Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




domenica 26 giugno 2011

Il Gioco delgi occhi - Fitzek



Cari amici,
ogni vi parliamo de "Il Gioco degli occhi" di Sebastian Fitzek, edito da Elliot editore.
Come nei suoi precedenti romanzi, anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un psycho-thriller dal ritmo mozzafiato e dai molteplici colpi di scena. La lettura è fluida e veloce, e lo stile narrativo è impeccabile. La storia, nonostante le 376 pagine, scorre veloce e senza interruzioni, catturando sin dalle prime pagine l'attenzione del lettore, immergendolo in un vortice di emozioni e avventure. I personaggi sono ben destritti e i loro profili caratteriali sono più che reali.
Per alcuni protagonisti del romanzo, come lo stesso Fitzek afferma nei ringraziamenti finali, infatti, l'autore si è ispirato a persone reali, in particolare per il personaggi della fisioterapista cieca.
A Fitzek piace giocare, e questo si intuisce già dalla trama del romanzo che si rifà al gioco del nascondino, e all'espediente di iniziare il libro dall'epilogo, invertendo il numero delle pagine e dei capitoli, per terminare con il prologo.
Anche il finale è stato congegnato come un gioco, in quanto ci fa intuire che la storia avrà un seguito e che il terrore non è ancora finito.
Anche se alcuni passaggi sembrano un po' inverosimili e poco originali, "Il Gioco degli occhi" è un thriller che vi terrà col fiato sospeso fino a quando l'autore deciderà di rivelarvi l'intero mistero, facendovi prima passare per le vie del terrore e della suspense, accanto al protagonista Alexander Torbach, grazie all'alta tensione narrativa.

Un ottimo libro che vi consiglio di leggere e portare in vacanza!

Sebastian Fitzek
Il gioco degli occhi

Collana: Schegge
Traduzione: Claudia Crivellaro
pp. 376
Prezzo di Copertina: euro 18,50
ISBN 9788861921757

Un pericoloso maniaco, detto il Collezionista di occhi, rapisce i bambini e li nasconde. Uccide la madre. Il padre ha quarantacinque ore a disposizione per scoprire il nascondiglio. Questo è il gioco. Quando l’ultimatum scade, la vittima muore. Ma l’orrore non finisce qui, perché al cadavere del bambino manca qualcosa: l’occhio sinistro. L’assassino però non vuole essere considerato un collezionista, ma un giocatore. E in questo gioco sinistro è intrappolato anche il reporter Alexander Zorbach, un ex poliziotto, narratore in prima persona, che man mano che la storia procede si rende conto che sta diventando sempre di più una pedina in un duello mortale. Il Collezionista di occhi finora non ha lasciato tracce. Ma improvvisamente compare una testimone misteriosa: Alina Gregoriev, una psicoterapeuta cieca, che sostiene di poter vedere nel passato dei suoi pazienti attraverso il semplice contatto fisico. E forse, ieri, ha avuto in terapia proprio il Collezionista di occhi… Con questo romanzo, Sebastian Fitzek, il più importante autore tedesco di psychothriller, dà vita alla sua seconda serie, senza voltare però completamente le spalle al passato: Il gioco degli occhi nasce proprio da Schegge, l’ultimo thriller della trilogia precedente. Si tratta di un passaggio lampo che prepara il lettore all’arrivo di questa grandiosa nuova invenzione in cui l’inizio è la fine di tutto.

mercoledì 22 giugno 2011

Polillo editore: I Bassotti n.100 - Da collezione!

Carissimi amici e lettori,
finalmente il famigerato n.100 della mitica collana "I Bassotti" della Polillo editore è in uscita il 30 giugno. Si tratta di un numero da collezione, che i cultori del giallo non possono lasciarsi sfuggire.
Il centesimo Bassotto, infatti, uscirà in edizione speciale, in cofanetto con uno speciale volume celebrativo.

Il cofanetto è stato pensato dalla casa editrice per celebrare questo importante traguardo, proponendo ai suoi affezionati lettori l’esclusivo COFANETTO “I bassotti – 100”, contenente “La sera della prima” di F. G. Parke e lo speciale volume “Gli autori dei primi 100 bassotti – Vita e opere”.

Il volume raccoglie le biografie di tutti gli autori pubblicati nella collana “I bassotti”, in una versione riveduta e aggiornata rispetto a quelle riportate nel corso degli anni in calce ai rispettivi romanzi.
I due titoli possono essere acquistati anche separatamente, ma gli amanti del giallo e i collezionisti, tralasceranno sicuramente questa opzione, portandosi a casa l'ambito trofeo.
Ma non è finita qui, il giallo che sarà pubblicato per l'evento, “La sera della prima” di F. G. Parke può essere considerato in un certo senso l’emblema della collana "I Bassotti", avviata ormai nove anni fa con lo scopo di proporre per la prima volta al pubblico della libreria una selezione accurata di testi inediti, introvabili e imperdibili della grande tradizione del mystery angloamericano.
Un giallo di qualità del 1931 (nel pieno della cosiddetta “età d’oro del mystery”), finora inedito in Italia e pressoché irreperibile in tutto il mondo, firmato da un autore la cui identità è un “giallo nel giallo” dal momento che le sue notizie bio-bibliografiche sono del tutto inesistenti.

