Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano





venerdì 27 maggio 2011

Proroga scadenza concorso "Il Giallista "Inedito"

concorsi letterari





Carissimi amici "Giallisti", date le numerose richieste, la scadenza della "seconda edizione" del concorso "Il Giallista inedito" è stata posticipata al




4 Luglio 2011!!!




Questo è il nuovo termine ultimo per l'invio delle opere al concorso.

Buon lavoro e buone letture!

Marco Tiano

giovedì 26 maggio 2011

Lord Peter e l'altro - Polillo editore - I Bassotti n.95

Carissimi amici, da oggi in libreria un nuovo entusiasmante e intrigante "Bassotto" della Polillo editore, firmato Dorothy L. Sayers

Eccovi la scheda:
Dorothy L. Sayers
LORD PETER E L’ALTRO

“I bassotti” n. 95
Pagine: 400
Prezzo: € 15,40
ISBN: 978-88-8154-376-2
Traduzione di A. M. Francavilla
Nelle librerie da giovedì 26 maggio 2011

Trama:
C’è un nuovo copywriter alla Pym’s Publicity, la stimata agenzia di pubblicità inglese, dopo che il suo predecessore è morto volando dalle scale negli uffici di Londra. Il neoassunto, Death Bredon, è un giovanotto affabile che non trova difficoltà a inserirsi nel nuovo ambiente di lavoro. Bredon, però, non si limita a ideare brillanti campagne pubblicitarie: si tiene al corrente di tutti i pettegolezzi; osserva i colleghi e i loro uffici; fa domande sul morto… Sotto mentite spoglie si cela infatti Lord Peter Wimsey, il celebre investigatore privato, che è stato incaricato dal proprietario dell’agenzia di indagare sulla morte “accidentale” del suo dipendente. La soluzione del caso arriverà solo dopo una serie di sconcertanti scoperte e di ben cinque delitti. Pubblicata nel 1933, Lord Peter e l’altro è considerata una delle opere migliori della grande giallista per la vivida rappresentazione del mondo della pubblicità dell’epoca, in cui la scrittrice aveva lavorato, per l’originalità della trama, i dialoghi brillanti, la fine satira di costume e il finale struggente e memorabile. Non a caso è inserita non solo nella lista dei 100 migliori mystery di tutti i tempi compilata dai Mystery Writers of America, ma anche nel volume 1001 libri da leggere prima di morire del critico inglese Peter Boxall.

L’autrice
Dorothy [Leigh] Sayers (1893-1957), di discendenza anglo-irlandese, nacque a Oxford dove il padre, il reverendo Henry Sayers, era direttore della Christ Church Cathedral School. Imparò il latino a soli sette anni, fu una delle prime donne inglesi a conseguire una laurea e per tutta la vita coltivò molteplici interessi intellettuali: dalla poesia alla religione, dalla filosofia alla letteratura medievale. Ancora oggi la sua traduzione della Divina Commedia di Dante è considerata fondamentale per l’accuratezza del testo e la chiarezza del commento. Nel 1922 la scrittrice entrò come copywriter in un’agenzia di pubblicità londinese che le fornirà lo spunto per Murder Must Advertise (Lord Peter e l’altro), ma l’esordio nella narrativa poliziesca, alla quale si dedicò per motivi strettamente economici, avvenne con Whose Body? (1923, Peter Wimsey e il cadavere sconosciuto). A questo fecero seguito altri dodici romanzi, tutti tranne uno con il suo investigatore per eccellenza, e cinque raccolte di racconti. Nel 1938, all’apice della fama, ritenne di aver guadagnato a sufficienza e abbandonò quasi del tutto l’attività di giallista, lasciando incompiuto il suo ultimo romanzo, Thrones, Dominations. Il libro, completato da Jill Paton Walsh, è stato pubblicato postumo nel 1998. Dorothy L. Sayers è morta nel 1957 a Witham, nell’Essex.

