Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano





martedì 30 aprile 2013

News: Donato Carrisi torna in libreria con un romanzo da brivido!


Dal 22 aprile è tornato nelle librerie Donato Carrisi, l'autore italiano di thriller più letto al mondo.
Dopo IL SUGGERITORE, un altro romanzo da brivido, L'IPOTESI DEL MALE edito da Longanesi.
«Hai mai desiderato scomparire?»

L'IPOTESI DEL MALE
DONATO CARRISI
Longanesi editore
Pag: 432
Prezzo: €18,60
ISBN: 883042823X

IL LIBRO:
C’è una sensazione che tutti, prima o poi, abbiamo provato nella nostra vita: il desiderio di sparire. Di fuggire da tutto. Di lasciarci ogni cosa alle spalle. Ma per alcuni non è solo un pensiero passeggero. Diviene un’ossessione che li divora e li inghiotte. Queste persone spariscono nel buio. Nessuno sa perché. Nessuno sa che fine fanno. E quasi tutti presto se ne dimenticano. Mila Vasquez invece è circondata dai loro sguardi. Ogni volta che mette piede nell’ufficio persone scomparse – il Limbo – centinaia di occhi la fissano dalle pareti della stanza dei passi perduti, ricoperte di fotografie. Per lei, è impossibile dimenticare chi è svanito nel nulla. Anche perché la poliziotta ha i segni del buio sulla propria pelle, come fiori rossi che hanno radici nella sua anima. Forse per questo, Mila è la migliore in ciò che fa: dare la caccia a quelli che il mondo ha scordato. Ma se d’improvviso gli scomparsi tornassero con intenzioni oscure? Come una risacca, il buio restituisce prima gli oggetti di un’esistenza passata. E poi le persone. Sembrano identici a prima, ma il male li ha cambiati. Alla domanda su chi li ha presi, se ne aggiungono altre. Dove sono stati tutto questo tempo? E perché sono tornati? Mila capisce che per fermare l’armata delle ombre non servono gli indizi, non bastano le indagini. Deve dare all’oscurità una forma, deve attribuirle un senso, deve formulare un’ipotesi convincente, solida, razionale… Un’ipotesi del male.
Ma per verificarla non c’è che una soluzione: consegnarsi al buio.

TRAILER:


L'AUTORE:
Donato Carrisi è nato nel 1973 a Martina Franca (in provincia di Taranto) e vive a Roma. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha studiato criminologia e scienza del comportamento. Dal 1999 è sceneggiatore per il cinema e la televisione. È una firma del Corriere della Sera ed è l’autore del romanzo – bestseller in Italia e in Europa – Il Suggeritore. Bel 2011 ha pubblicato il suo secondo grande successo: Il tribunale delle anime. Nel 2012 ha consolidato il suo status di scrittore affermato anche in campo internazionale con il libro La donna dei fiori di carta.

Il Giallista Magazine n.13 - Aprile 2013



Cari amici,
eccoci al consueto appuntamento mensile con la nostra rivista digitale "Il Giallista Magazine".
Per qualsiasi info, o per promuovere un vostro libro sul nostro magazine, blog e canale youtube, potete scriverci all'indirizzo e-mail: igiallisti@virgilio.it
Vi ricordiamo sempre di scaricare il file pdf del magazine sui vostri smartphone e tablet, per avere i consigli de "IL GIALLISTA" sempre a portata di click, anche offline.
Augurandovi buona lettura, vi ricordiamo di cliccare su uno dei due link sottostanti per leggere la rivista online o scaricarne la vostra copia gratuitamente.
Il Giallista Magazine n.13 - Aprile 2013 PDF

Il Giallista Magazine n.13 - Aprile 2013

Potete scaricare il magazine anche con il QRcode.
Basta inquadrare il codice a barre con il lettore barcode del vostro smartphone o tablet e scaricare il contenuto.
Grazie e buona lettura!

venerdì 26 aprile 2013

Proroga scadenza IV Ed. concorso per opere edite o autopubblicate "IoScrivo"


Cari e fedeli amici lettori,
vi informiamo che, a causa del lungo ponte festivo e delle numerose e-mail ricevute, abbiamo deciso di accettare le vostre richieste e di posticipare la scadenza del concorso "IoScrivo" al 3 giugno 2013.
Avete quindi tempo fino a questa data per presentare le vostre opere.
Per qualsiasi info sul concorso, potete scriverci al nostro indirizzo e-mail: igiallisti@virgilio.it
Buone letture!

BANDO:
Il concorso, indetto dal Blog “Il Giallista”, è aperto agli autori che hanno pubblicato o autopubblicato la propria opera e premierà il vincitore con la distribuzione nelle librerie.
Per chi ha avuto la fortuna di vedere realizzato il proprio sogno, e cioè la pubblicazione del suo libro, si sarà presto reso conto di un problema importantissimo: la distribuzione, anzi, la mancata distribuzione. Molto spesso, infatti, le opere degli autori sconosciuti (o autopubblicate) si riescono a vendere soltanto tramite le librerie online. Sì, possono essere ordinate in tutte le librerie tradizionali, ma i tempi sono lunghissimi e non vi è la comodità di avere subito il libro disponibile.
A questo proposito, è nato “Io Scrivo”!
Un concorso che premierà il vincitore con la visibilità del proprio libro negli scaffali delle librerie aderenti alla nostra iniziativa. L’opera vincitrice, infatti,(ringraziando tutte le libreria che hanno già aderito, e quelle che presto lo faranno) sarà ospitata nelle librerie del nostro elenco. In questo modo, l’opera classificata al primo posto avrà una maggiore possibilità di vendita e potrà essere notata e letta da un maggior numero di lettori.
Per qualsiasi informazione potete contattarci al seguente indirizzo: igiallisti@virgilio.it
Qui
, l’elenco delle librerie aderenti al concorso, che sarà aggiornato periodicamente.

Di seguito, il Bando:
1) Il concorso è aperto a tutte le opere edite (anche auto pubblicate online con editori come ilmiolibro.it, boopen, lulu…) in lingua italiana;

2) Possono partecipare opere di tutti i generi: romanzi, saggi, gialli, narrativa, biografie, raccolte di poesia, antologie di racconti.

3) Ogni autore può partecipare con un massimo di quattro (4) opere, e la quota di partecipazione è riferita ad ogni singolo dattiloscritto.

4) I partecipanti dovranno inviare una copia dell’opera in formato cartaceo (oppure digitale al seguente indirizzo e-mail: igiallisti@virgilio.it), allegando dati anagrafici, indirizzo, numero di telefono, piccola biografia dell’autore e una sinossi dell’opera;

5) Le opere dovranno essere spedite entro il 3 Giugno 2013 (per i manoscritti inviati in formato cartaceo, per posta tradizionale, farà fede il timbro postale)

6) La quota di iscrizione, per ciascuna opera, è di € 10,00, relativa a spese di gestione.

7) Non vi è un alcun limite di battute.

Premio
Primo classificatoL’opera vincitrice sarà ospitata (in max 5 copie per libreria) in tutte o in alcune (a completa scelta dello scrittore) librerie aderenti all’iniziativa, con la formula commerciale conto vendita. Segnalazione sul blog "Il Giallista";

Secondo e terzo classificato:Segnalazione sul blog "Il Giallista";
Segnalazione dell’opera alle librerie aderenti all’iniziativa.

Per partecipare, ricevere informazioni e inviare le copie
Scrivere a igiallisti@virgilio.it

Concorsiletterari.net banner

mercoledì 24 aprile 2013

News: Da oggi in libreria tre nuovi titoli Polillo editore


Buongiorno amici,
per questo lungo ponte festivo di fine aprile, consigliamo a tutti gli amanti del giallo classico di correre in libreria e mettere nel proprio zaino questi tre titoli, usciti proprio oggi per Polillo editore.
Buona lettura!