LA SERA DELLA PRIMA (First Night Murder) - I bassotti n. 100

Per la “prima” del nuovo spettacolo dell’acclamato autore Martin Ellis, l’Olympic Theatre di Broadway è quasi al completo. L’ultimo atto si sta avviando alla conclusione e lo svelamento dell’assassino è imminente. Le luci si spengono e un acuto grido femminile echeggia straziante nel teatro: pura finzione scenica, naturalmente. Ma l’urlo che proviene dalla platea pochi istanti dopo non è in copione: quando le luci si riaccendono, Julius Brandt, noto produttore nonché comproprietario dell’Olympic, viene trovato senza vita nella sua poltrona con due profonde ferite sul collo. Il panico si diffonde nel teatro, la polizia sbarra le uscite e perquisisce tutti gli spettatori, ma senza successo. Dov’è finita l’arma del delitto? E, soprattutto, chi può averlo commesso? Brandt si era fatto molti nemici nel suo lavoro, a partire dall’uomo che lo aveva minacciato durante l’intervallo e che era arrivato a teatro in compagnia della moglie del produttore. Anzi, ex moglie, poiché da pochi giorni Brandt aveva ottenuto il divorzio e quello stesso pomeriggio si era risposato in segreto con Sheila Manning, la giovane star della serata. In questo mystery del 1931, finora inedito in Italia, toccherà al tenente Gradey fare luce sul caso con il prezioso aiuto di Martin Ellis, segretamente innamorato di Sheila e determinato a scoprire cosa si nasconde dietro questo groviglio di affari, gelosia e vendetta.


Non lasciateveli sfuggire!!!

martedì 21 giugno 2011

New Polillo - I Bassotti 98 - 99

Cari lettori,
alle porte di questa nuova estate, anche la nostra cara Polillo Editore non poteva mancare con nuovi titoli carichi di mistero e suspense.
Oggi vi presentiamo gli ultimi due Bassotti, 98 e 99, in attesa del prestigioso n.100!
Si tratta di:

Cortland Fitzsimmons
DELITTO AI GRANDI MAGAZZINI

“I bassotti” n. 98
Pagine: 256
Prezzo: € 13,90
ISBN: 978-88-8154-379-3


Chi mai avrebbe potuto volere la morte dell’anziana signora Briggs, responsabile di uno dei reparti vendite del Doane, il famoso grande magazzino di New York? Lavorava in quel luogo da così tanti anni che era diventata una vera e propria istituzione; eppure, proprio nel giorno riservato ai saldi annuali, quando gli avventori si mettono in coda per ore davanti all’ingresso per poter essere tra i primi ad approfittare dei fortissimi sconti, la signora Briggs viene trovata riversa sulla sua scrivania. Dapprima si pensa a un suicidio, ma ben presto la verità emerge in tutta la sua crudezza: si tratta di omicidio. Incaricato dell’indagine è il giovane detective di polizia Peter Conklin, ma per sua fortuna nel negozio quel giorno c’è anche una sua amica, la deliziosa Ethel Thomas, un’arzilla zitella di 75 anni che possiede una quota del Doane e ha tutto l’interesse a che il caso venga risolto al più presto. E poiché Ethel, oltre che curiosa, è anche assai sveglia, nota subito alcune stranezze che alla polizia sono sfuggite e che le permetteranno, non prima di essersi imbattuta in altri delitti e aver rischiato la vita, di venire a capo dell’intricata vicenda. Finora inedito in Italia, questo giallo fu pubblicato originariamente nel 1936.

L’autore
Cortland Fitzsimmons (1893-1949), nacque a Richmond Hill, nel distretto newyorchese del Queens. Dopo alcune esperienze poco felici nel campo della narrativa non di genere e nel mystery, nel 1931, con il giallo 70,000 Witnesses ambientato nel mondo del football americano, l’autore raggiunse il successo. La riduzione cinematografica del libro gli spalancò le porte di Hollywood, e ben presto Fitzsimmons si trasferì nel sud della California per affiancare alla carriera di scrittore quella di sceneggiatore. Il mondo dello sport farà da sfondo ad altri tre romanzi polizieschi: Death on the Diamond (1934), incentrato sul baseball, Crimson Ice (1935), sull’hockey su ghiaccio, e One Man’s Poison (1940, Murder Is Swift nell’edizione inglese), sul polo. In The Whispering Window (Delitto ai grandi magazzini) lo scrittore introdusse il personaggio di Ethel Thomas, una ricchissima vecchietta che, come la famosa Miss Marple di Agatha Christie, si trova suo malgrado coinvolta in eventi delittuosi. La Thomas comparve in altre tre avventure: The Moving Finger (1937), Mystery at Hidden Harbor (1938) e The Evil Men Do (1941).