Buona lettura!
Marco Tiano

mercoledì 4 maggio 2011

Vincitori prima edizione concorso "IL GIALLISTA INEDITO"

Cari partecipanti,
ci scusiamo per il ritardo e siamo lieti di comunicarvi finalmente i nomi dei vincitori della

PRIMA EDIZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO "IL GIALLISTA INEDITO"



Sezione Gialli:


1°: 1932 Mostra del cinema – Barbara Zolezzi, Elisabetta De Pieri

2° - Falco investigation – Andrea Mura

3° - Logica Perversa – Annalisa Farinello

4° - A mezzanotte in punto – Alessandra Pagliari

5° - L’ultimo Lungomare – Manuela Caracciolo


Sezione Narrativa:



1° - L’età felice – Marco Liber

2°Prigioniera del buio – Silvia Furci

3° Mind – Elena caserini

4° Elogio alla lentezza - Carolina Paladini

5° La valigia fortunata – Carlo Luciani


Complimenti ai vincitori e a tutti i nostri partecipanti. Adesso, come da regolamento, i vincitori di ogni sezione riceveranno una proposta di pubblicazione assolutamente gratuita da parte della Arduino Sacco Editore.

Ringraziamo tutti gli autori e ricordiamo che chiunque abbia partecipato alla prima edizione del concorso, e non si è classificato tra i vincitori, può partecipare alla seconda edizione de "Il Giallista inedito", anche con la stessa opera.


Grazie e buone letture!

martedì 3 maggio 2011

1° classificato concorso "Il Giallista": Ritorno a Summerville di Luca Cantarelli



Cari lettori,
vi presentiamo l'opera vincitrice della prima edizione del concorso letterario "Il Giallista" e relativa intervista all'autore.

Ritorno a Summerville, di Luca Cantarelli, è un giallo contemporaneo dal buon sapore classico, che tratta dell'omicidio di una giovane ragazza di ventiquattro anni e di un famoso autore di thriller; il tutto raccontato in prima persona dal bizzarro protagonista Paul Contento.
La narrazione viaggia piacevole e senza interruzioni, tenendo sempre alta l'attenzione del lettore. L'autore, infatti, riesce sapientemente a dosare colpi di scena e ironia.
Già la frase d'apertura "Non tornerò mai più a Summerville. Nemmeno per tutto l’oro del mondo" immerge il lettore nell'azione della vicenda, innescando la fatidica scintilla della curiosità, che contraddistinge il genere giallo.
Forse le descrizioni sono a volte un po' troppo prolifiche, creando delle leggere pause sul ritmo, ma nel complesso ciò non disturba affatto la lettura.
Per quanto riguarda l'intreccio del giallo, in alcuni punti la soluzione potrebbe risultare intuibile, ma tale particolare potrà essere notato soltanto dal lettore più acuto e allenato nel riconoscere le false piste.
In conclusione, un ottimo giallo per assaporare una storia ben scritta e intrigante al punto giusto.
Complimenti Luca!

Intervista all'autore, Luca Cantarelli:

Che genere di scrittore è Luca Cantarelli? Quale messaggio vuole trasmettere nelle sue opere?
Innanzitutto grazie per lo ‘scrittore’, che è il complimento più bello che mi si possa fare. Nel mio piccolo ho all’attivo cinque libri editi oltre a vari racconti pubblicati in antologie collettive, riviste e quotidiani. In ognuno di essi ho cercato di affrontare tematiche differenti, adottando stili e generi diversi. L’aspirazione è quella di presentare ai miei quattro lettori un romanzo o una novella ogni volta nuovi ed originali rispetto ai precedenti, per quanto sia ancora possibile, oggigiorno, dar vita a delle novità. Il messaggio, di conseguenza, cambia con il mutare dell’opera. Nel romanzo ‘Come scrivere un libro e salvarsi la vita’, ad esempio, mi interessava sensibilizzare sul tema della depressione. In quest’ultimo libro, invece, ‘Ritorno a Summerville’, cercavo soprattutto di delineare un giallo di intrattenimento, con particolare attenzione alla caratterizzazione dei personaggi.


Come è nato “Ritorno a Summerville”?
La prima stesura di ‘Ritorno a Summerville’ risale a parecchi anni fa. Da allora, come mi capita quasi sempre, sono tornato sullo stesso libro una miriade di volte, lavorando per così dire di cesello, perché non sono mai completamente soddisfatto del risultato finale. Per fortuna, ad un certo punto ho chi mi sprona a passare ad altro, pubblicando il romanzo di turno.
In maniera un po’ lapalissiana devo dire che in questo caso il tutto prende avvio dall’incipit (), un inizio che intende mettere il lettore nel bel mezzo dell’azione: cosa è successo prima, e adesso cosa capiterà? Il seguito è venuto da sé, come se gli stessi protagonisti della storia mi dettassero azioni e discorsi.