Richard Hull
LA TABACCHIERA AVVELENATA
“I bassotti” n. 122
Pagine: 224
Prezzo: € 14,90
ISBN: 978-88-8154-429-5
Traduzione di Dario Pratesi

IL LIBRO:
L’arrivo nel villaggio di Scotney End di un nuovo ricco possidente, Henry Cargate, non è passato inosservato. Difficile trovare qualcuno più arrogante, villano e infido di lui. Se persino il mite e benvoluto parroco Yockleton è esasperato da tale comportamento, figuriamoci il personale di casa Cargate, ovvero l’impeccabile maggiordomo Raikes e l’efficientissima governante e segretaria Miss Knox Forster. La natura perfida e truffaldina dell’uomo si rivela anche quando coltiva la sua grande passione, la filatelia; stando a quanto afferma il suo principale fornitore, lo stimato Mr Macpherson, alcuni dei pezzi più pregiati della sua collezione di francobolli non sarebbero autentici, ma contraffatti, forse dallo stesso proprietario. Così, quando quest’ultimo viene trovato morto poco dopo essere salito su un treno diretto in città, nessuno si rammarica. Cionondimeno gli inquirenti devono fare il loro lavoro e individuare la causa del decesso. Veleno è l’immediato verdetto: cristalli di cianuro di potassio mescolati al tabacco che Cargate era solito fiutare; e infatti c’è chi, poco prima che lui crollasse a terra, lo ha visto inalare una grossa presa. Ma chi è stato a manipolare la tabacchiera? Sin dalle prime pagine sappiamo che il presunto colpevole è sul banco degli imputati, però il nome non ci viene svelato. Lo conosceremo solo a poche righe dalla fine, ma anche allora…

L'AUTORE:
Richard Hull, al secolo Richard Henry Sampson (1896-1973), nacque a Londra. Costretto a interrompere gli studi per lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, a soli 18 anni si trovò a combattere sul fronte francese. Al termine del conflitto entrò come praticante in uno studio di commercialisti, dove rimase per diversi anni. In seguito a un fallito tentativo di aprire un proprio studio professionale, decise di cimentarsi nella stesura di un giallo, seguendo il modello della celebre inverted story di Francis Iles, Malice Aforethought (1931, L’omicidio è un affare serio – I bassotti n. 14). Il risultato fu The Murder of My Aunt (1934, L’assassinio di mia zia), che ottenne un lusinghiero successo di pubblico e di critica invogliando l’autore a proseguire su quella strada. Per quasi un decennio diede alle stampe un libro all’anno, dopodiché la sua produzione rallentò. Oltre al primo, i migliori tra i suoi romanzi sono Keep It Quiet (1935), Murder Isn’t Easy (1936), Excellent Intentions (1938, La tabacchiera avvelenata) e My Own Murderer (1940). La sua quindicesima e ultima opera, The Martineau Murders, fu pubblicata nel 1953. Anche dopo aver abbandonato la scrittura, Hull mantenne un legame con il mondo dei giallisti e fu particolarmente attivo nel Detection Club di Londra, di cui era membro, collaborando con il presidente dell’epoca, Agatha Christie.

Hillary Waugh
DORMI BENE, AMORE MIO
“I Mastini” n. 15
Pagine: 224
Prezzo: € 14,90
ISBN: 978-88-8154-432-5
Traduzione di Giovanni Viganò

IL LIBRO:
In una villetta deserta di Stockford, nel Connecticut, viene rinvenuto all’interno di un baule il tronco di una giovane donna. Il capo della polizia locale Fred Fellows e il sergente Sid Wilks appurano che la casa era stata affittata da un certo Campbell, ma l’uomo risulta irrintracciabile e il contratto è stato sottratto dagli archivi dell’agenzia immobiliare. Armati di pazienza e tenacia e con scarsi indizi a disposizione – il monogramma su una valigia, un indirizzo scarabocchiato su un block notes, il modello di un’automobile avvistata dai vicini di casa – i due poliziotti cominciano un meticoloso lavoro di indagine per cercare di identificare la vittima ed eventualmente risalire all’identità dell’assassino. Nessuna pista viene tralasciata, ma ogni volta che gli investigatori pensano di essere su quella giusta si ritrovano in un vicolo cieco, perché chi si cela dietro il falso nome di Campbell ha la migliore copertura possibile: è un uomo qualunque, solo un volto nella folla… Scritto nel 1959, un romanzo avvincente e suggestivo che non ha cedimenti fino al memorabile scioglimento finale e sta tranquillamente alla pari con le migliori crime stories letterarie e televisive di oggi.

L’AUTORE:
Hillary Waugh (1920-2008), nato a New Haven, Connecticut, dopo la laurea all’Università di Yale prestò servizio in aeronautica, ottenendo i gradi di pilota nel maggio del 1943. Il suo primo romanzo, un mystery classico intitolato Madam Will Not Dine Tonight, fu pubblicato nel 1947. Dopo altre due storie con le medesime caratteristiche, Waugh decise di passare a un genere diverso, il giallo procedurale, quello cioè in cui il lettore, in un crescendo di tensione, viene accompagnato passo per passo nelle indagini della polizia fino alla soluzione finale. Lo scrittore divenne uno dei più illustri specialisti in questo campo a partire dal 1952, anno in cui pubblicò Last Seen Wearing (È scomparsa una ragazza), che il critico inglese Julian Symons ha incluso nella lista delle 100 migliori crime novels di tutti i tempi. Di stampo analogo è l’altrettanto famoso Sleep Long, My Love (Dormi bene, amore mio). Molto più violenti sono invece i romanzi con protagonista Frank Sessions, un detective della Squadra Omicidi di New York. Nel corso della sua carriera Waugh scrisse oltre cinquanta opere firmandole col suo vero nome e con gli pseudonimi di Harry Walker, H. Baldwin Taylor ed Elissa Grandower. Nel 1989 fu insignito del titolo di Grand Master dai Mystery Writers of America.

P. G. Wodehouse
LA VITA È STRANA, JEEVES
Selezione degli ultimi 4 racconti da Very Good, Jeeves (1930) e di due racconti finora inediti su volume
Pagine: 192
Collana: I Jeeves, n. 15
Prezzo: € 14,90
ISBN: 978-88-8154-441-7

IL LIBRO:
“In quest’epoca tormentata nella quale viviamo, è probabilmente venuto in mente a tutti gli uomini di pensiero che provvedimenti drastici andrebbero presi contro le zie. Per quanto mi riguarda, da tempo penso che bisognerebbe tentarle tutte per annientare le parenti in questione”. Sì, perché il giovane e tonto Bertie Wooster, che con il suo geniale maggiordomo Jeeves è il protagonista di questo gioiello di humour britannico, è da sempre oppresso dalle sue consanguinee: se non è zia Agatha, quella che si trasforma in licantropo nelle notti di plenilunio, è Dahlia Travers che, sebbene sia la sua zia buona, ha la tendenza a chiedergli favori – come impedire al pestifero e venale cuginetto di vincere una gara di buona condotta o rubare un orrido dipinto dalla casa del suo ospite – che finiscono inevitabilmente per ficcarlo nei pasticci. E, come se non bastasse, stavolta ci si è messo anche l’anziano zio George, talmente grasso che i sarti gli prendono le misure per tenersi in esercizio, ma determinato a sposare una fanciulla. Se poi aggiungiamo il più spettacolare litigio fra donne a memoria d’uomo, la più sanguinosa partita di rugby mai giocata per amore e la più prosperosa attrice del teatro inglese, ce n’è abbastanza per abbattere anche uno spirito allegro come Bertie. Ma niente paura, perché non importa quante e quali sorprese gli riservi questa strana vita, c’è sempre quel portento di Jeeves a salvarlo dalla sua sublime stupidità.

L’AUTORE:
Pelham Grenville Wodehouse (Guildford, Surrey, 1881 – Southampton, New York, 1975) è il più importante scrittore umoristico del ’900 e ancora oggi uno dei più popolari. Le sue opere – circa 90 romanzi e svariate raccolte di racconti, oltre a commedie e soggetti per film – sono pubblicate re¬go¬larmente in non meno di 25 lingue. Il suo personaggio più famoso, una figura ormai proverbiale, è Jeeves, l’impeccabile e onnisciente maggiordomo al servizio di Bertie Wooster, giovane signore che si caccia sempre nei guai. I due sono protagonisti di 12 romanzi e numerosi racconti. Altra fortunata serie nella sterminata produzione di Wodehouse è il ciclo di Blandings, che ritrae con ironia l’aristocrazia terriera della vecchia Inghilterra. Nel secondo dopoguerra, ingiustamente accusato di collaborazionismo coi tedeschi, lo scrittore si trasferì negli Stati Uniti, dove visse fino alla morte.

lunedì 22 aprile 2013

Recensione: SHERLOCK HOLMES E IL MORBO DI DRACULA di Stephen Seitz - Gargoyle books