Mary Fitt
I TRE CORNI DA CACCIA

“I bassotti” n. 99
Pagine: 288
Prezzo: € 13,90
ISBN: 978-88-8154-381-6
Traduzione di Marisa Castino Bado

Nel corso di un viaggio in Francia, il colonnello Anderson fa una visita di cortesia a Mademoiselle de Sorbon, la cui giovane nipote Margherite era stata sua ospite in Inghilterra qualche tempo prima. Il colonnello spera di liquidare in fretta questa incombenza, ma la donna insiste per fargli conoscere la famiglia invitandolo al ricevimento di un suo vecchio zio, il marchese François de la Frelonnerie. Dopo cena il marchese, in ossequio alla tradizione venatoria inglese, decide di deliziare i suoi ospiti suonando uno dei suoi pregevoli corni da caccia. Ma una strana eco segue le possenti arie intonate dal marchese. O meglio, sembra che qualcuno da un’altra parte della casa ripeta le stesse note negli intervalli di silenzio. Mentre tutti si interrogano su questo curioso fenomeno, una tragedia si consuma al piano di sopra: il fratello del marchese viene trovato morto nella sua stanza con accanto un corno da caccia. Pochi istanti dopo, al pianterreno, anche il marchese passa a miglior vita. Una tragica coincidenza? Non è da escludere: i due uomini erano molto anziani e di salute precaria, e il loro medico li aveva già ammoniti da tempo a non suonare più il corno. Mentre il resto della famiglia sembra fin troppo disposto a rassegnarsi a questa incredibile fatalità, Margherite nutre qualche dubbio… Il romanzo fu pubblicato originariamente nel 1937.

L’autore
Mary Fitt (1897-1959), pseudonimo dell’insigne grecista inglese Kathleen Freeman, nacque a Yardley e compì gli studi presso l’University College of South Wales, dove fu docente di greco dal 1919 al 1946. Esordì nella narrativa gialla nel 1936 con Murder Mars the Tour e due anni dopo creò il suo personaggio per eccellenza, l’ispettore Mallet, poi sovrintendente, che fece la sua prima apparizione in Expected Death e l’ultima in Mizmaze (1959), comparendo in tutto in diciotto dei ventisette mystery dell’autrice. Soprattutto a partire dal secondo dopoguerra, alternò la pubblicazione di gialli a quella di saggi sul mondo greco classico rivolti, come dichiarò spesso, alla gente comune e firmati col suo vero nome. Con l’ammissione nel prestigioso Detection Club di Londra, avvenuta nel 1950, Mary Fitt entrò nel numero dei grandi giallisti inglesi. Fra i suoi mystery migliori, oltre a I tre corni da caccia (The Three Hunting Horns) si segnalano Death and Mary Dazill (1941), Death and the Pleasant Voices (1946), Death on Heron’s Mere (1941) e Sweet Poison (1956).


A presto!

New Fanucci editore - Luglio

Luglio è un mese caldo anche per il mistero, in questo post, infatti, vi segnaliamo alcuni titoli che usciranno il mese prossimo per la Fanucci editore.

Richard Matheson
Ghost
Collana Ventesima
Pagine 304
12,90 euro
Isbn 9788834717493

A due passi da New York esiste una località chiamata Logan Beach. D’estate è una frequentata stazione di villeggiatura, ma d’inverno ha un’atmosfera un po’ da vecchia America vittoriana, angosciosa e rarefatta: un litorale battuto dal vento e dalla pioggia, una grande casa in cima a una scogliera, una villetta sulla sabbia e il resto del mondo lontano come non mai. Proprio qui, e proprio in un inverno più inclemente del solito, si rifugiano David ed Ellen, una matura coppia di coniugi, con la speranza di ricucire in qualche modo il loro rapporto in crisi da tempo, lontani dall’assolata California e da una storia di infedeltà che Ellen non riesce a perdonare. Ma l’insidia è dietro l’angolo, nella persona di una enigmatica e bellissima ragazza che compare all’improvviso dal nulla e che pian piano si insinua nella vita di David fino a sconvolgerla, facendo leva sulle sue debolezze. Chi è Marianna? Da dove viene? E, soprattutto, cosa vuole? David dovrà affrontare e sconfiggere i propri demoni, anche quelli più inconfessati: in ballo non c’è più soltanto il suo matrimonio, ma la sua sanità mentale e la sua stessa vita. Un romanzo che terrà inchiodato il lettore in un crescendo di tensione e di mistero. Una vera e propria caduta all’inferno.

RICHARD MATHESON, nato nel New Jersey nel 1926, ha forgiato il gusto e le caratteristiche del ‘fantastico’ contemporaneo, influenzando profondamente altri linguaggi, dal cinema ai fumetti ai videogiochi. Ha scritto alcuni degli episodi più memorabili di Ai confini della realtà, e diverse sue opere sono state adattate per il grande schermo, tra cui Tre millimetri al giorno e Io sono leggenda, che ha ispirato tre film, di cui l’ultima versione (del 2008), dal titolo omonimo, è stata diretta da Francis Lawrence, con protagonista Will Smith. Richard Matheson ha vinto numerosissimi premi, tra cui l’Edgar Allan Poe e un Bram Stoker alla carriera. Fanucci Editore ha pubblicato anche Incubo a seimila metri, Duel e altri racconti, Ricatto mortale, Io sono Helen Driscoll, La casa d’inferno, Tre ore di pura follia, The Box e altri racconti, che ha ispirato la pellicola del regista Richard Kelly, e Altri regni.