Quando ha iniziato a dedicarsi alla scrittura?
Direi da quando ho imparato a mettere una parola dietro all’altra. I miei primi due ‘libri’ risalgono ai tempi delle scuole elementari: una serie di racconti famigliari, il primo, e un romanzo western il secondo (erano gli anni di Sergio Leone, di Eastwood e di Trinità). Avevo provato perfino a proporli a qualche editore, telefonando da una cabina telefonica. Beata gioventù!


Ha già in cantiere una nuova opera?
Quest’estate, sempre per i tipi di Edigiò, uscirà ‘Verranno a prendermi’, un noir dalle atmosfere decisamente dense e vischiose. Attualmente, cioè da un paio d’anni a questa parte, sono impegnato a scrivere un romanzo ambientato nella Bassa Padana, vicino al Po. Conto di portarlo a termine entro la fine dell’anno prossimo.

Perché ha scelto di scrivere un romanzo giallo?
Inutile dire che adoro i gialli, specialmente quelli ‘inglesi’ con poco sangue e tanto cervello. Non mi vergogno ad aggiungere che sono un appassionato di avventure sull’inquilino di Baker Street, il mitico Sherlock Holmes. Come scrittore, poi, il giallo rappresenta una preziosa opportunità di raccontare storie conducendo a spasso tra le pagine il lettore, desideroso di sapere come si dipana infine la matassa.


Che programmi ha per il futuro?
La speranza è di continuare a stupire i lettori, scrivendo cose nuove e sempre migliori. L’unica ricetta che ho per provarci è lavorare, lavorare, lavorare che, come ama ripetere Stephen King, si traduce nella regola: ‘leggere e scrivere tanto’.


Grazie e in bocca al lupo per il futuro!

2° classificato concorso "Il Giallista": Fredda è la notte - Carlene Thompson


Cari amici,
per le recensione dell'opera seconda classificata al nostro concorso letterario "Il Giallista", Fredda è la notte di Carlene Thompson, vi riportiamo quella già scritta sul nostro blog il 27 agosto 2010.


Con "Fredda è la notte", edito da Marcos y Marcos, Carlene Thompson ha compiuto il miracolo! Con una scrittura asciutta e un ritmo incalzante ha creato un giallo ricco di suspense e colpi di scena. Fredda è la notte è un giallo moderno, ambientato ai giorni nostri, ma l'impianto è tipicamente classico. Ci sono i delitti, il principale sospettato, le false piste che accusano un innocente e, primo fra tutti, un finale insospettabile. Espediente che, a mio parere, decreta la riuscita di questo giallo è la posizione della protagonista Blaine Avery che, per la prima volta nei romanzi della Thompson, coincide con il principale sospettato.

Blaine è ricca e bella, e in paese tutti la invidiano e un po’ la detestano.
Ma per Blaine, negli ultimi mesi la vita si è fatta davvero difficile. Suo marito Martin è morto in circostanze poco chiare. C’è chi è convinto che si sia suicidato, altri che sia stato assassinato. E c’è chi insinua che a ucciderlo sia stata lei, per mettere le mani su un ingente patrimonio.
Anche Robin, la figliastra cui vuole molto bene, la tratta con distacco e sospetto.
Ma c’è di peggio. Una mattina, il cane di Blaine, Ashley, trova il corpo di Rose, la migliore amica di Robin sulla riva di un torrente, nel bosco vicino a casa.
Il terrore si diffonde per il paese, mentre un muro di gelo si erge attorno a Blaine, che non dispone di alibi accettabili, e si trova immancabilmente a pochi passi da ogni delitto, nel momento esatto in cui accade.

Man mano che si va avanti nella storia, le vicende dei protagonisti si intrecciano e scoprire la verità diventa un rebus. La lettura è coinvolgente e cattura l'attenzione del lettore sin dalle prime pagine che, per l'appunto, iniziano con la scoperta di un cadavere. Paesaggi e luoghi della provincia americana sono descritti sapientemente, con precisione, mentre i personaggi hanno la dote di risultare subito riconoscibili al lettore.
Sicuramente, un romanzo da non perdere, una storia che ti sorprende e ti cattura. Un ottimo giallo per chi ama i misteri e le buone letture.
A questo punto, non ci rimane che augurarci di leggere presto un nuovo avvincente romanzo della Thompson.