Cari amici,
apriamo la settimana parlandovi di un titolo che sicuramente susciterà la curiosità di molti lettori appassionati del giallo classico e dell'occulto. Si tratta di SHERLOCK HOLMES E IL MORBO DI DRACULA di Stephen Seitz, edito da Gargoyle Books.
Ci sono in commercio numerosi pastiche sul famoso investigatore di Baker Street, ma questo merita sicuramente la nostra attenzione. Seitz, infatti, ha dato vita ad un'indagine ben costruita e ricca di mistero mettendo insieme due personaggi opposti: Sherlock Holmes e Dracula.
Leggendo il romanzo, ci si accorge all'istante che l'autore è un grande conoscitore dell'intera produzione di Doyle, e questo è un punto in più, perché rende l'apocrifo maggiormente veritiero.
La storia si snoda tra Londra e la Transilvania, regalandoci uno scorcio suggestivo e ben documentato del territorio rumeno.
Tenendo fede alla tradizione, la storia è raccontata dal preciso dottor Watson che, in questa avventura, ci dimostrerà come anche lui riesce a risolvere gli enigmi, uscendo per un po' dalla figura del compagno dall'intelligenza ordinaria, che scompare accanto il genio brillante di Holmes.
Watson, infatti, ricoprirà un ruolo fondamentale sia nella risuoluzione del mistero, che nel salvare la vita del suo migliore amico.
Il tutto ha inizio con la scomparsa del giovane avvocato Jonathan Harker, inviato in Transilvania, presso il castello di Dracula, dal suo capo Bram Stoker. Non ricevendo più sue notizie, la fedele fidanzata del giovane, Mina Murray, si rivolge ad Holmes per ritrovarlo. Sherlock non ci pensa due volte ad accettare il caso, e in breve, insieme a Watson, saranno in viaggio verso la Romania.
Qui Holmes si ritroverà a combattere contro Dracula e i suoi vampiri ma, come sempre, lui troverà una soluzione razionale per tutto questo. Andrà contro le credenze locali, indicando una spiegazione per ogni evento e attacco.
Seitz riesce a creare una storia avvincente, uno scontro tra due personaggi opposti (Homes rappresenta la razionalità, mentre Dracula l'occulto, il mistero e la suggestione) includendo anche temi politici, sullo sfondo di intrighi internazionali.
Rispettando però la tradizione, l'autore inserisce anche nomi molto noti agli amanti del genere, come il celebre nemico Moriarty, che non tarda anche questa volta di metterci il suo zampino.
La narrazione scorre piacevolmente, così come la lettura. I personaggi sono ben delineati e si percepisce la sensazione di leggere un Doyle originale. L'unica nota stonata che potremmo incontrare lungo il cammino, è che l'autore ad un certo punto si è allontanato dal filone principale della trama, per poi riprenderlo magistralmente sul finale.
Siamo di fronte ad un apocrifo che lascerà il segno, e che possiamo sicuramente inserire tra i migliori del genere.
Un mistery dal sapore horror, dove l'occulto ne è protagonista.
Una lettura che vi consigliamo vivamente, per trascorrere un paio di ore in buona compagnia, all'insegna dell'avventura e della buona letteratura.
Consigliato da Il Giallista!

L'AUTORE:
Nato nel 1954, Stephen Seitz è giornalista e scrittore. A eccezione di tredici anni trascorsi a Washington, dove ha lavorato per il Dipartimento di Giustizia e dell’Energia del Governo Federale, è sempre vissuto in Vermont. Sherlock Holmes è il morbo di Dracula è il suo primo romanzo. www.stephenseitz.net

Sherlock Holme e il morbo di Dracula
Stephen Seitz
Gargoyle Books
ean 9788898172009
12,90 euro
pp. 200
traduzione Francesco Riezzo

News: IL CANTASTORIE - Il terzo volume della trilogia gialla di Enrico Faggioli


Cari amici,
continuando la nostra avventura attraverso i romanzi di Enrico Faggioli, oggi vi segnaliamo il terzo ed ultimo volume della sua trilogia di gialli, edita da Edizioni Parallelo45.
La trilogia, vi ricordiamo, fa parte della collana Terzo Grado dell'editore, ed è composta dai seguenti titoli:
ZANNE
L'ETRUSCO
IL CANTASTORIE
In queste tre indagini, il protagonista Lorenzo Boschi, commissario di Polizia a Piacenza, sarà messo a confronto con efferati assassini che sconvolgono la vita quotidiana di questa piccola città emiliano, sconfinando nella storia e nelle strade dell'antico centro storico.

I titoli sono distribuiti da Libro Co Italia: www.libroco.it
e attraverso FASTBOOK: www.fastbookspa.it

IL CANTASTORIE
Enrico FaggioliParallelo 45 edizioni
Pag: 384
€ 12,00
ISBN: 978-88-98440-02-3

IL LIBRO:
Il Cantastorie ha una mente lucida, una mente d’artista. I suoi delitti sono capolavori di sofferenza, un’estatica trasfigurazione della carne. La morte, per lui, non è che la sublimazione della bellezza. Il Cantastorie uccide e nessuno riesce a fermarlo. Come dice il commissario Boschi, la polizia è sempre un passo più indietro dell’assassino. I messaggi che vengono ritrovati sulle scene del crimine danno veramente un’indicazione sull’identità della vittima successiva? Servono a qualcosa? Oppure sono solo un’abile beffa del serial killer? Boschi deve scoprirlo, e deve fare in fretta. Deve riuscirci prima che il Cantastorie uccida di nuovo, prima che l’assassino colpisca lo stesso commissario negli affetti più cari. Forse esiste un solo modo per catturare una simile belva: capire perché il Cantastorie uccide. Ma a volte, cercare la ragione delle cose significa calarsi in un pozzo buio. Un buco nero entro il quale Lorenzo Boschi non vorrebbe mai guardare, per non dover tornare a fissare il male negli occhi.


L'AUTORE:
Enrico Faggioli non ama definirsi un autore “noir”, ma deve a tale genere narrativa la popolarità raggiunta. La saga del Commissario Boschi ha conquistato nel corso degli anni un pubblico sempre più numeroso ed entusiasta. Nato a Piacenza nel 1961, ha esordito nella letteratura cimentandosi nel difficile terreno del racconto breve. Un approccio felice e gratificante, culminato in una serie di premi e riconoscimenti letterari quali, ad esempio, il Premio Giovanni Guareschi. Proprio con una raccolta di racconti ha inizio il suo connubio con la casa editrice Fabrizio Filos, che non ha più abbandonato dal 2002, anno di uscita del suo primo libro “La donna dipinta”. Seguono “La sindrome di Spartacus”, “Zanne”, “Il cantastorie” nel 2004, “L’Etrusco”, “Il tango delle figlie morte”, “Sangre de Cristo” nel 2006 e, infine, Clandestina” (2007). Come testimonia il successo di pubblico sin qui ottenuto, scrivere thriller gli riesce particolarmente bene. Le situazioni che descrive nei suoi libri non contribuiscono certo a rendere questo autore un personaggio rassicurante, ma i lettori possono stare tranquilli in merito alla sua sanità mentale. D’altronde, come egli stesso afferma: “Malgrado quello che scrivo, non sono uno psicopatico. Lo comprova il fatto che, dopo vent’anni di matrimonio, mia moglie è ancora viva e vegeta.”

giovedì 18 aprile 2013

News: IL RICHIAMO DELLE SPADE di Joe Abercrombie - Gargoyle Extra


Cari amici,
vi informiamo che, dopo lo straordinario successo di The Heroes, arriva finalmente nelle librerie italiane IL RICHIAMO DELLE SPADE il primo, entusiasmante capitolo della trilogia epic-fantasy di Joe Abercrombie.

Gargoyle Extra
EAN 97888895417
19 euro
pp. 720
Titolo originale The Blade Itself
traduzione di Benedetta Tavani
in libreria dal 28 marzo 2013

ESTRATTO:
Teufel si guardò alle spalle con diffidenza mentre l’albino gli slegava i polsi, e fu allora che vide la mannaia con la lama affilata che riluceva come uno specchio sotto il bagliore intenso delle lampade. […] La sedia stridette sulle mattonelle quando Glokta scattò in piedi, ignorando il dolore furibondo che sentiva alla gamba sinistra. «Guardate!», sibilò, e spalancò la bocca onde mostrare al prigioniero l’orrenda vista dei suoi denti. O di ciò che ne restava. «Li vedete? Li vedete questi? Dove ne hanno strappato uno sopra, ne hanno lasciato uno sotto, e viceversa, fino in fondo. Vedete?» Glokta si allargò le guance con le dita, affinché Teufel potesse vedere meglio. «Hanno usato uno scalpellino minuscolo. Un po’ per volta, tutti i giorni. Ci sono voluti mesi». Glokta tornò a sedersi rigidamente, poi fece un ampio sorriso. «Lavoro eccellente, eh? […]». Il Reggente della Zecca deglutì, quasi volesse mandare giù il groppo che aveva in gola. Glokta vide una goccia di sudore scorrergli lungo la gota. «E i denti furono solo l’inizio».