Jonathan kellerman
L’inganno

Collana Ventesima
Pagine 416
17.00 euro
Isbn 978-88-347-1761-5

Il suo nome è Elisa Freeman, e il suo grido agghiacciante di aiuto arriva troppo tardi per salvarla. Su un DVD trovato vicino al suo corpo senza vita, è rinchiusa la cronaca del lungo calvario emotivo e fisico della donna, costretta a subire ogni sorta di violenza nelle mani di tre aguzzini sadici. Ma ancor più scioccante è la rivelazione che i colpevoli, come la loro vittima, hanno insegnato in una delle scuole più prestigiose di Los Angeles. Al detective Milo Sturgis viene assegnato il caso, e tocca a lui avviare le ricerche nelle aule della scuola, e se mai c’è stata un’occasione migliore per mettere alla prova le abilità psicologiche del dottor Alex Delaware, è esattamente questa. Toccherà ad Alex e Milo portare alla luce i segreti sporchi e inconfessabili che si nascondono dietro la facciata pulita e ordinata dell’istituzione. Ma durante la ricerca Alex e Milo potrebbero essere trascinati in una trappola mortale e ben costruita.

JONATHAN KELLERMAN è uno degli autori di maggior successo al mondo. Esperto di psicologia clinica, ha utilizzato le proprie conoscenze in molti dei suoi romanzi, come nella serie dedicata ad Alex Delaware, di cui Fanucci Editore ha già pubblicato Ossessione, Ossa e Una prova schiacciante. Nella sua carriera è stato insignito dei premi Goldwyn, Edgar e Anthony, e ha concorso per lo Shamus. Vive in California con sua moglie, anche lei scrittrice, e i loro quattro figli.

Naturalmente, come di solito, prossimamente troverete sul nostro blog anche le relative recensioni, quindi teneteci d'occhio e... buone letture!

New Elliot editore

Cari amici,
in questi giorni vi stiamo segnalando le uscite dedicate al giallo e al mistero dell'estate 2011. Oggi in particolare, vi presentiamo due romanzi appena approdati in libreria, editi della casa editrice Elliot.
Di seguito vi riportiamo le trame:

Sebastian Fitzek
Il gioco degli occhi

Collana: Schegge
Traduzione: Claudia Crivellaro
pp. 376
Prezzo di Copertina: euro 18,50
ISBN 9788861921757

Un pericoloso maniaco, detto il Collezionista di occhi, rapisce i bambini e li nasconde. Uccide la madre. Il padre ha quarantacinque ore a disposizione per scoprire il nascondiglio. Questo è il gioco. Quando l’ultimatum scade, la vittima muore. Ma l’orrore non finisce qui, perché al cadavere del bambino manca qualcosa: l’occhio sinistro. L’assassino però non vuole essere considerato un collezionista, ma un giocatore. E in questo gioco sinistro è intrappolato anche il reporter Alexander Zorbach, un ex poliziotto, narratore in prima persona, che man mano che la storia procede si rende conto che sta diventando sempre di più una pedina in un duello mortale. Il Collezionista di occhi finora non ha lasciato tracce. Ma improvvisamente compare una testimone misteriosa: Alina Gregoriev, una psicoterapeuta cieca, che sostiene di poter vedere nel passato dei suoi pazienti attraverso il semplice contatto fisico. E forse, ieri, ha avuto in terapia proprio il Collezionista di occhi… Con questo romanzo, Sebastian Fitzek, il più importante autore tedesco di psychothriller, dà vita alla sua seconda serie, senza voltare però completamente le spalle al passato: Il gioco degli occhi nasce proprio da Schegge, l’ultimo thriller della trilogia precedente. Si tratta di un passaggio lampo che prepara il lettore all’arrivo di questa grandiosa nuova invenzione in cui l’inizio è la fine di tutto.

Luca Di Persio
Momento Zero
Collana: Schegge
pp. 256
Prezzo di Copertina: euro 16,50
ISBN 9788861922341