http://ilgiallista.blogspot.com/2010/08/fredda-e-la-notte-di-carlene-thompson.html

3° classificato concorso "Il Giallista": Consegne alla quercia di Biancamaria Massaro

Consegne alla quercia di Biancamaria Massaro (edito da Forme Libere), opera terza classificata del nostro concorso letterario "Il Giallista", è un breve racconto giallo che si legge tutto di un fiato e che cattura, sin dalle prime pagine, l’attenzione del lettore.
Ben scritto e caratterizzato da una lettura veloce e scorrevole, questo racconto immerge in un’atmosfera reale e suggestiva. I personaggi entrano subito nelle simpatie del lettore e non si fa fatica a ricordarli.
Unico neo che forse possiamo trovare è che il finale si intuisce già qualche pagina prima del previsto, ma nel complesso un’ottima lettura per trascorrere qualche ora in buona compagnia.

Dalla quarta:
Un feticista ricattatore e la sua vittima: una coppia decisamente insolita che riuscirà a svelare l'identità di un brutale assassino. La milanese Marina, per allontanarsi da una famiglia in cui non si riconosce più, accetta di insegnare storia e filosofia in una scuola di provincia tenuta da suore, il "Pio Istituto Figlie di Maria Addolorata". Dopo le vacanze di Natale, un uomo misterioso trova il modo di costringerla, ogni due lunedì, a lasciargli presso un'antica quercia i suoi slip usati. Con grande stupore della ragazza - ma proprio come il suo ricattatore le aveva predetto - ben presto le consegne si trasformano in un malizioso diversivo, fondamentale per sopportare il clima opprimente e bigotto che si respira all'interno del "Pio Istituto". Quando la polizia trova vicino alla quercia il cadavere di una prostituta tossicodipendente alla quale è stata sottratta la biancheria intima, Marina sospetta che il colpevole sia il maniaco che la perseguita.

Titolo: Consegne alla quercia
Autore: Massaro Biancamaria
Editore: Forme Libere (collana Passi nel buio)
Data di Pubblicazione: 2010
ISBN: 9788864590080
Dettagli: p. 129
Reparto: Gialli e thriller / Giallo e noi

Appuntamenti Salone del Libro di Torino 2011




Carissimi amici,

oggi vi segnaliamo alcuni appuntamenti interessanti al XXIV Salone internazionale del Libro di Torino, che si terrà dal 12 al 16 maggio al Lingotto Fiere di Torino.

Il poliziesco in Italia tra Ottocento e Duemila In occasione della presentazione del libro Dal giallo al noir e oltre di Elvio Guagnini, Ghenomena - Proposte espositori
Presentazione libro
16.05.2011 16.00 h
Sala Azzurra
a cura di MIUR – Direzione generale per gli ordinamenti scolastici
Introduce: Alba Andreini
Con l'autore interviene Francesco De Nicola



Tutti i colori del Giallo Trasmissione in diretta con Luca Crovi - Bookstock Village
Trasmissione in diretta
15.05.2011 13.00 h
Arena Bookstock
a cura di Radio2

Appuntamenti Marcos y Marcos:

VENERDì 13 MAGGIO
ore 15:30 presso lo stand di BOL IT - padiglione 2, stand H126/J125
Maurizio Matrone presenta il suo nuovo romanzo Piazza dell'Unità.
ore 18:00 area Gate 150
Maurizio Matrone partecipa a Storytown, lo storytelling formato scrittori.
Dieci autori, un tema (Venerdì 13/la paura), un microfono e cinque minuti ciascuno per raccontare la propria storia.

DOMENICA 15 MAGGIO
ore 15:30 Bookstock Village - Spazio book
Grande finale del primo campionato di lettura
A suon di libri conduce Bruno Gambarotta.
ore 20:00 Sala blu
Russia segreta
Paolo Nori legge Noi e i governi
tratto da "La meravigliosa utilità del filo a piombo", dedicato a Daniil Charms
accompagnato dal Coro delle mondine di Novi.

LUNEDì 16 MAGGIO
ore 13:30 Bookstock Village - Laboratorio MultiLab
Scavare una buca.
Il lavoro di scrivere. Scrivere del lavoro
Cristiano Cavina incontra gli studenti.

Venerdì 13
padiglione 2, stand N84 Bruno Osimo


Domenica 15
padiglione 2, stand n84
Lello Gurrado