IL LIBRO:
In una terra lontana dove la linea di demarcazione fra Bene e Male sembra perdersi nelle nebbie di lande desolate, imponenti battaglie decidono le sorti del regno. Tra bieche intenzioni, debolezze e gelosie, la corsa al potere sarà spietata e non risparmierà nessuno. Così, quando l’Unione resterà stretta in una morsa letale (nel lontano Nord, un barbaro che si è proclamato Re si appresta a invadere il regno; a Sud, il nuovo Imperatore dei Gurkish sta attuando piani analoghi), tre protagonisti vedranno incrociarsi i loro destini. Logen Novedita, famigerato e sanguinario mercenario, è particolarmente esperto nell’arte della sopravvivenza. Ora però la sua vita è minacciata dal temibile popolo degli Shanka, suoi nemici giurati. Dopo che il suo villaggio è stato devastato senza pietà, Logen si ritrova a vagabondare nello sperduto Nord. Spinto dal consiglio degli spiriti, si dirige verso Sud per incontrare il grande stregone Bayaz, il Primo dell’Ordine dei Maghi. Insieme partiranno alla volta di Adua, la splendente e civilizzata capitale dell’Unione. Nemmeno là, tuttavia, sarà al riparo dai pericoli. Il compito di Sand dan Glokta, Inquisitore di sua Maestà, è quello di sgominare i traditori per eliminare il marcio dalla società. Si diletta nel catturare e torturare le vittime che il suo superiore, l’Arcilettore Sult, gli indica per i suoi scopi. Tanto spietato da essere in grado di spezzettare in parti piccolissime il braccio di un uomo, si è trovato da entrambi i lati dell’equazione e ora sa bene sin dove può spingersi la tortura. Jezal dan Luthar è un giovane bellimbusto dal sangue nobile. Il suo animo pusillanime è agitato da vizi e squallide ambizioni. Tra laute bevute in compagnia degli Ufficiali della Guardia del Re e facili conquiste sessuali, si prepara per il torneo di scherma che si indìce ogni anno ad Adua. Vuoto e superficiale, la sua vita agiata di nobile spocchioso si stravolge quando incontra Arde e West, una ragazza di classe sociale inferiore, che lo irretisce in un amore disperato e viscerale.
Ovunque aleggiano oscuri poteri in grado di incenerire il mondo. Sarà il grande stregone Bayaz ad avere il compito di salvare l’Unione e di contrastare il male con i suoi artefici magici. Ma, in fondo, esiste davvero una linea di demarcazione fra Bene e Male?

L'AUTORE:
Joe Abercrombie nasce a Lancaster nel 1974. È il 2002 quando, allora studente di Psicologia all’Università di Manchester, pensa di scrivere una trilogia fantasy e inizia la stesura del primo episodio. Trasferitosi a Londra, lavora come montatore freelance e produttore di format televisivi di vario tipo e termina di scrivere quello che diventerà The Blade Itself. Dopo aver incassato lo scetticismo di alcuni degli agenti letterari più influenti del Regno Unito, Gollancz (storica etichetta britannica famosa per essere, tra gli altri, l’editore di George Orwell) ne acquista i diritti, vincolando Abercrombie a pubblicare l’intera serie per un giro d’affari a 7 zeri. A The Blade Itself (2007) seguono Before They Are Hanged e Last Argument of Kings (2008). La trilogia The First Law si rivela un enorme successo tra i lettori anglosassoni. The Blade Itself, in particolare, è un vero e proprio boomerang editoriale: Abercrombie viene riconosciuto come miglior nuovo scrittore fantasy ed è finalista al prestigioso John Campbell Award, moltissimi Paesi inoltre acquistano i diritti del volume. Sempre Gollancz ha pubblicato i romanzi - singoli e ambientati nello stesso mondo di The First Law - Best Served Cold (2009) e The Heroes (2011).
Per maggiori informazioni: http://www.joeabercrombie.com/

martedì 16 aprile 2013

Scrivi un racconto con Donato Carrisi - Longanesi editore


Cari amici,
oggi vi segnaliamo un'interessante iniziativa organizzata da Longanesi editore.
Vi piacerebbe essere selezionati per scrivere un racconto in collaborazione con DONATO CARRISI l’autore italiano di thriller più letto del mondo?
Allora giocate con #twincipit http://on-msn.com/12dy115 la nuova iniziativa in collaborazione con MSN per promuovere la passione di noti tutti per la lettura e la scrittura!
Giocare è semplicissimo, qui il regolamento completo http://on-msn.com/12dy115 e i primi due vide-lezioni di scrittura di Donato Carrisi!

1 - Trucchi per scrivere un best seller

2 - Come si crea la suspence

Per saperne di più su Donato Carrisi: http://www.donatocarrisi.it/lautore/
Buon divertimento!

lunedì 15 aprile 2013

News: L'ETRUSCO - il secondo volume della trilogia di gialli di Enrico Faggioli.


Cari amici,
iniziamo la settimana segnalandovi l'uscita in libreria del secondo volume della trilogia di gialli di Enrico Faggioli, edita da Edizioni Parallelo45.
La trilogia fa parte della collana Terzo Grado dell'editore, ed è composta dai seguenti titoli:
ZANNE
L'ETRUSCO
IL CANTASTORIE
In queste tre indagini, il protagonista Lorenzo Boschi, commissario di Polizia a Piacenza, sarà messo a confronto con efferati assassini che sconvolgono la vita quotidiana di questa piccola città emiliano, sconfinando nella storia e nelle strade dell'antico centro storico.

I titoli sono distribuiti da Libro Co Italia: www.libroco.it
e attraverso FASTBOOK: www.fastbookspa.it

L'ETRUSCO
Enrico Faggioli
Parallelo 45 edizioni
Pag: 424
€ 12,00
ISBN: 978-88-98440-04-7

IL LIBRO:
L’etrusco è forse il più spietato assassino con cui il commissario Boschi abbia mai avuto a che fare. E’ un criminale abile, che non si lascia tracce alle spalle salvo quelle che egli stesso desidera lasciare. Soprattutto, l’Estrusco uccide con una frequenza impression ante, tanto da non concedere agli inquirenti il tempo di ragionare tra un delitto e l’altro. Perché il serial killer sembra avere così fretta? Quale oscuro disegno si cela dietro una catena di atroci omicidi apparentemente senza senso Boschi avrà bisogno di tutto l’aiuto possibile perché il male, stavolta, è incredibilmente astuto e altrettanto incomprensibile. Le sue radici, infatti, sembrano affondare in un lontano passato e si intrecciano con quelle di un antico popolo scomparso ormai da secoli. Non è la prima volta che il killer uccide: anni addietro aveva già colpito. Ora l’Etrusco è tornato, più deterninato che mai a portare a termine il proprio compito. Il commissario Boschi è l’unico che può fermarlo, ma dovrà stare molto attento, perché le cose non sono mai quelle che sembrano e, come afferma lo stesso assassino, è meglio cercare il male dietro il sorriso di un amico, piuttosto che negli occhi del proprio nemico.

L'AUTORE:
Enrico Faggioli non ama definirsi un autore “noir”, ma deve a tale genere narrativa la popolarità raggiunta. La saga del Commissario Boschi ha conquistato nel corso degli anni un pubblico sempre più numeroso ed entusiasta. Nato a Piacenza nel 1961, ha esordito nella letteratura cimentandosi nel difficile terreno del racconto breve. Un approccio felice e gratificante, culminato in una serie di premi e riconoscimenti letterari quali, ad esempio, il Premio Giovanni Guareschi. Proprio con una raccolta di racconti ha inizio il suo connubio con la casa editrice Fabrizio Filos, che non ha più abbandonato dal 2002, anno di uscita del suo primo libro “La donna dipinta”. Seguono “La sindrome di Spartacus”, “Zanne”, “Il cantastorie” nel 2004, “L’Etrusco”, “Il tango delle figlie morte”, “Sangre de Cristo” nel 2006 e, infine, Clandestina” (2007). Come testimonia il successo di pubblico sin qui ottenuto, scrivere thriller gli riesce particolarmente bene. Le situazioni che descrive nei suoi libri non contribuiscono certo a rendere questo autore un personaggio rassicurante, ma i lettori possono stare tranquilli in merito alla sua sanità mentale. D’altronde, come egli stesso afferma: “Malgrado quello che scrivo, non sono uno psicopatico. Lo comprova il fatto che, dopo vent’anni di matrimonio, mia moglie è ancora viva e vegeta.”

venerdì 12 aprile 2013

News: In anteprima i titoli di aprile di TimeCrime


Eccovi i nuovi thriller di aprile per i titpi di TimeCRIME editore.
Si tratta di un esordio, quello di Mark Pryor con IL LIBRAIO DI PARIGI, e de I TRE DEMONI, l'ultimo romanzo del noto John Connolly.

Mark Pryor
IL LIBRAIO DI PARIGI
traduzione di Tommaso Tocci
Pagine 400
€ 14,90
in libreria dal 18 aprile

TUTTO RUOTA INTORNO ALLA SPARIZIONE DI UN LIBRO ANTICO DEL VALORE DI 500.000 EURO. RITROVARLO VUOL DIRE SCOVARE L’ASSASSINO.