Il mortale incidente d’auto in cui scompare Frank Altobelli, testimone chiave di un importante processo contro la criminalità organizzata, dapprima sembra riconducibile a una tragica fatalità. Polizia, giornali e opinione pubblica, infatti, sono d’accordo: si è trattato di un banale incidente causato dall’eccessiva velocità del veicolo su cui viaggiava Altobelli. Due uomini, però, Paolo Assi e Francecsco Gualtieri, due persone la cui vita non potrebbe essere più diversa, notano alcune inspiegabili anomalie. A Paolo Assi, poliziotto di giorno e killer di notte, appare subito evidente che la dinamica dell’incidente è straordinariamente simile a quella che sette anni prima ha distrutto la sua famiglia e la sua vita. A sua volta Francesco Gualtieri, ricercatore scientifico attualmente ingaggiato dai servizi segreti, ha notato che c’è qualcosa di inspiegabile e illogico nell’incidente. Assi decide di avviare un’indagine personale sulla morte di Altobelli, un’indagine che lo porta a scoprire l’esistenza di un’organizzazione segreta che agisce da oltre duecento anni, infiltrata nel sistema economico, militare, politico e in grado di compiere un’impresa straordinaria definita Momento Zero: mettere in scena la morte dei propri facoltosi clienti e dare loro una nuova identità, un nuovo volto, un nuovo destino. In questa ricerca disperata e mortale che lo porterà a scontrarsi infine con il capo dell’organizzazione, l’italiano Lorenzo Costantini, Assi incrocia la propria traiettoria con quella di Gualtieri, l’unico uomo che ora potrebbe aiutarlo e al contempo la vittima predestinata dell’organizzazione criminale per cui Assi stesso lavora come killer. Sullo sfondo delle vicende dei due, si muovono però i feroci personaggi del team Zero: Costantini e gli agenti dell’organizzazione, in lotta tra loro per il controllo del potere e della misteriosa “sequenza inversa” in cui si celerebbe il segreto dell’immortalità. Un segreto che riguarda da vicino proprio Paolo Assi e la sua famiglia… Momento Zero, romanzo d’esordio di Luca Di Persio, è un thriller originale e potente che richiama le atmosfere dei film di Tarantino e il mondo enigmatico di Lost, superando brillantemente i confini italiani di genere.



giovedì 16 giugno 2011

Prossime uscite Marco Tropea Editore

Carissimi Giallisti,
vi segnalo le prossime uscite gialle per l'estate della Marco Tropea Editore.
Buone letture!

LA DONNA LEONE
Erik Fosnes Hansen
i narratori Tropea
Pag: 390
In libreria dal 23 giugno

SAPRO’ OGNI TUO SEGRETO
Valerie Tasso
fuorionda
Pag: 300
In libreria dal 30 giugno

NERO OCEANO
Stefan Mani
fuorionda
Pag: 454
In libreria dal 7 luglio



Erik Fosnes Hansen
LA DONNA LEONE

Eva è nata in un piccolo villaggio norvegese. La madre muore di parto e il padre rimane terrorizzato alla vista della neonata: capelli biondo chiaro la ricoprono come una custodia morbida e le danno l'apparenza di un cucciolo di leone. Eva soffre di una rara sindrome: ipertricosi lanuginosa congenita, o irsutismo. Il padre, capostazione del paese, non riesce ad accettarla e la bambina cresce chiusa in casa, in una solitudine popolata di libri. Ma Eva rifiuta l’isolamento imposto e convince il padre a farle frequentare la scuola del villaggio. Gli altri bambini però vedono in lei solo una freak, e prendono le distanze; la Chiesa la fa sentire in colpa; i passanti la additano, i vicini la scherniscono e un uomo di spettacolo la vuole nel suo circo. Solo la scienza si interessa a lei, ma come una curiosità che deve essere messa in mostra e che umilia crudelmente la sua dignità. Nonostante tutti questi tormenti, la ragazza cresce incredibilmente forte. Prima con timidezza e poi sempre più sicura di sé, dimostra una grande voglia di vivere. Anche se è “strana”, tutto è “normale” in lei: pensa e sente come tutte le ragazze, con in più una gran forza di volontà che le permetterà di farsi strada nel mondo.
La storia di Eva è una storia di emancipazione che Erik Fosnes Hansen orchestra magistralmente. Ironico e sarcastico, pungente e inquietante, Hansen ha scritto un grande romanzo, la celebrazione di ciò che è più umano nell'uomo.

Erik Fosnes Hansen (1965) è uno dei più celebri scrittori norvegesi contemporanei. Raggiunge il successo con il suo secondo romanzo, Corale alla fine del viaggio (che ha vinto il prestigioso premio norvegese “Riksmålprisen”), seguito da Attimi di segretezza. È membro dell’Accademia norvegese di Lingua e Letteratura, e collabora con varie testate estere.


Valérie Tasso
SAPRÒ OGNI TUO SEGRETO

Sir Rob Phillips Ainsworth, presidente di una grande multinazionale, nel tempo libero si dedica alla sua vera passione: l'entomologia. Il fascino per il mondo delle formiche lo ha portato ad analizzare, attraverso la loro condotta, le linee guida che disciplinano la coesione di un gruppo e il concetto di individualità. La sua ricerca indica che i legami tra i vari membri di una comunità diventano ancora più stretti quando fra loro non ci sono segreti. Abbagliato da questi risultati, decide di applicare le sue scoperte, portandole al limite, per rafforzare i rapporti tra i suoi alti dirigenti, con l'obiettivo di ottimizzare l'operatività aziendale. La sua idea è sottoporli a un “particolare” e inquietante esperimento. Assume quindi un misterioso personaggio definito come “il rivelatore”, con il compito di scoprire la vita più intima dei manager. La fase successiva sarà convocare una riunione straordinaria del consiglio di amministrazione, in cui rivelare pubblicamente i risultati della ricerca. E presto nessuno sarà più quello che sembra. A questo punto, nascono ed esplodono fra i colleghi le più diverse passioni: gelosia, vendetta, rabbia, odio, aggressione... L'obiettivo dell’esperimento sembra aver ottenuto l'effetto opposto. E quando i dirigenti della multinazionale si coalizzeranno tra loro…
Valérie Tasso racconta, con un approccio ironico e feroce, gli sforzi che l’essere umano fa per apparire ciò che non è, e in particolare, per nascondere ciò che realmente è.


