movimento, Sotto tiro, Nome in codice: Dark Winter, Buio profondo, Lo sterminatore, Contraccolpo, Fuoco incrociato e Forza bruta. Con Robert Rigby ha scritto Il ragazzo soldato. Tutti i suoi libri sono editi in Italia da Longanesi.

*******************************************

Il “Romanzo criminale” delle stragi italiane. Un affresco sconvolgente degli ultimi trent’anni del nostro Paese

MIMMO RAFELE - NICOLA RAVERA RAFELE
ULTIMO REQUIEM
» La Gaja Scienza «
450 pagine
17.60 €
In libreria dal 30 gennaio 2014

IL LIBRO:
Stazione di Bologna, 2 agosto 1980. Sono passati più di trent’anni da quella strage, e ancora non se ne conoscono i mandanti. Parte proprio da qui, da uno dei più atroci misteri italiani, questo romanzo che è un tentativo di risarcimento storico e generazionale, la risposta che un padre e un figlio hanno voluto dare al loro bisogno di verità. La trama intreccia due vicende: da un lato l’ascesa al potere di Matteo Sabato, personaggio possente, privo di scrupoli, un mafioso di nuova generazione, un Vito Corleone dei nostri tempi senza il codice d’onore dei corleonesi, un uomo in grado di rapportarsi in modo paritario con i potenti della politica e della finanza internazionale. Dall’altro lato la ricerca di verità (e il desiderio di vendetta) di un magistrato che nella strage ha perso la donna che amava. Gli autori sono bravissimi a intrecciare questi due filoni narrativi con la storia italiana degli ultimi trent’anni e a imbastire un trascinante romanzo sulla sanguinaria passione del potere.

GLI AUTORI:
Mimmo Rafele, sceneggiatore, ha lavorato con Bernardo Bertolucci e Gianni Amelio; è stato anche sceneggiatore di serie televisive di grande successo, tra cui quella su Paolo Borsellino, le ultime tre stagioni della Piovra e alcune puntate di Ris. Delitti imperfetti. Ha scritto a quattro mani con Giancarlo De Cataldo La forma della paura.

Nicola Ravera Rafele ha esordito giovanissimo con Infatti purtroppo. Diario di un quindicenne perplesso. Uscito per un piccolo editore, ha venduto oltre 10.000 copie e avuto un notevole riscontro di stampa. Negli ultimi anni ha lavorato come sceneggiatore. Questo è il suo primo romanzo.