IL LIBRO:
Max, un anziano libraio di Parigi, viene rapito davanti agli occhi di Hugo Marston, capo della sicurezza presso l’ambasciata degli Stati Uniti. Eppure, nonostante la sua testimonianza, la polizia non sembra intenzionata ad aprire un’inchiesta, neanche quando, di lì a qualche giorno, nella Senna vengono ritrovati i cadaveri di altri due librai. Scavando nel passato di Max Koche, Hugo scopre dettagli inquietanti: perché mai la CIA possiede un dossier sul vecchio libraio? E perché il nome di Max viene accostato a quello di Serge e Beate Klarsfeld, i famigerati cacciatori di nazisti nella Francia del dopoguerra? La sua scomparsa è in qualche modo legata al suo passato, o c’entra uno di quei misteriosi libri antichi che si rifiutava di vendere nonostante le insistenze dei facoltosi bibliofili parigini? Servendosi del prezioso aiuto di Tom Green, un agente dei servizi segreti che conosce dai tempi dell’fbi, Marston cerca di mettere insieme i tasselli del puzzle e di collegare passato e presente, in un’indagine serrata e pericolosa, che lo porterà a scendere a patti con gli ambienti corrotti all’interno della polizia e delle istituzioni, e che finirà per coinvolgere le bande criminali in guerra per il controllo del traffico internazionale di droga.

L'AUTORE:
Mark Pryor è nato ad Austin, in Texas, dove lavora come assistente del procuratore distrettuale della contea di Travis. Questo è il suo romanzo d’esordio.

«La scrittura di un giornalista e avvocato è totalmente aderente ai fatti, spogliata fino all’osso, senza spazio per voli di fantasia o metafore. Ho dovuto imparare a lasciarmi andare e a concedermi di scrivere attingendo un po’ dalla mia immaginazione, di divertirmi con la lingua anziché buttare giù una semplice narrazione fattuale e consequenziale di eventi. Ciò che mi piace di più dello scrivere thriller è che amo mettere insieme i pezzi di un puzzle, creare una sorta di enigma e renderlo facile da seguire ma difficile da penetrare. È davvero una sfida, ma mi piace.» Mark Pryor

John Connolly
I TRE DEMONI
traduzione di Stefano Bortolussi
Pagine 480
€ 9,90
in libreria dal 18 aprile

IL LIBRO:
Con questo titolo esordisce per il marchio Timecrime. Charlie Parker ha da poco riavuto la sua licenza di investigatore privato quando viene interpellato da Bennett Patchett, il proprietario di un diner nei pressi di Portland, piuttosto scettico riguardo alle circostanze del suicidio del figlio, reduce dell’Iraq. Non ci vuole molto perché si scopra che Joel Tobias, ex comandante della squadra di Damien Patchett, conduce uno stile di vita decisamente sopra le righe e che i suoi andirivieni dal Canada sono tutt’altro che innocui viaggi di lavoro. Intanto, con ritmo implacabile, si susseguono i suicidi nell’ex brigata Stryker, responsabile del trafugamento dal Museo di Baghdad di un misterioso scrigno da cui sembrano provenire inquietanti sussurri. Stanno morendo tutti... E due personaggi sospetti si scorgono sullo sfondo. Il primo, Herod, deturpato nell’aspetto da un male incurabile, aspetta di portare a termine il proprio folle percorso di morte e rigenerazione; l’altro, il Collezionista, caccia nell’ombra come sicario di Dio, gloriandosi di macabri trofei. Nel buio, là dove le forze oscure si scatenano, Parker sarà forse costretto a stringere una terribile alleanza, per poi scoprire, ancora una volta, che non c’è soluzione senza ambiguità.

L'AUTORE:
John Connolly nato a Dublino nel 1968, ha lavorato come giornalista, barista e tuttofare nei grandi magazzini Harrods di Londra. Ha studiato Inglese al Trinity College di Dublino e Giornalismo alla Dublin City University, quindi ha passato cinque anni a lavorare come giornalista freelance per il quotidiano The Irish Times, per cui continua a scrivere.

«Fin da piccolo sono sempre stato un appassionato delle classiche storie di fantasmi, ma per me non erano isolate dal resto. Ero in grado di stabilire collegamenti con altre forme di scrittura che mi interessavano, ma anche con la mia stessa immaginazione. È questo che fanno gli scrittori: prendono forme preesistenti e vi aggiungono elementi di sé per creare qualcosa di nuovo. O almeno è quello che dovrebbero fare.» John Connolly

News: ESTASI - il terzo volume della trilogia dei sensi di Anna Rice - Longanesi


Cari amici,
vi informiamo che il 18 aprile sarà disponibile nelle librerie il terzo volume del LA TRILOGIA DEI SENSI di ANNE RICE, la Regina delle Tenebre americana (1 milione di copie vendute in Italia) edita da Longanesi.
Una trilogia per adulti che rivisita in chiave erotica la fiaba della Bella Addormentata

ANNE RICE
LA TRILOGIA DEI SENSI

IL PRIMO LIBRO: RISVEGLIO
“La Gaja Scienza”
250 pagine
14.90 €
In libreria: 7 MARZO 2013

A SEGUIRE: ABBANDONO
“La Gaja Scienza”
250 pagine
14.60 €
In libreria: 4 APRILE 2013

ESTASI
“La Gaja Scienza”
250 pagine
14.60 €
In libreria: 18 APRILE 2013  

IL LIBRO:
Lei ha dormito per cent’anni e i principi che hanno tentato di svegliarla sono morti nell’impresa. Ma poi è arrivato lui, il Principe bello e spietato, e Bella si è svegliata. Ora lei gli appartiene e lui farà di lei la sua schiava, una schiava dedita al suo piacere in una corte sensuale e perversa, dove altri giovani di sangue reale vivono la stessa situazione. Giovane, bella e disponibile a imparare, nella corte Bella conoscerà il piacere e il dolore, in un’atmosfera pervasa di erotismo e passione. Ma l’aspetta anche l’amore, che ha gli occhi profondi di un altro schiavo come lei. Anche se solo giocattoli nelle mani dei loro spietati padroni, i due ragazzi insieme affronteranno una fuga che li porterà, forse, a coronare il loro sogno…

L'AUTORE:
Anne Rice, nata a New Orleans nel 1941, si è laureata in scienze politiche e letteratura inglese alla San Francisco State University. Scrittrice tradotta in tutto il mondo, pare avere non soltanto il dono del successo ma anche quello di precorrere i tempi. Con Intervista col vampiro ha reinventato il mito dei vampiri descrivendone il tormento e l'intensità, le esperienze di un'umanità perduta per sempre e per sempre desiderata. Con la saga della Bella addormentata, fra le più ostracizzate dai benpensanti negli Stati Uniti tanto da essere stata messa all'indice in diverse biblioteche pubbliche, Anne Rice ha infuso nuova linfa alla letteratura erotica, esplorandone i risvolti sadomasochistici con grande inventiva e passione.

La trilogia pubblicata nel 1983 e messa all’indice dalle librerie americane

giovedì 11 aprile 2013

Intervista: Elena Masserelli


Cari amici,
oggi è ospite del nostro blog Elena Masserelli, autrice del romanzo "Le due facce dell'amore".

1) Benvenuta, Elena!
Entrando nel vivo dell'intervista, cosa significa per lei scrivere?
A costo di sembrarle forse troppo romantica, per me scrivere significa perdermi e poi ritrovarmi, è una passione. Ogni volta che sul foglio bianco prende vita una mia idea o una storia che è racchiusa dentro di me, provo una soddisfazione indescrivibile, mi sento completa e orgogliosa. Poi magari dopo qualche tempo lo rileggo e penso "ma che ho scritto?", però la sensazione che provo in quel momento è impagabile.

2)Quali sono i suoi autori preferiti?
Leggo un po' di tutto della letteratura moderna, dal fantasy, ai gialli a storie d'amore un po' più leggere, ma sono perdutamente innamorata sia di Oscar Wilde che di Jane Austen. Del primo adoro il realismo, la quasi assenza del lieto fine (che purtroppo nella vita è prediletto), mentre della Austen adoro i luoghi, il modo di narrare e la forza delle donne di cui scrive e della prevalenza dell'amore.

3) Che genere letterario predilige?
Come ho detto prima spazio un po' in tutti i generi letterari, ma se dovessi dare una risposta un po' più precisa, adoro i libri che mi fanno sognare.

4) Come è nato il suo primo romanzo?
Non so se per tutti è lo stesso, ma a me capita che da un'immagine o un singolo pensiero poi inizia a scaturirsi un insieme di idee che danno vita ad una storia. Il mio primo romanzo, Le due facce dell'amore, è partito dalla prima volta che vidi in tv il trailer del film Match Point, più precisamente quando al museo lui le chiede disperatamente il numero di telefono e di accettare di rivederlo. In quel momento non sapevo come sarebbe stato il film, ma nella mia testa hanno iniziato a collegarsi immagini che hanno portato poi alla stesura del mio primo romanzo. Assurdo, no?