Valérie Tasso è nata e cresciuta in Francia, dove si è laureata in Scienze economiche e in Lingue e letterature straniere. Nel 1991 si è trasferita a Barcellona e ha cominciato una carriera manageriale in aziende multinazionali, finché nel 1999 ha deciso di esercitare per alcuni mesi la prostituzione d’alto bordo. Da questa esperienza è nato Diario di una ninfomane (Tropea, 170mila copie vendute), un successo editoriale tradotto in 15 paesi da cui è stato tratto il film omonimo. Della stessa autrice, Tropea ha pubblicato anche L’altro lato del sesso (40mila copie vendute) e Antimanuale del sesso (50mila copie vendute).


Stefan Mani
NERO OCEANO

Nove marinai partono dall’Islanda su una vecchia nave da carico, rumorosa e puzzolente. Pioggia, vento, nebbia non li abbandonano in questo lungo viaggio che sembra una punizione per i dannati della terra. Sono uomini abituati a tutto, ma il viaggio verso il Suriname li preoccupa. Il cargo è ormai ridotto ai minimi termini e la società di trasporto vuole licenziarli. Prima di partire hanno deciso, all’insaputa del capitano, di scioperare in alto mare, e questa azione ha l’odore dell’ammutinamento che precede la battaglia. Mentre infuria la tempesta, l’imbarcazione rimane isolata: qualcuno ha tagliato le comunicazioni. Chi è il sabotatore e cosa vuole ottenere? Sulla nave fantasma, i marinai hanno tutti qualcosa da nascondere: un omicidio, un passato da cui fuggire, una storia famigliare difficile, una donna da dimenticare. Il cargo, ormai abbondanato a se stesso, è preda degli incubi personali e dei pericoli reali: il mare aperto, l’abbordaggio dei pirati, il sabotatore che non si arresta… finché non si incaglia nella gelida terra dell’Antardide con i pochi superstiti. Da qui parte l’ultimo viaggio a piedi verso la salvezza dei quattro marinai ancora vivi, che si dividono seguendo quella che ciascuno di loro considera la via più sicura, senza mappe, senza orientamento, senza cibo, senza speranza…

Stefan Mani è nato a Reykiavik nel 1970. Figlio di pescatori è cresciuto a Ólafsvík nell’Islanda occidentale. Dopo la scuola si è guadagnato da vivere facendo il pescatore, il falegname, il muratore, il giardiniere, il guardiano notturno, l’addetto alle pulizie, e ha lavorato anche con gli adolescenti e negli ospedali psichiatrici. Ha scritto cinque romanzi. Nero Oceano è il primo tradotto in Italia.

giovedì 9 giugno 2011

"Vacanze in Florida" - Polillo editore - I Bassotti n.97

A volte ci capita di leggere un libro che ci colpisce senza capirne il perchè, un libro che ci appassiona sin dalle prime pagine e che, dopo averlo letto, ci lascia il buon sapore di un bel ricordo. Tutto questo mi è successo leggendo "Vacanze in Florida" di Tod Claymore (pseudonimo usato da Hugh Clavely), I Bassotti n.97, un altro eccellente giallo dell'età d'oro del mistery. Se dovessi spiegarne il perchè, non saprei cosa rispondere, e questo è il lato più bello. Quando non riusciamo a comprendere cosa ci ha colpito così tanto, significa che gli ingredienti sono stati miscelati nella giusta dose e, come un dolce che si rispetti, la ricetta segreta deve rimanere un mistero. Forse sarà stato il profumo dell'aria vacanziera, forse il tiepido sole della Florida, oppure l'empatia che si instaura presto con i protagonisti, il fatto è che questo libro mi ha rilassato, mi ha trascinato insieme al protagonista alla ricerca dell'assassino e mi ha fatto sentire in vacanza. Naturalmente, hanno contribuito l'eccellente stile narrativo, la scorrevolezza della narrazione, le appassionanti descrizioni e l'intrigante trama.
Che dire... che mondo sarebbe senza Polillo editore e i suoi Bassotti

Quarta:
Grazie ai buoni uffici dell'amica Poppy Laleham, Tod Claymore, già tennista di ottimo livello, viene invitato in Florida a trascorrere un periodo di vacanza insieme alla figlioletta Sarah. Tod, in realtà, non vorrebbe andare giacché l'esperienza gli ha insegnato che la presenza di Poppy significa quasi sempre guai, ma alla fine è costretto a cedere alle insistenze della figlia. Già al suo arrivo Tod si trova di fronte a una situazione imbarazzante: tra gli ospiti c'è anche Sabrina, la sua ex fidanzata della quale è ancora innamorato. Quel che è peggio, la ragazza nel frattempo si è sposata con un uomo che dietro un'aria affabile e perbene nasconde alcuni segreti e, in passato, è stato sospettato di omicidio. Ma di personaggi curiosi nella splendida tenuta che lo ospita ce ne sono altri, come per esempio Louella, una bellissima ragazza dai modi disinvolti e spiazzanti. Vista l'aria che tira Tod decide di tornarsene al più presto in città, ma il suo proposito viene vanificato da un fatto del tutto imprevisto: un omicidio. Naturalmente gli indizi puntano in un'unica direzione, quella di Tod. Aveva l'opportunità, non ha un alibi per l'ora del delitto e, soprattutto, aveva il più antico movente del mondo...Tod Claymore, Vacanze in Florida (Reunion in Florida, 1952)
Traduzione: Francesca Stignani
Polillo Editore
collana I Bassotti 97
pagg. 211
euro: 13,90