venerdì 3 gennaio 2014

Recensione: L'UOMO DELLA SABBIA di LARS KEPLER - Longanesi


Cari amici,
iniziamo il 2014 con la recensione de L'UOMO DELLA SABBIA di Lars Kepler, edito da Longanesi.
Dopo il grande successo dell’Ipnotista, oltre 250.000 copie vendute, Lars Kepler (pseudonimo dei coniugi Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndorilcon) ritorna in libreria con un thriller avvincente e ipnotizzante.
Come sempre, anche in questa opera, il marchio di Kepler è ben visibile. Ritmo incalzante, suspense e inquietudine, infatti, sono ben palpabili sin dall'inizio.
Ad indagare sul mistero che ruota attorno alla sparizione di alcune persone in Svezia, ritroviamo Joona Lina - protagionista anche de L'ipnotista - commissario della polizia di Stoccolma.
La scrittura dei coniugi è ben affilata e il ritmo narrativo scorrevole come sempre.
"L'uomo della sabbia" è un thriller ben costruito, con un'ottima descrizione dei personaggi, e una storia appassionante.
Come ci ha già abituati nei precedenti romanzi, Kepler costruisce le sue storie aggiungendo sempre una componente infantile. Come si può già intuire dal titolo, "L'uomo della sabbia" è un personaggio delle fiabe - che porta il sonno ai bambini - ma, in questo caso è un sadico assassino, Jurek Walter.
Mikael, un ragazzo sopravvissuto - scomparso da dodici anni - infatti, descrive il suo aguzzino chiamandolo per l'appunto l'uomo della sabbia, riferendo che le sue dita tintinnano come porcellana, prima di cospargere la sabbia, e farli addormentare.
Però c'è un problema: Jurek Walter, ritenuto il responsabile di queste morti e sparizioni, è rinchiuso nell'unita di massima sicurezza di un ospedale psichiatrico. Come può, allora, Mikael essere lo stesso ragazzino rapito dodici anni prima, e mai ritrovato? Questo significa che Walter aveva un complice. Significa che l'incubo non è ancora finito. Il gioco non è ancora chiuso. No!
Durante la riabilitazione in ospedale, il giovane Mikael racconta che sua sorella Felicia è ancora viva, ed è prigioniera dell'uomo della sabbia. Da questo momento in poi, inizierà un'indagine insolita. Un infiltrato deve fingersi un paziente dell'ospedale, e guadagnarsi la fiducia di Walter. Ma Jurek è scaltro, conosce la mente umana, i suoi limiti, le sue paure. Sa come manipolare le persone. Non sarà un'operazione semplice. Le ore sono contate, Felicia potrebbe essere gravemente malata, e i giorni contati.
Associare delitti e serial killer a immagini dell'infanzia, rendono i libri di Kepler sempre affascinanti e inquietanti. Un'inquietudine che ti spinge ad andare avanti, a scoprire come andrà a finire, a smascherare il serial killer e svelarne l'identità.
Jonna Lina, con i suoi modi un po' insoliti, ben istruito, elegante, con un caratterino non indifferente e le sue sensazioni, porterà avanti un'indagine serrata, ricca di colpi di scena e accattivante.
Il finale, poi, è un misto di suspense, adrenalina e azione.
Per l'ennesima volta, Kepler ci regala un thriller psicologico, che scandaglia le viscere della mente. Una mente contorta, vendicativa, spietata, come quella di uno dei più spietati serial killer della Svezia.
Nonostante il nome del cattivo venga rivelato già nella prima metà del libro, il colpo di scena finale è assicurato.
In conclusione, L'uomo della sabbia è una lettura intrigante e piacevole. Un thriller che soddisferà anche i palati più esigenti.
Consigliato!

LARS KEPLER
L’UOMO DELLA SABBIA
»La Gaja Scienza«
600 pagine
18.80 euro
IN LIBRERIA 17 OTTOBRE 2013

IL LIBRO:
Il ragazzo che cammina su un alto ponte ferroviario a sud di Stoccolma è in evidente stato confusionale, e ripete ossessivamente un nome, l’Uomo della sabbia, l’Uomo della sabbia… Ma la sorpresa più grande arriva dopo il ricovero in ospedale. Quell’uomo infatti è stato dichiarato morto da sette anni. Perché è l’ultima vittima di Jurek Walter, l’efferato serial killer catturato dal commissario Joona Lina e condannato alla cura psichiatrica coatta e all’isolamento totale. Ma dov’è stato il ragazzo in questi sette lunghi anni? E la sorellina che è stata rapita con lui è forse ancora viva? Il caso va riaperto, e in fretta, e qualcuno deve introdursi nell’unità di sicurezza e conquistare la fiducia del serial killer prima che sia troppo tardi…

L'AUTORE:
Lars Kepler è lo pseudonimo dei coniugi Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndoril. Vivono a Stoccolma con le loro tre figlie, a pochi metri dalla centrale di polizia. Sono appassionatissimi di cinema e da quando si conoscono guardano almeno un film al giorno. Entrambi sono scrittori, ma nel 2009 hanno deciso di sospendere momentaneamente le loro carriere separate per provare a scrivere un romanzo insieme. Ne è nato il caso editoriale europeo del 2010, L’ipnotista, il romanzo che ha scalzato dalla vetta delle classifiche svedesi la trilogia di Larsson, vendendo 250.000 copie in Italia e balzando in cima alle classifiche di tutti i paesi europei in cui è stato pubblicato. Presso Longanesi sono apparsi anche L’esecutore (2010) e La testimone del fuoco (2012).