5)Può darci qualche anticipazione sul suo prossimo lavoro letterario?
Bella domanda. In realtà sto portando avanti due idee in parallelo, ma non so ancora quale svilupperò prima. Una è una storia più leggera, che tratta del rapporto tra la protagonista e il suo cane, mentre per l'altra mi sto cimentando nel mondo del fantasy, anche se devo ammettere che è molto difficile!

Grazie e a presto!

mercoledì 10 aprile 2013

News: LUX di Sara Vallero


Cari amici,
oggi vi segnaliamo l'uscita del primo romanzo di Sara Vallero, LUX - la storia di Mia e Gabriel, edito da LiberodiScrivere edizioni.

LUX - la storia di Mia e Gabriel
Sara Vallero
ISBN: 9788873884026
Pag. 342
Prezzo: €19,00
LiberodiScrivere edizioni

IL LIBRO:
Mia Alfieri è una “quasi”diciottenne piuttosto carina, benestante, senza problemi e preoccupazioni. La sua vita pare perfetta ma, l’incidente mortale del fratellino prima ed il suicidio della madre poco dopo, proprio all’indomani delle vacanze estive, la fanno sprofondare nella disperazione e nell’angoscia più totali. Mia sente di essere la causa di quelle immani disgrazie, così, attanagliata da un inimmaginabile rimorso, precipita nell’abisso del dolore più cupo, perdendo completamente il contatto con la sua anima e maledicendo Dio per averla abbandonata. Il padre, uomo di poche parole ed incapace di esternare i propri sentimenti, decide di mandarla da una lontana e sconosciuta zia, la quale abita in un minuscolo paesino ai piedi delle Alpi piemontesi: San Pons. Al dolore per quelle perdite ed al soffocante senso di colpa, si aggiunge anche una partenza non preventivata. Mia odia San Pons a prima vista e quando zia Ester le dice che “se gliene darà la possibilità quel posto la conquisterà come nessun altro luogo sulla Terra potrà mai fare, non dà peso alle parole, le quali, però, risulteranno profetiche… L’incontro con Gabriel, all’interno dell’antichissimo e mistico Battistero di San Pons, cambierà completamente la vita della giovane, facendola innamorare di quel ragazzo bellissimo, dolce, speciale e protettivo che sa donarle sensazioni uniche ed indescrivibili, tanto come la costruzione dove l’ha incontrato. Guidata dall’etereo Gabriel, il cui passato “pare” sconosciuto, poiché ha perso la memoria, Mia seguirà un lungo cammino che la porterà, non solo alla riconquista della sua anima perduta, ma anche, vista le serie di fatti incredibili in cui è coinvolta, a prendere contatto con la parte mistica e ultraterrena che governa il nostro mondo e a svelare lo sconvolgente segreto che sta dietro a Gabriel. La ragazza dovrà fare i conti con figure oscure e pericolose che bramano la sua anima ed affrontare la lotta interiore per liberarsi dal senso di colpa, ma anche: svelare un’antica leggenda e una enigmatica poesia, comprendere il segreto della strana macchia sul suo fianco destro (chiama dalla zia “marchio”) e gestire l’amore incondizionato per Gabriel… Per riconquistare la sua “lux”, Mia dovrà affrontare diverse prove, necessarie per comprendere e dare un senso ad ogni “insensato” fatto della sua anomala esistenza, ma anche per accettare un destino… assolutamente fuori dal comune!

L'AUTORE:
SARA VALLERO è nata il 7 aprile 1976 a Carmagnola, ma vive, da sempre, a San Ponso, piccolo centro dell’Alto Canavese. Insegnante di Scuola Primaria, con la passione per la scrittura, ha pubblicato per Giulio Perrone Editore due racconti. Con Lux – la storia di Mia e Gabriel è al suo romando d’esordio.

lunedì 8 aprile 2013

News:La trilogia di gialli di Enrico Faggioli - Edizioni parallelo45


Cari amici,
questo mese vi segnaleremo l'uscita in libreria della trilogia di gialli di Enrico Faggioli, edita da Edizioni Parallelo45.
La trilogia farà parte della collana Terzo Grado dell'editore, e sarà composta dai seguenti titoli:
ZANNE
L'ETRUSCO
IL CANTASTORIE
In queste tre indagini, il protagonista Lorenzo Boschi, commissario di Polizia a Piacenza, sarà messo a confronto con efferati assassini che sconvolgono la vita quotidiana di questa piccola città emiliano, sconfinando nella storia e nelle strade dell'antico centro storico.

I titoli sono distribuiti da Libro Co Italia: www.libroco.it
e attraverso FASTBOOK: www.fastbookspa.it

Oggi vi presenteremo la prima uscita, ZANNE.

ZANNE
Enrico Faggioli
Marzo 2013
brossura pp. 402.
€ 12,00
ISBN: 978-88-98440-00-9

IL LIBRO:
Un emozionante thriller ambientato a Piacenza, dove il protagonista Commissario Boschi dovrà vedersela con un serial killer atipico, sconfinando anche nei misteri nascosti della città. Esistono ancora le isole felici? Quelle piccole città di Provincia dove nulla sembra accadere? Forse. Ma chi può dire dove possa nascondersi il Male? Delitti strani, efferati ed inquietanti si succedono gettando la gente nel terrore. Il commissario Lorenzo Boschi ha il difficile compito di catturare l’assassino e quello, ancor più difficile, di trovare una spiegazione razionale agli omicidi. L’architettura di Piacenza, con il suo centro storico, le case antiche e le sue gallerie sotterranee è strutturalmente adatta ad ambientazioni di storie noir, all’innesco del meccanismo dell’ansia e dell’angoscia, poiché gli omicidi vanno a scalfire la vita apparentemente tranquilla di tutti i giorni. L’autore ordisce la trama di una struttura narrativa che sconfina a tratti nel mistero, a volte in modo marcato, a volte solo sfiorando l’immaginario.

Booktrailer:


L'AUTORE:
Enrico Faggioli non ama definirsi un autore “noir”, ma deve a tale genere narrativa la popolarità raggiunta. La saga del Commissario Boschi ha conquistato nel corso degli anni un pubblico sempre più numeroso ed entusiasta. Nato a Piacenza nel 1961, ha esordito nella letteratura cimentandosi nel difficile terreno del racconto breve. Un approccio felice e gratificante, culminato in una serie di premi e riconoscimenti letterari quali, ad esempio, il Premio Giovanni Guareschi. Proprio con una raccolta di racconti ha inizio il suo connubio con la casa editrice Fabrizio Filos, che non ha più abbandonato dal 2002, anno di uscita del suo primo libro “La donna dipinta”. Seguono “La sindrome di Spartacus”, “Zanne”, “Il cantastorie” nel 2004, “L’Etrusco”, “Il tango delle figlie morte”, “Sangre de Cristo” nel 2006 e, infine, Clandestina” (2007). Come testimonia il successo di pubblico sin qui ottenuto, scrivere thriller gli riesce particolarmente bene. Le situazioni che descrive nei suoi libri non contribuiscono certo a rendere questo autore un personaggio rassicurante, ma i lettori possono stare tranquilli in merito alla sua sanità mentale. D’altronde, come egli stesso afferma: “Malgrado quello che scrivo, non sono uno psicopatico. Lo comprova il fatto che, dopo vent’anni di matrimonio, mia moglie è ancora viva e vegeta.”

sabato 6 aprile 2013

Recensione: IL BIBLIOTECARIO DI NEW YORK - Nathan Larson - Fanucci editore


Per questo fine settimana, vi consigliamo la lettura de IL BIBLIOTECARIO DI NEW YORK, l'opera d'esordio di Natha Larson, edito da Fanucci editore, collana Chrono.
"Il Bibliotecario di New York" è un thriller che non manca di avventura, o azione nel perfetto stile dei film americani. Vi ritroviamo, infatti, scene spettacolari, dove il protagonista riesce a far fuori - da solo - tre-quattro nemici, sparandogli con ben due pistole.
Il protagonista è Dewey Decimal, un veterano che non ricorda nulla del suo passato, neppure il nome. Non sa se i ricordi che ha gli sono stati inseriti nel cervello, o se sono realmente i suoi. Dopo un'epidemia, il crollo di Wall Street e un potente attacco terroristico avvenuto il 14 febbraio, per la festa degli innamorati, la citta di New york è completamente in ginocchio. I negozi sono vuoti, deserti e sacheggiati dai cittadini. Il centro commerciale della città appare come campo di battaglia abbandonato. Si cerca di ritornare a vivere, ma nulla può tornare come prima. Prima del 14 febbraio. La città è invasa da una puzza nauseante, che si estende per tutta New York, sino in periferia. C'è caldo e l'aria è inrespirabile.
Dewey abita nella biblioteca pubblica sulla Quarantaduesima, e ha deciso di archiviare e catalogare l'intera collezione. Il lavoro è mastodontico, ci vorranno anni, ma a lui piace leggere e ha un'ossessione maniaco-compulsiva per l'ordine e la pulizia. Dewey, infatti, cammina con una scatole di pillole e del Purrel (igienizzante per le mani). Detesta toccare qualcosa dove hanno messo le mani altre persone. Prova quasi un senso di repulsione e disgusto, sapere che qualcuno possa avervi lasciato dei germi o batteri.
Dewey però non si occupa solo della biblioteca. Lui è al servizio di Rosenblatt, un procuratore corrotto, che lo chiama quando c'è da fare un lavoro sporco. Perchè lui è un professionista, uno che non sbaglia un colpo; un perfetto tiratore.
Questa volta la sua missione è uccidere Yakiv Shapsko, il leader della comunità ucraina, macchiato dei più terribili reati. Durante la missione, però, Dewey farà la conoscenza di personaggi bizzarri e strani, legati al crimine. Una fra tutte sarà la moglie di Shapsko, per cui Dewey si accorgerà di provare dei sentimenti. Il caso appare subito singolare e difficile. Prima di arrivare alla fine, nel mezzo ci sarano un buon numero di omicidi, vendette e tradimenti.
La scrittura di Larson è pungente, scorrevole e ben strutturata. Il thriller si lascia leggere bene, stimolando la curiosità del lettore.
Forse in alcuni punti le scene sono un po' spettacolari, ma risultano originali e di grande effetto.
Per concludere, "Il Bibliotecario di New York" è un thriller accattivante e di grande impatto, che vi consigliamo di leggere.
Buona lettura!