ISBN 978-88-8154-368-7

New Polillo: "Delitto sul mar rosso" di Miles Tripp

Lo dobbiamo ammettere, la Polillo editore ci vizia con tante buone nuove uscite (e per questo li ringraziamo tantissimo per l'ottimo lavoro che svolgono, sempre alla ricerca di fantastiche chicche del nostro amato giallo). Oggi, infatti, vi segnalo "Delitto sul mar rosso" di Miles Tripp, "I Mastini" n. 6 nelle librerie già da giovedì 1 °giugno.
Da non perdere... correte in libreria!

Miles Tripp
DELITTO SUL MAR ROSSO
“I Mastini” n. 6

Pagine: 192
Prezzo: € 13,90
ISBN: 978-88-8154-385-4
Traduzione di Bruno Amato

Il libro
Per i quattro amici la tanto attesa vacanza è finalmente arrivata. Una settimana in tenda sulla spiaggia isolata di Kilo Forty, sul Mar Rosso, con il solo obiettivo di riposare, prendere il sole e pescare. I componenti del gruppo sono Foster Smith, un grasso e gioviale quarantenne dotato di un formidabile intuito che gli è stato spesso utile nella vita; l’armeno Haik, astuto, intelligente e del tutto privo di scrupoli, ed Helene e Philippe Cormandot, una coppia di coniugi francesi abbastanza male assortita: gelido e introverso lui, vivace e irrequieta lei. Sin dall’inizio Foster percepisce che qualcosa incombe sull’accampamento, forse una minaccia, forse il Fato… e che tutti loro non sono che pedine di un terribile gioco. Col passare dei giorni l’amicizia tra i quattro comincia ad apparire più artificiale che vera, i segnali di nervosismo si fanno sempre più frequenti, finché all’improvviso accade l’inevitabile: qualcuno muore. Toccherà a Foster ingaggiare una lotta contro un nemico invisibile che sembra divertirsi, con inquietanti colpi di scena, a scombinare di continuo le carte e, soprattutto, pare intenzionato a scegliere proprio lui come prossima vittima. Uno straordinario tour de force, pubblicato originariamente nel 1963 e finora inedito in Italia, che non dà tregua al lettore e, alla fine, lo lascia sbigottito.

L’autore
Miles Barton Tripp (1923-2000), avvocato inglese, iniziò a scrivere per divertimento nel tempo libero. Esordì nella narrativa nel 1952 con Faith Is a Windsock e nel corso degli anni riuscì a costruirsi una solida fama come scrittore di crime stories, al punto da diventare membro dei prestigiosi Detection Club e Crime Writers’ Association. Nel 1969 pubblicò con successo il libro di memorie The Eighth Passenger – tradotto in diverse lingue, italiano compreso – nel quale raccontò le sue esperienze come bombardiere della RAF durante la Seconda Guerra Mondiale. Ritiratosi dalla professione forense nel 1983, intensificò la sua produzione letteraria che comprende in tutto trentasette romanzi, tre dei quali pubblicati sotto gli pseudonimi di Michael Brett e John Michael Brett. Delitto sul Mar Rosso (Kilo Forty) è un classico esempio della scrittura di Tripp nella quale l’attenzione si focalizza soprattutto sullo scavo psicologico dei personaggi e sull’analisi delle motivazioni che li spingono a commettere determinati crimini.

martedì 7 giugno 2011

New: Il nostro segreto di Carlene Thompson - Marco Y Marcos editore



Cari giallisti,
oggi vi segnalo l'uscita in libreria dell'ultimo libro di Carlene Thompson, Il Nostro segreto, edito da marcos y marcos editore, disponibile da 16 giugno.

Una splendida serata, una festa fra amici: si ride, si scherza, tutti sono un po’ brilli.
All’improvviso Gretchen, la bellissima pianista, sale sul cornicione, avanza, barcolla e… Dillon
la spinge nel vuoto!
Marissa ne è certa: Dillon Archer ha ucciso la sua migliore, fragile amica.
Ma al processo, nessuno la pensa come lei: anzi, qualcuno le dà della visionaria.
Dillon sparisce dalla circolazione, Marissa si trasferisce a Chicago dove imbocca con successo
la via del giornalismo.
Quando torna ad Aurora Falls, per dare una mano alla madre malata, non fa in tempo a ricucire
i vecchi rapporti che qualcuno la minaccia: per poco una sera non finisce con l’automobile
in un fiume ghiacciato. Poi, un’orribile sequenza di delitti getta nel panico il paese.
Dietro ogni delitto, c’è sempre l’ombra inquietante del diabolico Dillon, la sua capacità di aizzare,
plagiare, ricattare gente in difficoltà.
Marissa è angosciata, certa che la prossima vittima sarà lei...