BIBLIOTECARIO DI NEW YORK
Natha Larson
Traduzione di Federico Lopiparo
Pagine 288
12.90 euro
Fanucci - Collana Chrono

L'AUTORE:Nathan Larson, nato nel Maryland nel 1970, è un eclettico: scrittore, compositore, musicista e produttore, è noto sopratutto per le sue pluripremiate colonne sonore. Attualmente vive con la moglie a New York e di tanto in tanto non disdegna rifugiarsi in Svezia. Il bibliotecario di New York è il suo romanzo d’esordio.

Intervista a EUGENIO MARINELLI, la voce italiana di POIROT


Buon inizio week end, amici!
Abbiamo una sorpresa per tutti gli amanti del giallo classico, di Agatha Christie, e soprattutto di Hercule Poirot. Oggi, infatti, è ospite del nostro blog Eugenio Martinelli, la voce italiana di Hercule Poirot, della celebre serie televisiva POIROT, interpretata dal grande David Suchet.

1) Benvenuto, Eugenio, e grazie per aver accettato di essere nostro ospite. Come abbiamo scritto nella presentazione, tu sei la voce italiana dell’investigatore Hercule Poirot (nato dalla penna della scrittrice Agatha Christie), della serie televisiva Poirot, quanto lavoro c’è nell’interpretare questo personaggio?
Come dico ai miei allievi dei corsi di doppiaggio, l'unico lavoro che c'è da fare è quello di riproporre ciò che ha fatto l'attore di presa diretta, senza aggiungere nulla di personale. Insomma, fare carta carbone della presa diretta anche perché, un attore bravo come Suchet, ha impiegato mesi di preparazione per arrivare al personaggio di Poirot.

2) C’è un episodio di questa serie che ti è piaciuto doppiare particolarmente?
Un episodio che mi è piaciuto doppiare è stato Assasinio sull'Orient Express, per la capacitá espressiva e la verità che ha saputo trovare Suchet.

3) Avendo lavorato all’intera serie Poirot, conosci tutti i romanzi della Christie, ne hai anche letto qualcuno?
No, non ho mai letto i suoi romanzi, li ho conosciuti doppiandoli.

4) Quale è il tuo rapporto con il mistero e i gialli?
E' un genere letterario che mi affascina e mi intriga, adoro risolvere, scoprire, indagare.

5) Eugenio, ricordi quale è stato il tuo primo lavoro da doppiatore?
Il mio primo lavoro fu doppiare un film chiamato Dogs, e la direzione del doppiaggio era del grande Emilio Cigoli, la voce di Gary Cooper, John Wayne, ecc. Fu un grande onore iniziare con un attore-doppiatore così prestigioso.

6) Cosa consiglieresti ad un giovane che desiderasse intraprendere la tua stessa carriera?
Di fare una buona scuola di recitazione e un corso di doppiaggio, magari con me, non lo dico per niente ma sono uno dei pochi che ama e rispetta i colleghi in erba e penso di poter dare un buon contributo per una crescita artistica, vista i grandi con i quali ho lavorato e ho avuto l'onore di essere diretto. Dico tutto questo senza presunzione, i miei lavori lo testimoniano.

7) Per concludere, puoi dare qualche anticipazione ai nostri lettori sull’uscita dei nuovi film della seria televisiva?
So che in Inghilterra sta filmando gli ultimi 5 racconti, ma non so quali siano. Verso Luglio ne saprò di più, visto che dovrò doppiarli e dirigerli e magari potrò darvi qualche chicca.

Grazie mille per la disponibilità, e per le belle emozioni che ci fai provare, Eugenio.
A presto!
Marco Tiano

Giveaway L'IPNOTISTA di Lars Kepler - Longanesi editore - Libro + bliglietti cinema


Cari amici,
in occasione dell'uscita del film nella sale cinematografiche l'11 aprile 2013 de L'IPNOTISTA di Lasse Hallström (già regista di Chocolat, Buon compleanno Mr. Grape e Le regole della casa del sidro), e all'uscita in libreria della nuova edizione del libro di Kepler da cui è tratto il film, edito da Longanesi editore, abbiamo indetto un interessante Giveaway.
In palio ci sono ben due copie de L'IPNOTISTA di Lars Kepler e quattro biglietti per la visione al cinema del film.

I due premi saranno così composti:
1 copia libro L'IPNOTISTA + 2 biglietti per il film L'IPNOTISTA al cinema

COME PARTECIPARE?
Il regolamento è semplice:
1) Dovete univirvi come lettori fissi a questo blog, cliccando qui, oppure a "Unisciti a questo sito" nella colonna "Lettori Fissi" a destra.
2) Rispondere sotto questo post alla domanda sotto riportata entro martedì 9 aprile 2013.
La redazione sceglierà i due vincitori tra i partecipanti, individuando chi ha formulato i post più originali e attinenti alla richiesta (il giudizio è insindacabile). Dopo che avremo verificato l’iscrizione al nostro blog, ai vincitori sarà inviata una copia del romanzo L'IPNOTISTA di Lars Kepler, edito da Longanesi.

* I libri in palio sono messi a disposizione dall’editore in forma di omaggio secondo la normativa prevista dal dpr 633 del 1972 che regolamenta i concorsi.

DOMANDA:
CHE PENSIERI VI SUSCITA LA FIGURA DELL'IPNOTISTA?

Vincitori:
SONIA TORTORA
AQUILA REALE

Preghiamo i due vincitori di scriverci al nostro indirizzo e-mail: igiallisti@virgilio.it comunicandoci i loro recapiti postali e telefonici per l'invio dei premi.
Grazie e complimenti!

LARS KEPLER
L’IPNOTISTA
Pag: 594
Editore: Longanesi
La Gaja Scienza / I Maestri del Thriller
Nuova edizione in occasione del film a soli 9.90 euro
IN LIBRERIA: 4 APRILE 2013

TRAILER:



IL LIBRO:
Si chiama Erik Maria Bark ed era l’ipnotista più famoso di Svezia. Poi qualcosa è andato storto, terribilmente storto, e la sua vita è stata a un passo dal crollo. Ha promesso davanti al mondo intero di non praticare mai più l’ipnosi e per dieci anni ha mantenuto quella promessa. Fino a oggi. Oggi è l’otto dicembre, è una notte assediata dalla neve ed è lo squillo del telefono a svegliarlo di colpo. L’uomo all’altro capo si chiama Joona Linna ed è un commissario della polizia criminale con uno strano accento finlandese. C’è un paziente che ha bisogno di lui. Si tratta di un ragazzo poco più che adolescente, di nome Josef Ek. Ha appena assistito al massacro della sua famiglia: la mamma e la sorellina sono state accoltellate davanti ai suoi occhi, e lui stesso è stato ritrovato in un lago di sangue, vivo per miracolo. Josef è letteralmente coperto di tagli e ferite ed è ricoverato in grave stato di shock. Non comunica con il mondo esterno. Ma è il solo testimone dell’accaduto e bisogna interrogarlo ora. Perché l’assassino vuole terminare l’opera uccidendo la sorella maggiore di Josef, scomparsa misteriosamente. E c’è solo un modo per ottenere qualche indizio: ipnotizzare Josef subito. Mentre attraversa in auto una Stoccolma che non è mai stata così buia e gelida, Erik sa già che nonostante tutte le sue proteste, infrangerà la promessa. Accetterà di ipnotizzare Josef. Perché, dentro di sé, sa di averne bisogno. Sa quanto gli è mancato il suo lavoro. Sa che l’ipnosi funziona. Quello che l’ipnotista Erik Maria Bark non sa è che la verità che sta per affiorare alle labbra di Josef cambierà per sempre la sua vita. Quello che non sa è che suo figlio sta per essere rapito. Quello che non sa è che il conto alla rovescia, in realtà, è iniziato per lui.

L'AUTORE:
LARS KEPLER è lo pseudonimo dei coniugi Alexander Ahndoril e Alexandra Coelho Ahndoril. Vivono a Stoccolma con le loro tre figlie, a pochi metri dalla centrale di polizia. Sono appassionatissimi di cinema e da quando si conoscono guardano almeno un film al giorno. Entrambi sono scrittori, ma nel 2009 hanno deciso di sospendere momentaneamente le loro carriere separate per provare a scrivere un romanzo insieme. Ne è nato il caso editoriale europeo del 2010, L’ipnotista, il romanzo che ha scalzato dalla vetta delle classifiche svedesi la trilogia di Larsson, vendendo 250.000 copie in Italia e balzando in cima alle classifiche di tutti i paesi europei in cui è stato pubblicato.

LA STAMPA ITALIANA E INTERNAZIONALE HA RECENSITO IL ROMANZO CON TONI ENTUSIASTI
«Strepitoso. Il thriller che ha sconvolto l’Europa è feroce, viscerale. Ti avvolge in una coltre oscuraThe Daily Mail

«Un romanzo originale e che fa veramente paura.» Sun

«Un thriller imponente e profondamente inquietante.» Independent

«È questo che succede, in fondo, quando ci si addentra nell’animo di qualcuno. Si possono riportare alla luce ricordi, sensazioni e verità insospettabili. O semplicemente il piacere di uccidere.» Donato Carrisi, Corriere della Sera

venerdì 5 aprile 2013

News: DIVERSAMENTE TI UCCIDO di Arita Cast


Cari lettori,
oggi vi presentiamo DIVERSAMENTE TI UCCIDO, l'opera poliziesca di esordio di Arita Cast.

IL LIBRO:
Como, città antica e spettacolare con cuore e anima, ti stupisce con le acque cristalline del lago e le luci della notte lungo i suoi declivi. Ma occhi e mani sconosciuti ti seguono, ti raggiungono e poi … Lui cerca le sue vittime e scopre i loro segreti ma non le ricatta, anzi dedica loro delle poesie perché sappiano il motivo per cui moriranno. Non c’è un posto per salvarsi, non c’è ora per Leo Meandri e Tancredi Mare che non si daranno pace finché non riusciranno a fermare la sua follia, le sue gesta e salvare lei: l’ essenza di bellezza e bontà.



L'AUTORE:
Arita Cast vive in Italia, è nata a Magenta settima di quattordici figli. La famiglia numerosa e felicemente chiassosa in cui è cresciuta, le ha dato lo spunto per analizzare molti aspetti dell’animo umano; non per diletto, ma per spirito di sopravvivenza. Ama la letteratura poliziesca da quando non sapeva ancora leggere e la guardava in televisione seduta sulle ginocchia di sua nonna Betta. La sua carriera lavorativa ha avuto inizio come hostess per poi continuare come agente di viaggio per molti anni, dandole la possibilità di viaggiare molto. Sposata, ha quattro bambini che le riempiono le giornate, ma riesce a salvaguardare le notti durante le quali scrive e si prende lo spazio per mettere mano e penna alle sue fantasie di scrittrice. È al suo primo romanzo poliziesco in cui da’ vita al personaggio di Leonardo Meandri, che riprenderà in alcune sue prossime creazioni.

“Io non sono una persona seria. Faccio finta e mi viene discretamente bene.” Arita Cast

martedì 2 aprile 2013

Recensione: LA POLTRONA E IL RASOIO di Paul McGuire


Cari amici,
inauguriamo questa nuova settimana, reduci da uova di cioccolato e colombe pasquali, consigliandovi la lettura di un ottimo giallo classico inglese.
Oggi, infatti, vi parleremo de "LA POLTRONA E IL RASOIO" di Paul McGuire, edito dai tipi della Polillo editore (I Bassotti n. 120). 
Come sempre, quando ci ritroviamo tra le mani un giallo della golden age (il libro è, infatti, del 1933, e inedito finora in Italia) le prime cose che ci aspettiamo sono: morti misteriose e inspiegabili, ambientazioni suggestive, alibi di ferro, false piste, il tutto condito da personaggi bizzarri e indagini serrate, concetrate non sull'azione, ma sull'acume dei protagonisti e sul ragionamento logico deduttivo. Be', "La poltrona e il raioio" è tutto questo!
Un perfetto giallo, che rispecchia pienamente la tradizione dei classici inglesi, dove l'azione e l'avventura sono sostituiti da un'indagine mirata a scoprire i piccoli particolari, a trovare le relazioni tra i fatti accaduti, tra una tazza di tè e un pettegolezzo.
Il romanzo è ambientato esclusivamente in un albergo, il lussuoso Mount Lelland Hotel, dove Jimmy Norton (il proprietario) viene trovato morto su una poltrona, con la gola squarciata da un rasoio. A terra, accanto al corpo, viene ritrovata l'arma del delitto, che reca soltanto le impronte di Norton. Dopo una breve indagine, il caso verrà chiuso con un verdetto di suicidio. Norton è un uomo d'affari, colpito anche lui dalla Grande depressione dell'inizio degli anni Trenta. A tal proposito, si ritira nel suo albergo, e in serata viene trovato morto. Le circostanze, portano a pensare ad un suicidio. Un anno dopo, però, qualcuno si reca al Mount Lelland Hotel (qualche giorno prima dell'anniversario della morte di Norton) e inizia a indagare, perchè crede che la morte di Jimmy sia opera di una mano omicida. Quest'uomo si chiama Gabriel Parrett ed è deciso a dimostrare che le sue supposizioni sono fondate. Purtroppo, per lui, però, nel giorno dell'anniversario della morte del proprietario, il suo corpo sarà ritrovato morto con la gola squarciata, nella stessa poltrona di Norton, con acanto, per terra, un rasoio.
A questo punto, l'ipotesi di un suicidio diventa difficile da accettare, e si inzia a indagare anche sulla morte di Jimmy. Ad affinacare le indagini della polizia, ci sarà Michael Sevington, un vecchio amico di Norton e protagonista del romanzo.
Il romanzo ha un ritmo narrativo forse a tratti lento (rispetto ai gialli contemporanei) ma gradevole, che culla il lettore. L'effetto deve essere stato sicuramente scelto dallo stesso autore, perchè la storia è ambientata durante il soggiorno in un albergo, quindi, durante la lettura, si prova questa piacevole sensazione vacanziera.
A fare da contorno al protagonista, ci sono personaggi bizzarri come l'eccentrica zitella Miss Polden, l'esuberante attrice Nita Neroche, l'ambiguo direttore d'albergo Aller e il colonnello Stogursey.
Le descrizioni di luoghi e personaggi sono sicuramente un punto forte dell'opera.
LA POLTRONA E IL RASOIO, infine, è una lettura che allieta il lettore, con un'indagine ben strutturata, che soddisfa pienamente di amanti del giallo classico... e non solo.
Consigliato!
Grazie, Polillo editore.

Paul McGuire
LA POLTRONA E IL RASOIO
“I bassotti” n. 120 - Pagine: 288 - Prezzo: € 14,90
ISBN: 978-88-8154-421-9
Traduzione di Dario Pratesi

L’autore:Paul McGuire (1903-1978), nato a Petersburg, in Australia, dopo gli studi presso il Christian Brothers’ College, si laureò in storia alla University of Adelaide. Giornalista, poeta, conferenziere, professore di storia per la Workers’ Educational Association of South Australia, McGuire fu anche scrittore prolifico e si cimentò in diversi generi letterari: dai libri di viaggio ai saggi, dalla critica letteraria alla narrativa. Nel 1931 pubblicò Murder in Bostall, il primo di sedici mysteries realizzati nell’arco di dieci anni. Dopo aver svolto compiti di intelligence per la Royal Australian Naval Volunteer Reserve durante la seconda guerra mondiale, si dedicò alla politica e alla diplomazia: fu ambasciatore in Irlanda nel 1953, ministro dal 1954 al 1957 e ambasciatore in Italia dal 1957 al 1959, anno in cui fu insignito dell’onorificenza papale della Gran Croce dell’Ordine di San Silvestro (nel 1967 sarà nominato Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana). Tornato in Australia, riprese la sua attività di giornalista e di scrittore, ma dovette ben presto limitarla a causa di gravi problemi agli occhi. Nel campo della narrativa gialla le sue opere più famose sono There Sits Death (La poltrona e il rasoio) e Burial Service (1938). L’ultimo suo romanzo, The Spanish Step (intitolato anche Enter Three Witches) fu pubblicato nel 1940.