“Dillon l’aveva guardato con i suoi luminosi
occhi azzurri, aveva sorriso beato e aveva
detto: – Grazie, Eric. Sai, non vorrei sembrarti
un idiota, ma sto così bene che mi sento come se
fossi morto e andato in paradiso.
Be’, se c’era un po’ di giustizia a questo
mondo, Dillon Archer non era andato in
paradiso, pensò ora Eric, con la bile che gli saliva
in gola dopo tanti anni, perché in quella
splendida e luminosa giornata aveva guardato
negli occhi un assassino.”


CARLENE THOMPSON
Il nostro segreto
LE FOGLIE 416 pagine
15,00 euro
IN LIBRERIA DAL 16 GIUGNO 2011

giovedì 2 giugno 2011

Delitti in treno - Polillo editore - I Bassotti 91



Quale camera chiusa, per un delitto perfetto, migliore di uno scompartimento di un treno? Nessuno, ed è per questo che vi consiglio "Delitti In Treno", Polillo editore, I Bassotti n.95, un'antologia dei migliori racconti gialli ambientati sulle carrozze dei più famosi treni, dall'Orient Express, al treno tradizionale, fino alla più moderna metropolitana. Naturamente, come al solito, ci troviamo di fronte a perle dell'età d'oro del giallo, scritte dai più famosi giallisti del genere. Troviamo, infatti, la firma di Agatha Christie, Artur Conan Doyle, Edward D. Hoch e tanti altri.
Una raccolta consigliata sia agli amanti del poliziesco, che agli appassionati dei viaggi e delle locomotive d'epoca.
Ancora una volta, il treno è lo sfondo ideale per delitti quasi impossibili, conditi da suspense e avventura. Lo sferragliare delle rotaie, la leggera sonnolenza che culla il viaggiatore, le buie gallerie, l'odore del fumo del carbone... tutto questo e altro ancora in questi splendidi racconti che vi cattureranno sin dalle prime pagine.
Da non perdere!

Eccovi i racconti presenti:
- Agatha Christie, L’espresso per Plymouth (1923, The Plymouth Express)
- G. D. H. e M. I. Cole, Una lezione sul crimine (1933, A Lesson in Crime)
- Sir Arthur Conan Doyle, L’uomo con gli orologi (1898, The Man with the Watches)
- Freeman Wills Crofts, Il mistero dell’espresso della notte (1921, The Mystery of the Sleeping-Car Express)
- Thomas W. Hanshew, Enigma sulla Brighton Line (1910, The Riddle of the 5.28)
- Edward D. Hoch, Il problema del vagone ermeticamente chiuso (1976, The Problem of the Locked Caboose)
- Harry Kemelman, Nove miglia sotto la pioggia (1947, The Nine Mile Walk)
- Frank King, Il cadavere sulla carrozza (1929, Death on the 8.45)
- Baronessa Emmuska Orczy, La strana morte nella sotterranea (1908, The Mysterious Death on the Underground Railway)
- John Oxenham, L’assassino del martedì sera (1897, A Mystery of the Underground)
- Eden Phillpotts, La mia avventura sullo Scozzese Volante (1888, My Adventure in the Flying Scotsman)
- Paul Tabori, Un viaggiatore molto taciturno (1953, The Very Silent Traveller)
- Victor L. Whitechurch, Il quadro di Sir Gilbert Murrell (1905, Sir Gilbert Murrell’s Picture)

Quarta:
Qualcuno ha scritto che gli autori di gialli hanno dato alle ferrovie una cattiva reputazione. E non a torto, visto che fin dalla nascita del genere poliziesco treni di ogni tipo, dall’espresso transcontinentale all’accelerato fino alla stessa metropolitana, sono stati teatro dei più svariati delitti. Forse perché, agli albori della narrativa poliziesca, il treno veniva percepito come una sorta di macchina magica che esaltava il dinamismo e la velocità ed eliminava le distanze; avvicinava e nel contempo allontanava le persone, e con quel suo fascino quasi esotico poteva riservare un incontro inaspettato con l’avventura. Nessun altro mezzo di trasporto possedeva la stessa allure né poteva offrire una cornice così perfetta: isolato dal mondo esterno che scorre fuori dai finestrini, eppure parte di esso, popolato di estranei, “gli altri passeggeri”, ai quali si può affidare il ruolo della vittima o del criminale. E che dire del monotono sferragliare che induce sonnolenza nell’ignaro viaggiatore… delle improvvise gallerie che gettano lo scompartimento nel buio… della locomotiva che corre sbuffando fumo e scintille come una creatura della notte… del suo fischio lacerante così simile a un grido… Anche in questa raccolta di racconti i treni sono posti pericolosi e quasi mai arrivano a destinazione con lo stesso numero di passeggeri vivi di quando sono partiti.

Delitti In Treno
I Bassotti N.: 91
€ 14,40
320 pagine
ISBN: 9788881543700